Gioielli d’artista in mostra a Milano alla ESH Gallery

Al confine tra arte e design, i monili di “Walking Treasures” sono micro-sculture indossabili e fondono i materiali tradizionali con altri desunti da ambiti diversi quali ceramica, PVC, vetro e metallo

Arrivano i gioielli d’artista da Esh Gallery a Milano, sculture in miniatura che, indossate, fanno brillare pelle e personalità per rispecchiare “una ricerca estetica prima di tutto su sé stessi. Emancipandosi dai diktat sulla preziosità che solitamente ogni monile vuole vantare, valorizzano la creatività e la singolarità del manufatto. Sono innanzitutto pezzi unici e sono composti da materiali variegati ‒ metallo, vetro, ceramica, pietre ed elementi naturali ‒, ponendosi al confine tra arte e design.
SURI&ROS, duo formato da Agustina Ros e Giulia Vecchiato, plasmano dei gioielli da lastre di metallo, rifinite a mano. Il vetro soffiato viene applicato su questa base attraverso un gioco di volumi concatenati in trasparenza come nell’anello Tetris o negli orecchini in ottone placcato oro e vetro soffiato borosilicato.

Agustina Ros, Tetris ring, vetro soffiato borosilicato. Courtesy ESH Gallery
Agustina Ros, Tetris ring, vetro soffiato borosilicato. Courtesy ESH Gallery

GIOIELLI E ARTE IN MOSTRA A MILANO

Annarita Bianco (Merıstėma Lab) unisce artigianato e progresso tecnologico, biologia e universo digitale. Le sue creazioni riflettono sull’Antropocene, includendo scarti di cavi USB che vengono trattati con resine, incastonate su lastre di argento e incise a laser. L’effetto voluto? Proporre dei fossili moderni. Annachiara Zani, designer appena laureata allo IED, trae ispirazione dalle fogge naturali. Nella collezione NOW.HERE.VOID l’elemento espressivo è la luce che rivela, passando attraverso le trasparenze dell’alabastro di Volterra, la scritta “visibile”. La nota artista tedesca Karin Seufert presenta spille in porcellana e dei pendenti, costruiti da piccoli punti di cloruro di polivinile (una delle materie plastiche di maggior consumo al mondo), che restituiscono forme vuote ed eleganti monocromie. I gioielli in oro e argento di Laura Forte (Deep) si distinguono per lo stile minimale così come quelli di Yoko Takirai. Se Laura Volpi propone un anello in bronzo, quarzo citrino e ametista grezza, Paula Castro avvolge il polso con un bracciale a forma di foglia, in argento placcato oro.

Giorgia Basili

Eventi d'arte in corso a Milano

Evento correlato
Nome eventoWalking Treasures. Tesori da passeggio
Vernissage14/12/2021 ore 15
Duratadal 14/12/2021 al 28/01/2022
Generedesign
Spazio espositivoESH GALLERY
IndirizzoVia Forcella 7 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giorgia Basili
Giorgia Basili (Roma, 1992) è laureata in Scienze dei Beni Culturali con una tesi sulla Satira della Pittura di Salvator Rosa, che si snoda su un triplice interesse: letterario, artistico e iconologico. Si è spe-cializzata in Storia dell'Arte alla Sapienza con una tesi di Critica d'arte sul cinema di Pier Paolo Pasolini, letto attraverso la lente warburghiana della Pathosformel. Collabora con diverse riviste di settore prediligendo tematiche quali l’arte urbana e il teatro, la cultu-ra e l’arte contemporanea nelle sue molteplici sfaccettature e derive mediali. Affascinata dall’innesto del visivo con la letteratura, di tea-tro e mitologia, si dedica alla scrittura di poesie per esprimere la propria sensibilità e il proprio pensiero estetico-critico su ciò che la circonda.