Supersalone di Milano: novità e anticipazioni a pochi giorni dall’apertura

Sostenibile, innovativo, sicuro. In forma ridotta ma più audace e creativo, il Salone del Mobile riparte con un’edizione del tutto particolare, in attesa del ritorno della sua forma “classica” ad aprile 2022. Ecco gli ultimi dettagli svelati

Salone del Mobile a Rho Fiera
Salone del Mobile a Rho Fiera

Tutto piuttosto pronto per il Supersalone di Milano, che si svolge dal 5 al 10 settembre 2021 nei primi quattro padiglioni di Fiera Milano a Rho. Parallelamente, la città si animerà come di consueto attraverso i tantissimi eventi del Fuorisalone, che occuperanno musei, negozi, showroom, palazzi privati e spazi pubblici. Dopo le anticipazioni dello scorso maggio e il racconto dell’architetto Stefano Boeri, curatore della manifestazione, questa edizione speciale del Salone del Mobile svela gli ultimi dettagli a pochi giorni dalla sua apertura. Come già noto, si tratterà di un evento di dimensioni ridotte, ma più audace e sperimentale di prima, ispirato a un assetto più museale che fieristico. Un ruolo fondamentale è giocato dalla nuova piattaforma digitale con cui sarà possibile visionare i prodotti esposti (tramite QR code esposto in fiera) e prenotarli per il successivo acquisto, ma anche interagire con gli espositori, visitare virtualmente le mostre, assistere ai live streaming dei talk e dei dibattiti connettendosi da qualsiasi parte del mondo.

Stefano Boeri. Photo Gianluca Di Ioia
Stefano Boeri. Photo Gianluca Di Ioia

IL TEMA DELLA SOSTENIBILITÀ AL SUPERSALONE

L’allestimento, affidato a Boeri e a un gruppo internazionale di co-progettisti – Andrea Caputo, Maria Cristina Didero, Anniina Koivu, Lukas Wegwerth, Marco Ferrari ed Elisa Pasqual di Studio Folder, Giorgio Donà, co-founder e direttore di Stefano Boeri Interiors – si caratterizza innanzitutto per la sua totale adesione alla sostenibilità e ai temi del riuso, del riciclo e della circolarità. Tutto, infatti, è stato pensato per poter essere smontato e successivamente riutilizzato: dai sistemi di allestimento alle aree lounge, passando per panche, sedute, arene, Food Court e altri elementi espositivi. Le aree comuni, inoltre, sono state realizzate con una ridotta quantità di pannelli di truciolare, ottenuta da legno riciclato al 100%, che sarà poi rimessa all’interno del ciclo di produzione. L’intento è anche quello di evitare l’emissione di quantità impattanti di CO2, evitando la produzione di materiali ex novo. Non saranno, inoltre, distribuiti materiali cartacei e nei punti ristoro saranno utilizzate posate e stoviglie in materiale esclusivamente compostabile.

MOSTRE E EVENTI CULTURALI DEL SUPERSALONE

Lo slancio verso l’innovazione e la contaminazione creativa è alla base del programma di mostre del Supersalone: lo si vede in The Lost Graduation Show, a cura Anniina Koivu, che mette in scena 170 progetti di studenti diplomatisi tra il 2020 e il 2021, provenienti da 48 scuole di design di 22 Paesi; The Makers Show, dedicato ai designer auto-produttori di tutto il mondo; Take Your Seat / Prendi posizione – Solitude and Conviviality of the Chair / Solitudine e convivialità della sedia,a cura di Nina Bassoli, in collaborazione con ADI / Premio del Compasso d’Oro, un percorso che racconta l’oggetto più iconico del design con 30 sedie pluripremiate. Parallelamente si svolgono anche un programma di talk – Open Talks, a cura di Maria Cristina Didero – e di film, grazie a un palinsesto realizzato in collaborazione con Milano Design Film Festival, naturalmente a tema design e architettura. Fuori dai padiglioni della fiera, il Supersalone continua con il Salone / la Città, un progetto espositivo ideato dal Museo del Design Italiano di Triennale per il Salone del Mobile.Milano, curato da Mario Piazza e ospitato alla Triennale di Milano, per raccontare la storia di questo appuntamento annuale diventato nel tempo inscindibile dall’identità del capoluogo lombardo.

Calvi Brambilla, Triennale Design Museum 11. Photo © Gianluca Di Ioia
Calvi Brambilla, Triennale Design Museum 11. Photo © Gianluca Di Ioia

LA SICUREZZA AL SUPERSALONE

Infine, come per tutti gli eventi e le manifestazioni, anche il Supersalone garantirà la sicurezza del personale e dei suoi visitatori attraverso regolari norme anti Covid: l’ingresso sarà possibile solamente a chi è in possesso di Green Pass o EU Digital COVID Certificate o a chi esibirà l’esito di un tampone negativo. Sarà possibile effettuare un tampone a pagamento anche in uno dei quattro hub presenti agli ingressi della fiera (Porta Est, Porta Sud, Porta Ovest e Cargo 1).

-Giulia Ronchi

Supersalone
Dal 5 al 10 settembre
Fiera Milano, Rho
Dalle 10.00 alle 19.00 (venerdì: 10.00 – 16.00)
https://www.salonemilano.it/supersalone

Eventi d'arte in corso a Milano

Mostre a Milano, vai all'elenco completo di eventi d'arte in corso →
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.