Artissima 2021: il programma e le novità dell’ultima fiera (forse) diretta da Ilaria Bonacossa

Dopo Flashback e The Others, è il momento di scoprire il programma della 28esima edizione di Artissima, prevista in presenza e online all’Oval di Torino dal 5 al 7 novembre 2021.

Artissima 2019, International Fair of Contemporary Art, Torino Photo: Perottino – Piva – Bottallo / Artissima
Artissima 2019, International Fair of Contemporary Art, Torino Photo: Perottino – Piva – Bottallo / Artissima

Con ottobre ormai alle porte, a  Torino si torna a parlare di settimana dell’arte novembrina. Dopo l’annuncio dei programmi di Flashback e The Others, entrambe previste dal 4 al 7 novembre 2021, ora è il momento di scoprire quello della fiera ammiraglia Artissima che potrebbe riservare qualche sorpresa in merito alla sua direzione nei prossimi anni. È tuttora in corso il bando di selezione per il triennio 2022/2024 (con possibilità di prorogare l’incarico per altri due anni), dopo la direzione quinquennale di Ilaria Bonacossa, alla guida della rassegna torinese dal 2017 che ha lasciato presagire un Bonacossa ter: “formalmente non c’è niente che impedisca che possa ripropormi. Sto ricevendo proposte, ma non andrei a lavorare in un’altra fiera”.

LA PROSSIMA EDIZIONE DI ARTISSIMA

In ogni caso, la 28esima edizione di Artissima, (forse) l’ultima sotto la direzione di Ilaria Bonacossa, si terrà da venerdì 5 a a domenica 7 novembre 2021 (senza una serata di opening ma con preview a invito il 4 novembre dalle 15 alle 20) in presenza e anche in modalità digitale, dopo l’annullamento della rassegna del 2020 a causa della pandemia; in alternativa, sulla piattaforma digitale XYZ sono state presentate le sezioni curate della fiera Back to the Future, Disegni e Present Future, insieme a una mostra diffusa che ha coinvolto diversi musei torinesi, mentre quest’anno sarà invece visibile online dal 4 a 9 novembre 2021 e fisicamente in tre mostre collettive allestite nel padiglione fieristico. Il tema della fiera 2021 (con l’immagine grafica curata sempre dal collettivo torinese Fionda) è Controtempo, termine impiegato in ambito musicale, “ma che nasce dall’esperienza dell’anno scorso”, spiega Bonacossa. “La cognizione del tempo è cambiata. Viviamo da quasi due anni alternando ritardi ad accelerazioni, aperture a restrizioni, aspettative a rielaborazioni. Il tempo della creazione e della fruizione dell’arte si sono inseguiti, a volte incontrati, trovando nuove dimensioni di condivisione”.

ESPOSITORI IN FIERA E NUOVO FOCUS HUB INDIA ALLA FONDAZIONE TORINO MUSEI

In fiera, all’interno dei 20mila mq espositivi dell’Oval diviso da corridoi più larghi (6m invece di 5) ci saranno 154 gallerie di 37 paesi con il 56% di presenze straniere (soprattutto Europa con punte di Sudamerica e tanta Italia), 3 mostre curate, 9 premi (con il nuovo Premio “ad occhi chiusi…” by Fondazione Merz dove si vince una residenza a Palermo e possibilità di mostra ai Cantieri Culturali della Zisa). La novità di quest’anno sarà Hub India – Maximum Minimum, un nuovo focus geografico con la curatela di Myna Mukherjee e Davide Quadrio, in collaborazione con Emami Art, che intende offrire una ricognizione sulle gallerie, le istituzioni e gli artisti attivi in un’area d’importanza capitale: in fiera le opere saranno in vendita mentre le mostre vere e proprie (di arte moderna indiana) saranno dislocate tra gli spazi della Fondazione Torino Musei, Palazzo Madama e Mao (accanto alle collezioni permanenti), e all’Accademia Albertina.

INTESA SANPAOLO NUOVO MAIN PARTNER DI ARTISSIMA

Tra le nuove partnership, quella con Intesa Sanpaolo si concretizzerà nella produzione di due mostre: una dedicata alle collezioni d’arte della Banca (prossime a inaugurare in primavera una nuova sede di Gallerie d’Italia anche a Torino) e l’altra, dal titolo Rimbalzi, alla promozione dell’Archivio Publifoto (questa anche online sul sito di Artissima dal 3 novembre al 5 dicembre 2021), entrambe ospitate negli spazi dell’Oval: di questa, una selezione di foto sarà esposta anche al piano terra del grattacielo. Gian Maria Gros-Pietro, Presidente Intesa Sanpaolo, ha commentato: “Il contributo della Banca allo sviluppo cittadino è sotto gli occhi di tutti con l’Innovation Center, la relazione con gli atenei piemontesi, il sostegno a tutte le principali istituzioni culturali in città, tra cui Artissima che presentiamo oggi, così come MITO SettembreMusica terminato domenica, Biennale Democrazia che inizia tra pochi giorni e subito dopo il Salone internazionale del Libro. Il Museo che aprirà in Piazza San Carlo, a Palazzo Turinetti dove tuttora la Banca ha la sua sede, darà un apporto straordinario alla vitalità e alla centralità della nostra regione. Ne avremo un’anticipazione con la mostra che presentiamo ad Artissima, uno degli eventi internazionali più rilevanti per Torino”.

PROGETTI SPECIALI IN FIERA

JaguArt, il viaggio alla ricerca di 10 giovani talenti delle arti visive attraverso l’Italia, nato nel 2019 dal dialogo tra Artissima e Jaguar, culmina con la proclamazione del vincitore assoluto e una mostra collettiva che coinvolge i 10 finalisti del talent allestita in fiera, con il pubblico invitato a votare il proprio artista preferito. Nel corso della fiera verranno presentati i lavori dei vincitori delle due edizioni del Torino Social Impact Art Award, programma di residenza per giovani artisti presso Combo. Ancora, un ciclo di talk dedicati, ArtVenture, per svelare le aziende di tutta Italia che fanno piccoli progetti artistici di promozione del territorio; Beyond Production, un nuovo progetto a tre mani (Artissima, Fondazione per l’Arte Moderna e Contemporanea CRT, OGR) dilatato nel tempo per indagare le ultime frontiere del digitale; i nuovi multipli di Alfabeto Treccani, realizzati da Loris Cecchini, Luisa Lambri, Ornaghi & Prestinari; la redazione mobile de Il Giornale dell’Arte che racconterà la fiera in diretta con un’edizione speciale.

PROGETTI SPECIALI IN CITTA’

6 CHAIRS è un progetto nato dalla partnership con il Gruppo UNA: una grande installazione dell’artista lituano Augustas Serapinas allestita nel sontuoso Salone delle Feste dell’hotel 5 stelle Principi di Piemonte | UNA Esperienze, in omaggio alle Nitto ATP Finals, il torneo mondiale di tennis che per 5 anni avrà sede a Torino da metà novembre: dopo Artissima il salone con le opere d’arte ospiterà la colazione degli atleti. Combo, ostello di nuova generazione e partner di Artissima dal 2018, si trasforma per questa edizione in una creative lounge della fiera per accogliere in centro città ospiti e pubblico durante le ore del giorno e della sera. Oltre alla fruizione della cucina e del bar, sarà possibile sperimentare ogni sera un contenuto artistico d’eccezione, tra musica, video e performance. Per finire, è previsto anche un bistrot insieme a Eataly con spazio verde annesso.

-Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).