Morto a 93 anni l’architetto Leonardo Benevolo. L’autore del celebre manuale che ha formato genera

Docente di storia dell’architettura in diversi atenei, operò come consulente sul fronte della pianificazione urbanistica e della progettazione architettonica in varie città italiane

Leonardo Benevolo
Leonardo Benevolo

Originario della provincia di Novara, dove era nato nel 1923, lo storico dell’architettura, architetto e urbanista Leonardo Benevolo è morto il 5 gennaio in seguito a una lunga malattia. Formatosi presso l’Università di Roma, dopo aver conseguito la laurea nel 1946 intraprese la carriera accademica che lo avrebbe portato a insegnare negli atenei di Firenze, Venezia, Palermo, oltre che in quello capitolino. Accanto al ruolo di docente, che gli consentì anche di essere presente in contesti internazionali in qualità di visiting professor, esercitò la professione operando come consulente sul fronte della pianificazione urbanistica e della progettazione architettonica in varie città italiane.

IL TRACOLLO DELL’URBANISTICA ITALIANA

Il suo nome resta legato in particolare a Brescia, dove concepì il quartiere di San Polo ultimato negli anni Novanta, ma operò anche a Bologna, Ferrara, Urbino, Modena, Venezia, Roma, Palermo, Torino. Impossibile non associare la sua memoria e notorietà alla fondamentale produzione come autore di testi e manuali. Dalla prima edizione, datata 1960, la sua Storia dell’architettura moderna per Laterza ha contribuito alla formazione dei futuri architetti italiani nei decenni a seguire, con varie riedizioni. Medaglia d’Oro ai Benemeriti della Cultura e dell’Arte nel 2003, Benevolo ha dedicato gli ultimi titoli della sua produzione alle città di Roma e Venezia, pubblicando da ultimo, nel 2012, il volume Il tracollo dell’urbanistica italiana.

Valentina Silvestrini

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.