City Booming, in mostra a Milano una città costruita con 7 milioni di mattoncini Lego®

Inaugurerà il prossimo 7 dicembre nel capoluogo lombardo una mostra che immergerà adulti e bambini all’interno di una città costruita con i noti mattoncini assemblabili. Una metropoli abitata da 6 mila personaggi, tra cui Batman, Wonder Woman, Sean Connery e Harrison Ford

City Booming, ®Giulia Fedel
City Booming, ®Giulia Fedel

Batman, Wonder Woman, Hulk, i Simpson e la Sirenetta sono solo alcuni dei 6 mila personaggi protagonisti di City Booming Milano, la “città nella città” costruita con i mattoncini Lego® all’interno di Palazzo Giureconsulti, a due passi dal Duomo. Dal prossimo 7 dicembre fino al 14 gennaio 2018 adulti e bambini potranno immergersi nella più grande città al mondo costruita con oltre 7 milioni di mattoncini assemblabili, per un diorama di ben 60 metri quadrati.

CityBooming, ®Giulia Fedel
City Booming, ®Giulia Fedel

UNA “VERA” CITTÀ IN MINIATURA

Ideata e prodotta da LAB Literally Addicted to Bricks e organizzata da Giuliamaria e Gianmatteo Dotto, City Booming Milano è nata dalla fantasia di Wilmer Archiutti, fondatore di LAB, laboratorio creativo di Roncade in provincia di Treviso che realizza forme e architetture di Lego®. La mostra condurrà i visitatori all’interno di un ambiente magico ma anche realistico, corrispondente all’aspetto urbanistico di una città vera: dal centro commerciale alla fioreria, dalla pasticceria al negozio di giocattoli a quello di animali, dal cinema alle pinacoteche; e ancora, dal quartiere residenziale con il barbiere fino all’ufficio dell’investigatore privato. Delle migliaia di figure che popolano City Booming sono state ricostruite persino le vite private negli appartamenti arredati e illuminati dove, ad esempio, padre e figlio cucinano mentre qualcuno si rilassa nella vasca a idromassaggio o si prepara un caffè. Oltre a supereroi come Batman, Wonder Woman, Spiderman e Hulk, mischiati tra la gente comune troveremo anche alcuni attori hollywoodiani, come Sean Connery o Harrison Ford nei panni del suo personaggio cinematografico più celebre, Indiana Jones.

City Booming, work in progress, ®Giulia Fedel
City Booming, work in progress, ®Giulia Fedel

UN’ESPERIENZA PER ADULTI E BAMBINI

Un’esperienza, quella proposta da City Booming, che coniuga essenza ludica e artistica, rivolgendosi non solo ai più piccoli ma anche ad adulti e appassionati del mondo Lego®. La presenza di video e immagini dell’interno delle costruzioni, inoltre, permetterà al pubblico di avere una percezione reale e tecnica di quanto è nascosto dietro ogni singola riproduzione. Si possono ammirare i sistemi di automazione e illuminazione, gru, elevatori e i meccanismi che fanno funzionare il treno o la ruota panoramica all’interno di un Luna Park. “Sono convinto che l’immaginario Lego oggi rappresenti a tutti gli effetti il legame tra la generazione X e la generazione Y”, racconta ad Artribune Wilmer Archiutti, “nel senso che tale immaginario è in grado di mettere d’accordo coloro che sono nati negli anni Ottanta e la generazione dei bimbi attuali su cui oggi Lego® sta spingendo moltissimo con nuovi progetti più adeguati al pubblico contemporaneo”.

– Desirée Maida

Pagina Facebook LAB Literally Addicted to Bricks

Evento correlato
Nome eventoCity Booming Milano
Vernissage07/12/2017
Duratadal 07/12/2017 al 14/01/2018
Generedidattica
Spazio espositivoPALAZZO DEI GIURECONSULTI
IndirizzoPiazza Dei Mercanti 2 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.