MAXXI Know-How 2021: il museo del contemporaneo di Roma lancia i nuovi corsi di alta formazione

Nove corsi inizieranno a fine gennaio e si svolgeranno in parte online e in parte in presenza a L’Aquila (se le restrizioni lo permetteranno), in attesa di aprire la nuova sede museale. L’obiettivo è creare nuove e sempre più competenti figure professionali del mondo della cultura.

MAXXI, Esterno, Ph. MsacchioIanniello
MAXXI, Esterno, Ph. MsacchioIanniello

Curatela e progetti allestitivi, legislazione e gestione, progettazione, editoria, progetti educativi: sono alcuni dei temi al centro di MAXXI Know-How 2021, i corsi di alta formazione organizzati dal MAXXI – Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma che, avviati nel 2017, hanno raccolto l’adesione di oltre 800 giovani, (di cui 500 solo nel 2020). L’obiettivo è formare nuove professionalità insegnando loro ad affrontare la complessità del panorama culturale contemporaneo e le nuove sfide che stanno sorgendo in questo ambito. Le lezioni, che partiranno a fine gennaio, saranno tenute da esperti del settore e alterneranno la teoria a laboratori di sperimentazione. Si terranno in parte online e, dalla primavera (compatibilmente con le norme anticovid), in presenza a Palazzo Ardinghelli, nuova sede del MAXXI L’Aquila, che ha ultimato da tempo i lavori ma non ha ancora potuto inaugurare a causa dell’emergenza sanitaria. Ecco quali sono i corsi dell’offerta formativa del 2021 e quando partiranno.

Maxxi L'Aquila, ph. Luca Eleuteri
Maxxi L’Aquila, ph. Luca Eleuteri

MAXXI KNOW-HOW 2021: I CORSI DI ALTA FORMAZIONE

Il primo corso in programma è Legislazione e gestione dei beni culturali, che si svolgerà tramite webinar dal 26 al 29 gennaio. Seguiranno Indicatori culturali (diviso in due moduli, tra marzo e aprile), Digital Think-In Lab (giugno), Curare la collezione (settembre), Editoria d’arte e architettura (novembre). I corsi in presenza a L’Aquila, invece, saranno Città come cultura, sull’attuazione di strategie culturali capaci di agire sul territorio urbano (in primavera); Progettare l’effimero (rigenerazione e autocostruzione), sulla capacità dell’architettura di adattarsi alle esigenze del territorio, in programma tra maggio e giugno 2021; CORSO ESPORRE tra Roma e l’Aquila, che insegna le varie fasi di realizzazione di una mostra (si terrà a luglio tra le due città); e infine il Corso di Fotografia, previsto in autunno. I partecipanti di MAXXI Know-How 2021 saranno scelti attraverso una open call sul sito www.maxxi.art/formazione, con l’obiettivo di creare gruppi multidisciplinari che mettano in dialogo profili e competenze diverse.

MAXXI KNOW-HOW 2021: LA FORMAZIONE DEI PROFESSIONISTI

Mai come in questo momento, nel pieno della crisi pandemica, è importante la funzione formativa di un grande museo”, ha spiegato Pietro Barrera, Segretario generale del MAXXI, in merito alla necessità di educazione e formazione di questo particolare momento storico. “Nonostante le difficoltà del 2020, non abbiamo mai interrotto l’offerta formativa, anzi l’abbiamo implementata cogliendo l’opportunità delle piattaforme online. Formare significa investire sul futuro, dei giovani e della cultura, creando competenze non solo umanistiche ma anche tecnologiche e manageriali, sviluppando nuovi saperi e valorizzando nuovi mestieri. Insomma, scommettere sulla cultura per ricostruire l’Italia, la sua economia e il suo tessuto sociale”.

– Giulia Ronchi

Accedi all’offerta formativa
www.maxxi.art
[email protected]
info: 06.320.19.54

Dati correlati
Spazio espositivoMAXXI - MUSEO DELLE ARTI DEL XXI SECOLO
IndirizzoVia Guido Reni 4a - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.