Un ex assessore alla cultura sarà candidato sindaco per la sinistra a Bologna

Matteo Lepore ha vinto le primarie del centro sinistra a Bologna. Un ex assessore alla cultura diventerà sindaco del capoluogo emiliano romagnolo? Non sono mancate comunque le polemiche

Matteo Lepore
Matteo Lepore
Matteo Lepore ha vinto le primarie del centro sinistra a Bologna e dunque si avvia con alte probabilità a diventare sindaco del capoluogo. Importanti elezioni primarie si sono svolte anche a Roma dove ha vinto Roberto Gualtieri, una candidatura non particolarmente smagliante per la sinistra che rischia di spianare la strada al candidato del centro destra nella Capitale Enrico Michetti che ha già dichiarato di volere come assessore alla cultura Vittorio Sgarbi.

MATTEO LEPORE E MAURO FELICORI

Ma torniamo alle questioni e agli intrecci (poi vedremo perché) di assessori alla cultura bolognesi. Lepore ha vinto come dicevamo. Dopo 10 anni a fianco del sindaco uscente Merola rappresenta la continuità del potere piddino in regione. Vincendo ha battuto Isabella Conti che, a proposito di assessori alla cultura, aveva avuto tutto l’appoggio di Mauro Felicori già compianto direttore della Reggia di Caserta e oggi responsabile per la cultura appunto della Regione Emilia Romagna.

LA POLEMICA TRA FELICORI E IL PD

Preso a male parole dal Pd locale, Felicori aveva scritto in campagna elettorale: “Alle primarie voterò Isabella Conti. Occorre una discontinuità. Da oltre vent’anni il sistema-Bologna, costruito intorno a quella che con irritante complicità Bersani chiamò la Ditta, non esprime più una capacità di immaginazione strategica a livello delle migliori città europee. Occorre una soluzione di continuità che liberi energie nuove, quelle che un sistema chiuso, che si aggiorna per cooptazione, scoraggia”. Evidentemente la “Ditta” non ha avuto alcuna intenzione di mollare l’osso. Auguriamoci che nonostante ciò Lepore – ove eletto sindaco – sappia liberarle quelle energie perché Bologna ne ha senz’altro un gran bisogno.
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimiliano Tonelli
È laureato in Scienze della Comunicazione all’Università di Siena. Dal 1999 al 2011 è stato direttore della piattaforma editoriale cartacea e web Exibart. Direttore editoriale del Gambero Rosso dal 2012 al 2021. Ha moderato e preso parte come relatore a numerosi convegni e seminari; ha tenuto docenze presso centri di formazione superiore tra i quali l’Istituto Europeo di Design, l'Università di Tor Vergata, l'Università Luiss, l’Università La Sapienza di Roma ed è professore a contratto allo IULM di Milano. Ha collaborato con numerose testate tra cui Radio24-Il Sole24 Ore, Time Out, Formiche. Suoi testi sono apparsi in diversi cataloghi d’arte contemporanea e saggi di urbanistica e territorio. È stato giurato in svariati concorsi di arte, architettura, design. Attualmente dirige i contenuti di Artribune.