Roberto Fico è il presidente della Camera. Yvonne De Rosa, sua compagna, è una fotografa

A poche ore dalla sua elezione a presidente della Camera, Roberto Fico fa parlare di sé nel mondo dell’arte per via della sua relazione con Yvonne De Rosa, fotografa e gallerista napoletana anche lei militante nel Movimento 5 Stelle. Che il politico Fico possa rivelarsi particolarmente sensibile alle problematiche del mondo dell’arte e della cultura italiana?

Roberto Fico alla Camera dei Deputati
Roberto Fico alla Camera dei Deputati

Solo da poche ore sono stati eletti i presidenti della Camera dei deputati e del Senato – il primo è Roberto Fico, del Movimento Cinque Stelle, il secondo Maria Elisabetta Alberti Casellati, di Forza Italia – e come accade in questi casi, tv e giornali sono stati un pullulare di identikit, “Who’s Who”, articoli e servizi mirati a delineare carriere e anche vite private di chi guiderà le due camere del Parlamento italiano. Ma uno dei due neopresidenti, in particolare, avrà probabilmente catturato l’attenzione o non risulterà estraneo all’ambiente e al pubblico del mondo dell’arte: si tratta di Roberto Fico, la cui compagna è Yvonne De Rosa, fotografa e fondatrice a Napoli dello spazio Magazzini Fotografici.

CHI È YVONNE DE ROSA

Nata a Napoli nel 1975, Yvonne De Rosa si laurea in Scienze Politiche all’Università Federico II, per poi decidere di lasciare l’Italia e andare a Londra per studiare e approfondire la sua grande passione per la fotografia. In Inghilterra infatti frequenta niente meno che il Central Saint Martin’s – una delle università più prestigiose nel suo genere – per poi conseguire un master in fotogiornalismo al London College of Communication. Al 2008 risale la pubblicazione di Crazy God, libro fotografico che raccoglie gli scatti realizzati da Yvonne De Rosa all’interno di una struttura psichiatrica italiana in cui l’autrice negli anni Novanta svolse attività di volontariato. Come fotografo freelance, De Rosa ha lavorato con le ONG inglesi, occasione che le ha permesso di viaggiare nell’Europa orientale e di trarre ispirazione per il suo secondo libro, Hidden Identities, pubblicato nella primavera del 2013. E proprio al 2013 risale l’incontro – a dire il vero si erano già conosciuti al tempo delle scuole medie a Napoli – tra Yvonne De Rosa e Roberto Fico, e l’occasione “galeotta” è stata proprio la militanza di entrambi all’interno del Movimento 5 Stelle.

ARTE E POLITICA

De Rosa, inoltre, è anche l’ideatrice e la fondatrice di Magazzini Fotografici, Associazione di Promozione Sociale e spazio indipendente situato nel centro storico di Napoli, nell’antico Palazzo Caracciolo D’Avellino del Decumano superiore. Il progetto Magazzini Fotografici è nato con lo scopo di promuovere la divulgazione dell’arte della fotografia attraverso l’organizzazione di mostre, talk, eventi e anche attraverso la partecipazione alle fiere artistiche: lo scorso ottobre la galleria napoletana ha partecipato ad ArtVerona alla sezione “Spazi indipendenti”, e magari qualcuno ricorderà che proprio Roberto Fico, in quei giorni, si trovava in fiera – attentissimo e presente – per supportare la sua compagna allo stand di Magazzini Fotografici e nell’area dei talk. Insomma, magari questa bizzarra legislatura non ci riserverà chissà quali leggi in favore dell’arte e del contemporaneo, ma semmai qualcosa dovesse arrivare senz’altro il Presidente saprebbe di cosa stiamo parlando. E non è questione da trascurare.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.