Artissima 2018: le interviste ai galleristi

Artissima 2018 è la seconda edizione sotto la direzione di Ilaria Bonacossa, una gestione che ha portato diversi cambiamenti, con quali risultati? Ci rispondo i galleristi espositori

Artissima 2018, ph. Irene Fanizza
Artissima 2018, ph. Irene Fanizza

Come sta andando Artissima? Abbiamo selezionato 10 gallerie e siamo andati a chiederlo a loro. A rispondere sono state sia le gallerie “veterane” che le new entries, spaziando tra le varie sezioni della fiera, da Present Future a Disegni. Ci sono le italiane come la veronese Artericambi, la romana Monitor, la veneziana A plus A Gallery, la bolognese Galleria Enrico Astuni e la napoletana-milanese Lia Rumma; e le straniere quali la brasiliana A Gentil Carioca, la tedesca Galerie Thomas Schulte, la giapponese MA2 Gallery, la tedesca PhilippvonRosenGalerie che ha esposto insieme alla fiorentina Galleria Gentili, fino alla ungherese Glassyard gallery. Tutte concordi nel sottolineare, ad esempio, l’incremento del pubblico. Alcune si sono sbilanciate sulle vendite, altre hanno preferito rimandare l’analisi dopo il ritorno nelle proprie città. Cosa hanno detto sulla qualità di Artissima 2018? Guardate l’intervista e traete voi le conclusioni.

– Ilaria Bulgarelli

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Ilaria Bulgarelli
Ilaria Bulgarelli (Roma, 1981) ha studiato presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, conseguendo la laurea triennale in Ingegneria Edile, poi presso “Sapienza Università di Roma”, per terminare i suoi studi con la laurea specialistica in Architettura. Un mix di studi scientifici e creativi che si vanno a fondere con la sua passione per l’arte. Sarà proprio questa passione a condurla verso l’arte contemporanea frequentando il Master of Art della LUISS Creative Business Center. Una formazione che le permette di curare mostre dal progetto curatoriale all’allestimento, collaborando così con artisti di arte contemporanea. È uno stage presso la redazione di “Rai Arte” e una collaborazione con l’ufficio stampa di MondoMostre, a portarla verso la comunicazione e il giornalismo.