Contemporary Auction. Ritorna l’asta dal vivo da Sotheby’s a Milano

A Palazzo Serbelloni a Milano la vendita serale di arte contemporanea di Sotheby’s torna in sala con la Contemporary Auction, dedicata ai grandi maestri italiani e internazionali. 

Alberto Burri, Sacco e nero, 1955, Courtesy Sotheby's
Alberto Burri, Sacco e nero, 1955, Courtesy Sotheby's

Domenico Gnoli, Mario Schifano, Giorgio Morandi, Alberto Burri, Lucio Fontana, ma anche George Condo, con Damien Hirst e Cy Twombly. Sotheby’s mette a fuoco un catalogo di peso e torna alle aste in sala a Milano per la prima volta dall’inizio della pandemia.
Prevista a Palazzo Serbelloni il prossimo 12 aprile, con anteprima il 7 aprile, la Contemporary Auction vedrà dunque alternarsi i maestri dell’arte italiana ai grandi nomi internazionali e, prima vendita dell’anno per la sede milanese, segna finalmente il ritorno all’evento dal vivo.

Piero Manzoni, Achrome, 1962, Courtesy Sotheby's
Piero Manzoni, Achrome, 1962, Courtesy Sotheby’s

LA VENDITA DAL VIVO A MILANO

“Anche se gli ultimi due anni ci hanno riservato molte sfide, le nostre aste di Sotheby’s Milano hanno sempre registrato ottimi risultati ed è con grande entusiasmo che in questa stagione torniamo a presentare una vendita dal vivo. Durante la pandemia, i collezionisti italiani hanno accolto calorosamente il nostro rapido passaggio alle aste online e adesso non vediamo l’ora di poterli ospitare nuovamente nelle nostre sale d’asta”, commenta Raphaelle Blanga, Head of Department, Contemporary Art, Italia.  Con un catalogo di 52 lotti, il 90% dei quali mai passati in asta, l’attesa vendita serale milanese di Arte Contemporanea spazierà dalle opere del XX secolo a quelle del XXI, con provenienze da importanti collezioni italiane ed internazionali. Le offerte sono aperte online dal 7 aprile e si chiuderanno con l’asta serale, in agenda il 13 aprile alle 18.

Domenico Gnoli, Mis en plis n. 1, 1964, Courtesy Sotheby's
Domenico Gnoli, Mis en plis n. 1, 1964, Courtesy Sotheby’s

GNOLI TRA I PROTAGONISTI DELL’ASTA DI SOTHEBY’S

Torna tra i protagonisti di questa stagione Domenico Gnoli, con Mise en plis n.1 (€ 800.000 – 1.200.000) del 1964, un anno cruciale per la carriera dell’artista, che aveva da poco abbandonato la professione di grafico illustratore e scenografo per dedicarsi interamente alla pittura. Esposta anche alla magnifica retrospettiva della Fondazione Prada di Milano, l’opera arriva in asta dopo il successo raccolto da La Tranche, passato di mano per £ 2,5 milioni alla Modern & Contemporary Evening Sale di Sotheby’s Londra il mese scorso.

Giorgio Morandi, Natura morta, 1948. Courtesy Sotheby's
Giorgio Morandi, Natura morta, 1948. Courtesy Sotheby’s

SOTHEBY’S A MILANO: SCHIFANO E MORANDI

Di Mario Schifano, di cui Sotheby’s può vantare più della metà dei prezzi massimi dell’artista in asta, arriva invece all’incanto Milano, una tela blu notte del 1962, anno in cui, alla stesura piatta della materia pittorica segue una pittura variata, che rende manifesto il movimento della pennellata, e il processo esecutivo. Per 48 anni sparita dai radar e già appartenuta alla collezione della gallerista Ileana Sonnabend, poi di Gianni Malabarba e del barone Giorgio Franchetti, l’opera torna ora sul mercato con una stima di € 800.000-1.000.000. Tra gli highlight, anche due nature morte di Giorgio Morandi al debutto in asta, una del 1948 (€ 800.000 – 1.200.000) e l’altra del 1960 (€ 600.000 – 800.000).

GLI ARTISTI INTERNAZIONALI NEL CATALOGO DI SOTHEBY’S ITALIA

Spazio poi alle ricerche internazionali, con Stanley Whitney (Untitled, 2007, € 50.000 – 70.000), John Chamberlain (Whimzee, 2006, € 120.000 – 180.000), Damien Hirst (Aminopterin, 2008, € 55.000-70.000) e George Condo (Fish Head, 1984, € 60.000 – 80.000). “Ormai da molti anni la nostra offerta di Arte Contemporanea a Milano è caratterizzata non solo da opere dei giganti dell’arte italiana, ma anche da importanti lavori di grandi artisti stranieri. I collezionisti italiani si sono sempre dimostrati coraggiosi e lungimiranti, riservando particolare attenzione alle opere di qualità di artisti italiani e internazionali”, segnala Marta Giani, Head of Italian Sales, Contemporary Art, Italia.

– Cristina Masturzo

Contemporary Auction
Sotheby’s Italia, Milano
Asta: 13 aprile 2022, 18:00
Esposizione: 8-12 aprile 2022
https://www.sothebys.com/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Cristina Masturzo
Cristina Masturzo è storica e critica d’arte, esperta di mercato dell’arte contemporanea, art writer e docente. Dal 2017 insegna Economia e Mercato dell'Arte e Comunicazione e Valorizzazione delle Collezioni al Master in Contemporary Art Markets di NABA, Nuova Accademia di Belle Arti a Milano. È responsabile e contributor dell’area di mercato dell’arte di Artribune Magazine. Nel 2020 è stata tra i coordinatori del Forum dell'arte contemporanea italiana. Collabora con il Dipartimento di Arti Visive di NABA (Milano, Roma) e con FM Centro per l’Arte Contemporanea (Milano) e segue come freelance progetti di ricerca sul sistema dell’arte e progetti editoriali indipendenti. Suoi testi sono stati pubblicati in magazine e cataloghi.