Frieze Los Angeles, ARCOMadrid e le altre. 5 fiere da non perdere a febbraio 2020

Si parte da Rotterdam per poi volare in California o a Cape Town e Marrakech, tornando poi nuovamente in Europa facendo scalo in Spagna: ecco le fiere d’arte da non perdere nel breve e intenso mese di febbraio

Dopo un gennaio particolarmente intenso dal punto di vista del calendario fieristico internazionale – basti ricordare l’art week bolognese capitanata da Arte Fiera, l’Outsider Art Fair a New York, Untitled a San Francisco, London Art Fair e India Art Fair di cui abbiamo parlato qui –, febbraio non è da meno, anzi si presenta carico di appuntamenti sparsi su ben tre continenti. A partire da Art Rotterdam, per poi volare in California per Frieze Los Angeles (con le immancabili fiere collaterali) o a Cape Town per la sua art fair (che coincide con l’art week della Città degli Angeli). Si rimane in Africa ancora per alcuni giorni, questa volta per dirigersi a Marrakech per 1-54 Contemporary Art Fair, per infine tornare nuovamente in Europa, questa volta in Spagna, per la settimana dell’arte madrilena. Ecco le fiere da non perdere in questo breve ma intenso mese di febbraio. 

– Desirée Maida 

1. ART ROTTERDAM

Art Rotterdam 2017

21esima edizione per Art Rotterdam, che dal 6 a 9 febbraio tornerà ad animare i suggestivi spazi della Van Nellefabriek, ex stabilimento industriale sul fiume Schie. Tra le novità di quest’anno, sono le iniziative The Performance Show, Mural Machinepainting Show e citizenM Projections, quest’ultima dedicata alla videoarte. The Performance Show è il programma dedicato alla performance curato da Zippora Elders, direttore artistico di Kunstfort bij Vijfhuizen e co-curatore di sonbeek20-> 24. Anche Mural Machinepainting Show si configura come una performance: di fronte all’ingresso della fiera, un muro largo 12 metri e alto tre sarà dipinto dagli artisti Thomas Trum (1989), Ash Keating (1980, Australia) e Rutger de Vries aka Perongeluk, e per la precisione ognuno di loro sarà impegnato in giorni differenti. Dopo l’orario di chiusura della fiera, infatti, il muro viene sbiancato, così da permettere a un altro pittore di realizzare il proprio lavoro il giorno successivo. 

Rotterdam // dal 6 al 9 febbraio 2020
Art Rotterdam
Van Nellefabriek
Van Nelleweg 1
www.artrotterdam.com 

2. FRIEZE LOS ANGELES

Paul McCarthy, Daddies Tomato Ketchup @ Frieze Los Angeles, Projects

Dopo il successo dello scorso anno – dovuto anche alla curiosità tipica delle prime volte – Frieze Los Angeles torna nella Città degli Angeli per la sua seconda edizione, in programma dal 14 al 16 febbraio nei mitici studi hollywoodiani della Paramount. Sono oltre 70 le gallerie che parteciperanno alla Frieze LA 2020, suddivise tra Main Section, Frieze Projects e Focus LA, nuova sezione curata da Rita Gonzalez (Capo del Dipartimento di Arte Contemporanea dell’LACMA) che offre una piattaforma agli spazi emergenti con base a Los Angeles di età pari o inferiore a 15 anni. La sezione conterrà 13 gallerie, tra cui i nuovi arrivati ​​di Frieze Los Angeles as-is.la, la Charlie James Gallery, Overduin & Co. e Various Small Fires. Come già avvenuto lo scorso anno, Frieze Projects consisterà in una serie di installazioni curate da Rita Gonzalez e Pilar Tompkins Rivas (direttore del Vincent Price Art Museum) che trasformeranno l’iconico backlot degli studi Paramount in una vetrina artistica all’aperto.

Los Angeles // dal 14 al 16 febbraio 2020
Frieze Los Angeles
Hollywood, Paramount Pictures Studios
www.frieze.com

3. CAPE TOWN ART FAIR

Cape Town

Ottava edizione per Cape Town Art Fair, che quest’anno si svolgerà nelle stesse date di Frieze Los Angeles – ovvero dal 14 al 16 febbraio – al Cape Town International Convention Centre (CTICC). La rassegna negli ultimi anni è riuscita a trovare un suo posto di riguardo nell’agenda degli appuntamenti fieristici internazionali, diventando la fiera d’arte contemporanea più importante del Sud Africa. Un’occasione, questa, per promuovere e presentare l’arte africana agli attori dell’art system mondiale che accoreranno a Cape Town: “fornendo una piattaforma per mostrare le opere di artisti africani affermati ed emergenti ed esporre questi artisti a nuovi pubblici e collezionisti locali e internazionali, Investec Cape Town Art Fair ha la capacità di promuovere un mercato sostenibile per le arti nel continente”, spiega Laura Vincenti, direttrice di Investec Cape Town Art Fair. Le sezioni della fiera verranno curate da critici provenienti da istituzioni museali di tutto il mondo: Nkule Mabaso (Curatore alle Michaelis Galleries a Cape Town) e Luigi Fassi (Direttore artistico del MAN di Nuoro) cureranno Tomorrows / Today, sezione dedicata agli artisti emergenti e sottorappresentati. Portia Malatjie (Curatore aggiunto della Norval Foundation a Città del Capo) curerà la sezione SOLO, la sezione della Fiera che offre una visione più approfondita delle varie pratiche artistiche, mentre Tumelo Mosaka animerà il programma Talks. 

Cape Town // dal 14 al 16 febbraio 2020
Cape Town Art Fair
Cape Town International Convention Centre (CTICC)
www.investeccapetownartfair.co.za

4. 1-54 CONTEMPORARY AFRICAN ART FAIR

1-54 Contemporary Art Fair

Il 22 e il 23 febbraio sarà la volta di 1-54 Contemporary African Art Fair, fiera dedicata all’arte contemporanea africana in programma la cui edizione – la terza – di Marrakech (la fiera ha avamposti anche a Londra e New York) si terrà negli spazi dell’hotel a 5 stelle La Mamounia. Saranno 20 in tutto le gallerie partecipanti, provenienti da 10 paesi: Belgio, Costa d’Avorio, Egitto, Francia, Germania, Italia, Marocco, Senegal, Sudafrica e Regno Unito. La fiera quest’anno sarà accompagnata da 1-54 FORUM, programma di talks ed eventi della fiera che per la prima volta sarà curato da uno spazio artistico indipendente, The Showroom di Londra.

Marrakech // dal 22 al 23 febbraio 2020
1-54 Contemporary African Art Fair
La Mamounia Palace
Avenue Bab Jdid
www.1-54.com

5. ARCOMADRID

ARCOmadrid 2017

Saranno 209 in tutto, e provenienti da 30 paesi, le gallerie che parteciperanno alla 39esima edizione di ARCOMadrid, in programma dal 26 febbraio all’1 marzo presso i padiglioni 7 e 9 di IFEMA, a Madrid. Per la prima volta la fiera offrirà ai suoi visitatori un servizio speciale: la possibilità di effettuare visite guidate tra gli stand e le mostre proposte dalla rassegna, che quest’anno pone l’accento sulle sezioni curate mirate a mettere in risalto il lavoro degli artisti.  Il 35% delle gallerie parteciperà infatti a programmi che mettono in mostra uno o due artisti, trasformando gli stand in piccole mostre personali o bi-personali. Tema della fiera di quest’anno è It’s Just a Matter of Time, con una sezione curata da Alejandro Cesarco e Mason Leaver-Yap con Manuel Segade che analizzerà le pratiche artistiche attraverso il lavoro di Félix González-Torres.

Madrid // dal 26 febbraio all’1 marzo 2020
ARCOMadrid
IFEMA
www.ifema.es

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.