Mostre a misura di bambino. 6 consigli

Non solo riservate agli adulti, alcune mostre possono rivelarsi ottime occasioni di apprendimento e svago anche per i più piccoli. Ve ne proponiamo una selezione fra gli eventi espositivi in corso, o in arrivo, nel Belpaese.

I bimbi sono avidi di sapere e soprattutto non hanno pregiudizi estetici. Così le mostre e le gallerie si trasformano in luoghi divertenti e fantastici. I più piccoli hanno la capacità di percepire tutti i tipi d’arte, per loro i colori della pittura, le forme e la scultura tridimensionale sono estremamente intriganti. Il segreto è non esagerare con le spiegazioni noiose, creare aspettative entusiasmanti e trasformare il museo in un luogo di scoperta.
Un bambino creativo è un bambino felice”, ripeteva Bruno Munari, individuando come sua opera più importante i laboratori per bambini. L’intuizione di Munari fu quella di trasformare il museo da luogo di passiva contemplazione dell’arte a luogo di giocosa esperienza, in cui i bambini possono partecipare attivamente utilizzando gli strumenti e le principali tecniche di espressione artistica. Nelle nostre città quest’autunno, sono in arrivo, o sono già in corso, le mostre dei grandi maestri; alcune sono studiate ad hoc per i più piccoli con percorsi, audioguide e laboratori, mentre altre, grazie alla loro immediatezza e poetica, le consigliamo semplicemente per abituare i bambini alla bellezza.

1. DENTRO CARAVAGGIO ‒ PALAZZO REALE ‒ MILANO

La mostra evento Dentro Caravaggio aprirà i battenti il 29 settembre (giorno di nascita del Merisi) e si pone l’obiettivo di analizzare il processo creativo e scavare nell’interiorità dell’artista. Fino al 28 gennaio 2018 saranno in mostra diciotto capolavori di Caravaggio riuniti qui per la prima volta tutti insieme. Provenienti dai maggiori musei italiani ed esteri, saranno affiancati dalle rispettive immagini radiografiche che consentono al pubblico di seguire e scoprire il percorso dell’artista, dall’idea alla realizzazione finale.
Perché andare con i bambini: Nell’ambito della mostra saranno organizzate tante attività con visite guidate e laboratori a cura dell’associazione AdArtem, come “
Storie di volti ed emozioni per bambini dai 4 ai 5 anni e Viaggio tra luci e ombre per bambini dai 6 ai 10 anni.

2. EGITTO. LA STRAORDINARIA SCOPERTA DEL FARAONE AMENOFI II ‒ MUDEC ‒ MILANO

Statua di Amenofi II in forma di sfinge, dal Tempio di Karnak (© The Egyptian Museum, Il Cairo) [Nr archiv. 68]

La mostra, tramite la figura del valoroso faraone Amenofi II e il periodo in cui visse (1427-1401 a.C.), ha lo scopo di presentare gli aspetti principali della civiltà dell’Antico Egitto. La vita di Amenofi II è narrata attraverso l’esposizione di statue, armi, stele commemorative ed evocazioni dell’Egitto di cui egli fu eroico protagonista. La sua instancabile attività militare ed edilizia e i paesaggi egiziani vengono richiamati virtualmente con esperienze immersive nelle atmosfere nilotiche. Un’esperienza unica permette di entrare nella sala a pilastri della tomba di Amenofi II e vivere la sensazionale scoperta archeologica di questa sepoltura nella Valle dei Re attraverso i documenti originali di Victor Loret, l’archeologo che la scoprì, oggi proprietà dell’Università Statale di Milano.
Perché andare con i bambini: L’obiettivo è “teletrasportare” il visitatore, in un tunnel di suoni, immagini e rimandi ai contenuti in mostra, nell’Antico Egitto del II millennio a.C. La mostra propone anche degli strumenti di interazione multimediale.

3. MIRÓ! SOGNO E COLORE ‒ PALAZZO CHIABLESE ‒ TORINO

Joan Miró al Palazzo Chiablese di Torino

In programma dal 4 ottobre a Palazzo Chiablese di Torino, qui ci saranno oltre 130 opere risalenti al periodo in cui Joan Miró si dedicò alla pittura quadridimensionale, alla scenografia e alle grandi sculture e alla mail art. Le opere, quasi tutti olii di grande formato, saranno esposte grazie al generosissimo prestito della Fundació Pilar i Joan Miró a Maiorca, che custodisce la maggior parte delle opere dell’artista catalano.
Perché andare con i bambini: Joan Miró ha sempre conservato lo stupore e la meraviglia della natura infantile, e proprio i bambini, con la loro fervida immaginazione, sono osservatori privilegiati della sua opera. I bambini saranno avvicinati alle immagini al fine di riconoscere, nel testo iconico-visivo, gli elementi essenziali della forma, del linguaggio, della tecnica e dello stile di un singolo artista per comprenderne il messaggio e la funzione con laboratori e visite della durata di 60 e 100 minuti. Linguaggio, metodologia di lavoro e contenuti saranno adeguati in base all’età dei destinatari. Al termine del percorso sarà fornito un dossier con approfondimenti e attività post mostra.

4. VAN GOGH. TRA IL GRANO E IL CIELO ‒ BASILICA PALLADIANA ‒ VICENZA

Van Gogh alla Basilica Palladiana di Vicenza

Van Gogh. Tra il grano e il cielo, in programma dal 7 ottobre fino all’8 aprile 2018, si propone come la più grande esposizione monografica sull’artista mai realizzata in Italia, con oltre 120 opere tra dipinti e disegni provenienti da tutto il mondo, per raccontare questo straordinario artista. I capolavori nella Basilica Palladiana a Vicenza catapulteranno lo spettatore nel laboratorio dell’anima di van Gogh, in quel luogo segreto, solo a lui noto, nel quale si sono formate le sue immagini. Nel progetto rientra anche un film originale, appositamente creato sulla vita e l’opera di van Gogh.
Van Gogh. Storia di una vita, questo il titolo del film avrà la durata di un’ora e sarà proiettato in una vera e propria sala cinema, studiata in ogni dettaglio tecnico e funzionale, all’interno della Basilica Palladiana, come ultima, grande stanza del percorso espositivo.
Perché andare con i bambini: La tavolozza dei colori chiara e accesa, piena di contrasti, e i soggetti, ancora figurativi, sono facilmente riconoscibili anche da un pubblico di bambini. E grazie al film documentario, arricchito dalle meravigliose immagini girate in tutti i luoghi di van Gogh, tra Provenza e Auvers, i più piccoli riusciranno a immaginare il contesto e a trovare similitudini con le opere.

5. MONET ‒ COMPLESSO DEL VITTORIANO ‒ ROMA

Monet al Vittoriano di Roma

Dal 19 ottobre 2017, il Complesso del Vittoriano ‒ Ala Brasini ospiterà una splendida mostra dedicata a Monet. L’esposizione, curata da Marianne Mathieu, comprende circa sessanta opere del padre dell’Impressionismo che racconteranno il lavoro del grande artista dalle celebri caricature fino alle monumentali Ninfee.
Perché andare con i bambini: Per l’immediatezza dell’Impressionismo. Sono dipinti che si spiegano da soli, che ci mostrano senza simbolismi o elucubrazioni l’emozione di chi li ha creati. Esprimono concetti semplici e universali come la bellezza dei pomeriggi estivi, la magia della luce del sole e lo strano fascino di Parigi. Sono inoltre previsti laboratori sul colore per bambini di diverse età.

6. DA VINCI EXPERIENCE ‒ CHIESA DI SANTO STEFANO AL PONTE ‒ FIRENZE

Femme au clair de lune alla chiesa di Santo Stefano al Ponte di Firenze

A Firenze la chiesa di Santo Stefano al Ponte ospita fino all’ 8 ottobre 2017 la mostra multimediale Da Vinci Experience; un omaggio al genio di Leonardo, i suoi progetti, le sue opere e le sue idee. Non solo spettacolo multimediale, ma una vera e propria mostra di opere d’arte: riproduzioni anastatiche dei codici e dei disegni di Leonardo e i modelli delle macchine leonardesche, a grandezza naturale e in scala.
Perché andare con i bambini: Per il progetto espositivo che si avvale di linguaggi comunicativi contemporanei, rivolti soprattutto ai più giovani. Il cuore della mostra è il format immersivo realizzato da Art Media Studio Firenze, che regala emozioni irripetibili grazie a centinaia di immagini digitalizzate ad alta definizione, d’inserti video in full HD e alla colonna sonora diffusa a 360° in dolby surround. Da non perdere poi la visione del cartone animato a tema Leonardo, nello spazio di percezione fisica e sensoriale dedicato al cinema 10D. Un box di sei posti per affacciarsi in un mondo fantastico con effetti speciali di luci, suoni, movimenti, acqua, vento, bolle di sapone.

– Valentina Pepe

Evento correlato
Nome eventoDentro Caravaggio
Vernissage28/09/2017 su invito
Duratadal 28/09/2017 al 04/02/2018
AutoreMichelangelo Merisi da Caravaggio
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoPALAZZO REALE
IndirizzoPiazza Del Duomo 12 - Milano - Lombardia
EditoreSKIRA
Evento correlato
Nome eventoEgitto. La straordinaria scoperta del Faraone Amenofi II
Vernissage12/09/2017 su invito
Duratadal 12/09/2017 al 07/01/2018
Generearcheologia
Spazio espositivoMUDEC - MUSEO DELLE CULTURE
IndirizzoVia Tortona 56 20144 - Milano - Lombardia
Editore24 ORE CULTURA
Evento correlato
Nome eventoMiró! Sogno e colore
Vernissage03/10/2017 su invito
Duratadal 03/10/2017 al 04/02/2018
AutoreJoan Miró
CuratorePilar Baos Rodríguez
Generipersonale, arte moderna
Spazio espositivoMUSEI REALI - PALAZZO CHIABLESE
IndirizzoPiazzetta Reale, 1 - 10122 - Torino - Piemonte
Evento correlato
Nome eventoVan Gogh. Tra il grano e il cielo
Vernissage04/10/2017 su invito
Duratadal 04/10/2017 al 08/04/2018
AutoreVincent Van Gogh
CuratoreMarco Goldin
Generipersonale, arte moderna
Spazio espositivoBASILICA PALLADIANA
IndirizzoPiazza Dei Signori - Vicenza - Veneto
EditoreLINEA D\'OMBRA LIBRI
Evento correlato
Nome eventoMonet
Vernissage18/10/2017 ore 18.30 su invito
Duratadal 18/10/2017 al 03/06/2018
AutoreClaude Monet
CuratoreMarianne Mathieu
Generipersonale, arte moderna
Spazio espositivoCOMPLESSO DEL VITTORIANO
IndirizzoVia Di San Pietro In Carcere - Roma - Lazio
Evento correlato
Nome eventoDa Vinci Experience
Vernissage12/05/2017
Duratadal 12/05/2017 al 04/11/2017
Generenew media
Spazio espositivoSANTO STEFANO AL PONTE
IndirizzoPiazza di Santo Stefano, 5 - Firenze - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Pepe
Giornalista e interior designer dopo la laurea in Lettere Moderne e Conservazione dei Beni Culturali, un master in design e arredamento si avvicina ai temi dell'architettura d’interni con grande passione e sensibilità, come tutti coloro che vantano profili trasversali. Ha collaborato con le principali testate italiane e blog di settore ed ha creato la sezione design per il portale fanpage.it. Attualmente lavora come regular contributor presso il settimanale Panorama edito dal gruppo Mondadori ed è autore e volto televisivo di un rotocalco di tendenze contemporanee in onda su Sky. Ama le sue tre figlie, il giallo e il profumo di gardenia.