Il regista David Lynch a difesa della salute mentale del personale ospedaliero: ecco l’iniziativa

“Heal the Healers Now – Curiamoci di chi ci cura” è il programma di meditazione trascendentale attraverso il quale la David Lynch Foundation Italia vuole sostenere i medici e gli infermieri gravati dal forte stress che la gestione della pandemia ha causato loro nell’ultimo anno. 

David Lynch
David Lynch

A partire dall’inizio della pandemia i media hanno riportato le immagini e le testimonianze di un sistema sanitario sull’orlo del collasso, con la stanchezza e lo sfinimento del personale sanitario che si acuivano man mano che la situazione si aggravava. La sindrome di burnout sui medici (ovvero l’esaurimento o il crollo emotivo) era già stata segnalata da uno studio di Harvard come un fenomeno già molto diffuso prima dell’avvento del Covid-19, con il rischio di errori professionali, abuso di sostanze e addirittura suicidi: un malessere generalizzato le cui conseguenze possono ripercuotersi potenzialmente sulla salute collettiva. Per far fronte a questo problema, la David Lynch Foundation Italia, con sede a Lucca, ha lanciato Heal the Healers Now – Curiamoci di chi ci cura, un programma già attivo con successo negli Stati Uniti, presso il Weill Cornell Medical Center – New York Presbyterian Hospital di New York, che la fondazione vuole ora estendere a supporto dei medici e degli infermieri italiani.

LA DAVID LYNCH FOUNDATION ITALIA E LA MEDITAZIONE TRASCENDENTALE

Il progetto Heal the Healers Now – Curiamoci di chi ci cura consiste in un programma basato su un metodo facile e piacevole da imparare e da praticare, ovvero la Meditazione Trascendentale(MT). Si tratta di una tecnica che conduce al rilassamento della persona, producendo un profondo riposo metabolico combinato a una maggiore prontezza mentale. L’obiettivo è riuscire ad attingere alla propria forza interiore e raggiungere un sano equilibrio psicofisico senza dover ricorrere a farmaci o altre sostanze. “Meditare è come ricevere una piccola chiave dorata che apre la porta del tesoro dentro di noi, e in quel tesoro si trovano felicità illimitata, intelligenza illimitata, creatività illimitata, amore illimitato, energia illimitata, illimitata pace interiore … Queste qualità sono dentro ogni glorioso essere umano e si infondono in noi”, spiega David Lynch, che da anni attraverso la sua fondazione promuove l’insegnamento della MT nelle scuole e nei luoghi di lavoro.

HEAL THE HEALERS NOW: L’APPELLO DI DELFINA DELETTREZ FENDI

Questo progetto si concentra sulla cura del benessere fisico e mentale del singolo individuo e di tutti coloro che in qualunque modo dipendono dal suo star bene, dalla sua capacità di affrontare le sfide quotidiane resistendo allo stress e mantenendo lucidità ed equilibrio, con uno strumento chiamato meditazione trascendentale (MT)”, scrive in un appello Delfina Delettrez Fendi, direttore creativo dell’omonimo brand (settore gioielleria), nominata ambasciatrice del progetto. “Si tratta di un metodo utilizzato in tutto il mondo da persone di qualsiasi estrazione sociale, dai creativi ai businessman, dagli studenti ai medici, dai professionisti della finanza a quelli della comunicazione. Tra loro varie personalità quali Arianna Huffington (co-fondatrice, direttrice The Huffington Post), Ray Dalio (imprenditore, fondatore del più grande hedge fund del mondo), Martin Scorsese (regista), Oprah Winfrey (creatrice di talk show), Tom Hanks, Lady Gaga e molti altri”.

HEAL THE HEALERS NOW: COME DONARE

Con una lettera aperta, Delfina Delettrez Fendi ha invitato il pubblico a una call to action, sensibilizzando sulla problematica e invitando a donare per raggiungere al più presto l’obiettivo di 100 mila euro: in questo modo si potrà permettere al personale sanitario di sottoporsi gratuitamente al programma di meditazione trascendentale. Si può aderire alla raccolta di donazioni (detraibili per aziende e organizzazioni) sia attraverso il sito sia tramite bonifico da effettuare alla DLF ITALIA sul conto corrente. Qui i dati:

Intestazione DAVID LYNCH FOUNDATION ITALIA
Banca CREDITO VALTELLINESE
Codice IBAN IT24F0521603206000000001911
Causale: Heal the Healers (o anche Cura Chi Cura)
BIC / SWIFT BPCVIT2S

-Giulia Ronchi

https://www.davidlynchfoundationitalia.org/
Partecipa alla raccolta fondi
Acquista il volume di David Lynch

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.