Il Bosco Verticale di Stefano Boeri arriva in Olanda (ma lì ci fanno le case popolari)

Lo studio Stefano Boeri Architetti ha annunciato la costruzione di un nuovo Bosco Verticale: la Trudo Vertical Forest sorgerà a Eindhoven, nei Paesi Bassi, e sarà destinata al social housing

Il Bosco Verticale di Stefano Boeri a Milano
Il Bosco Verticale di Stefano Boeri a Milano

Fortemente voluto dal committente Sint-Trudo il progetto della Trudo Vertical Forest segna il debutto del Bosco Verticale nel social housing. Nei suoi 19 piani ospiterà 125 appartamenti ognuno dei quali “avrà una metratura di meno di 50 mq e disporrà di 1 albero, 20 cespugli e più di 4 mq di terrazzo” ha dichiarato Francesca Cesa Bianchi, Project Director dello studio Stefano Boeri Architetti. “Tramite l’utilizzo della prefabbricazione, la razionalizzazione di alcune soluzioni tecniche di facciata, e quindi l’ottimizzazione delle risorse, sarà il primo prototipo di Bosco Verticale destinato ad alloggi sociali”, sottolinea ancora la progettista.

Stefano Boeri Architetti, Balcon sur Paris, La Forêt Blanche – Courtesy Stefano Boeri Architetti
Stefano Boeri Architetti, Balcon sur Paris, La Forêt Blanche – Courtesy Stefano Boeri Architetti

DA MILANO A LOSANNA

L’architetto Stefano Boeri (in via di nomina per i vertici della Triennale di Milano) ha aggiunto che “il grattacielo di Eindhoven conferma la possibilità di unire le grandi sfide del cambiamento climatico con quelle del disagio abitativo” per concludere che “la forestazione urbana non è solo una necessità per migliorare l’ambiente delle città nel mondo, ma l’occasione per migliorare le condizioni di vita dei cittadini meno abbienti”. Si tratta di un nuovo esempio che va a unirsi ai Boschi Verticali realizzati – o in via di realizzazione – a Milano, Nanchino, Utrecht, Tirana e Losanna. Solo pochi mesi fa è stato presentata anche la Forêt Blanc, che sorgerà nel cuore del Municipio di Villiers sur Marne, a Parigi. Sarà ricoperta da più di 2000 alberi, arbusti e piante per una superficie verde dieci volte maggiore del lotto su cui sorge la struttura.

VERSO IL SUMMIT SULLA FORESTAZIONE URBANA

A novembre 2018 si terrà a Mantova il primo incontro mondiale sulla forestazione urbana, promosso dalla FAO, l’organizzazione delle Nazioni unite per l’alimentazione e l’agricoltura. Lo scopo del summit è promuovere un cambiamento nelle nostre città, anche favorendo lo sviluppo delle cosiddette “foreste urbane”. Come rilanciato anche da Artribune, lo stesso Stefano Boeri ha lanciato nei mesi scorsi una open call nella quale invita tutti i suoi colleghi a “impegnarsi per lanciare una campagna globale sulla forestazione urbana che moltiplichi la presenza di foreste e alberi nelle nostre città” in vista di questo appuntamento internazionale.

– Valentina Poli

Dati correlati
CuratoreStefano Boeri
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Poli
Nata a Venezia, laureata in Conservazione e Gestione dei Beni e delle Attività Culturali presso l'Università Ca' Foscari di Venezia, ha frequentato il Master of Art presso la LUISS a Roma. Da sempre amante dell'arte ha maturato più esperienze nel settore della didattica progettando e gestendo laboratori, in quello della preparazione di piccoli e grandi eventi culturali, nel settore delle gallerie d'arte e in campo giornalistico con collaborazioni con riviste del settore. Oggi vive a Roma.