A Lugano arriva Wopart, la fiera dedicata alle opere d’arte su carta

Si svolgerà a Lugano dal 14 al 17 settembre Wopart – Work on Paper Fair, la fiera dedicata alle opere d’arte su carta giunta alla sua seconda edizione. La rassegna quest’anno ospiterà oltre 60 gallerie provenienti da tutto il mondo, e proporrà opere che spaziano dai disegni antichi, stampe orientali e moderne, libri d’artista, fino alle fotografie d’autore e acquerelli

Wopart, Lugano. Edizione 2016
Wopart, Lugano. Edizione 2016

Nel sedicesimo secolo, l’artista e teorico Giorgio Vasari definiva il disegno “padre delle tre arti nostre, architettura, scultura e pittura” che, “procedendo dall’intelletto, cava di molte cose un giudizio universale, simile a una forma o vero idea di tutte le cose della natura”. Per secoli il disegno è stato considerato – e continua a essere – lo strumento privilegiato delle arti figurative, un momento creativo intimo e affascinante per fissare idee e immagini, avvalendosi generalmente del supporto cartaceo.

UNA FIERA DEDICATA ALLE OPERE D’ARTE SU CARTA

Proprio alla carta – o per meglio dire, alle opere d’arte su carta – è dedicata Wopart – Work on Paper Fair, la fiera internazionale giunta alla sua seconda edizione che si svolgerà al Centro Esposizioni di Lugano dal 14 al 17 settembre. Disegni antichi, stampe orientali e moderne, libri d’artista, fotografie d’autore e acquerelli, la rassegna diretta da Luigi Belluzzi ospiterà oltre sessanta gallerie provenienti da 11 paesi, selezionate da un comitato scientifico presieduto da Giandomenico Di Marzio e Paolo Manazza. La manifestazione conferma il sempre più crescente interesse da parte di collezionisti e appassionati nei confronti delle opere d’arte realizzate su supporto cartaceo. Tante le ragioni: l’accessibilità dei prezzi, l’ampiezza dell’offerta, la rivalutazione della stampa d’arte. “Negli ultimi 5 anni nelle aste a Londra e a New York sono passati di mano works on paper d’arte moderna e contemporanea per un controvalore di circa 180 milioni di dollari. E da questo conto sono escluse le opere su carta offerte nelle vendite di Old Master così come in quelle di Asian Art. È evidente che il segmento dei capolavori su carta rappresenta oggi una grande opportunità di investimento”, spiega ad Artribune Paolo Manazza. “Ma al di là dell’aspetto puramente finanziario, le emozioni che regala la carta sono impagabili. La libertà dell’artista è unica quando lavora su carta. L’idea di “Wopart” nasce proprio da simili considerazioni. E la seconda edizioni si annuncia ricchissima di straordinarie occasioni in tutti i segmenti della storia dell’arte: da quella antica alla moderna sino alla contemporanea”, conclude Manazza.

GLI EVENTI COLLATERALI: SPAZIO ALL’EDITORIA D’ARTE

Non solo Wopart. Durante i giorni della fiera, si svolgerà anche REAL, la prima Rassegna di Editoria d’Arte di Lugano, promossa e organizzata dalla libreria Choisi e dall’associazione culturale Turba, in collaborazione con la Galleria Daniele Agostini. L’evento si terrà giorno 16, dalle 11 alle 21 presso via Cattedrale a Lugano. La rassegna, a ingresso libero,  propone una panoramica sul mercato dell’editoria d’arte, dagli editori più tradizionali, che utilizzano la stampa a caratteri mobili, l’incisione e la rilegatura a mano, a case editrici specializzate in libri fotografici e libri d’artista contemporanei, con qualche incursione nel mondo dell’illustrazione e dei comics.

L’INTERESSE VERSO LA CARTA E LE FIERE DEL SETTORE

Quello delle opere d’arte su carta si conferma quindi un ambito culturale e commerciale che negli ultimi anni ha visto una crescita imperante. Quella di Lugano, infatti, non è l’unica fiera dedicata alla carta. A Madrid lo scorso febbraio si è svolta la seconda edizione di Drawing Room, la rassegna spagnola dedicata al disegno collaterale ad ARCO. E per il prossimo novembre è attesa ArtMadrid On Paper, appuntamento che punta i riflettori soprattutto su artisti, estetiche e produzioni contemporanee. Verrà dedicato un focus alla pratica artistica del disegno anche nella prossima edizione di Artissima: una delle sezioni della fiera si chiamerà proprio Disegni, con la curatela di Luís Silva e João Mourão, direttori della Kunsthalle Lissabon di Lisbona.

– Desirée Maida

Wopart – Work on Paper Fair
Dal 14 al 17 settembre 2017
Lugano, Centro Esposizioni
http://www.wopart.eu/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.