Valentina Tanni alla Quadriennale di Roma: integrata dal MiBACT nel CdA della Fondazione

Il nuovo Consiglio di Amministrazione della Fondazione La Quadriennale di Roma, presieduto da Umberto Croppi, si era già insediato nell’ottobre 2019. Mancava la nomina del Comune che ha scelto un membro dello staff di Artribune attento alle culture del web

Valentina Tanni
Valentina Tanni

Un decreto del Ministro per i Beni culturali inserisce la nostra Valentina Tanni nel Consiglio di amministrazione della Fondazione La Quadriennale di Roma. Lo ha firmato Dario Franceschini lo scorso 23 novembre a integrazione del decreto del 12 agosto 2019 in cui stabiliva i consiglieri nelle persone di Fabio Mongelli e Lorenzo Micheli Gigotti, rispettivamente in rappresentanza del MiBACT e della Regione Lazio. Il Comune di Roma, invece, non aveva ancora provveduto alla nomina di sua competenza, secondo quanto previsto dalla Statuto della Fondazione, dove si legge che “il Consiglio di amministrazione dura in  carica  quattro  anni  ed è composto  dal  Presidente  e  da  tre  a  quattro  componenti:  da  un consigliere designato dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e da un consigliere designato dal  Comune  di  Roma  in  qualità di  partecipanti  di  diritto, ai  sensi  dell’articolo  4,  comma  2, dello  Statuto;  da  un  consigliere  designato  dalla  Regione  Lazio  in  qualità di  partecipante principale, ai sensi dell’articolo 4, comma 3 dello Statuto; da un consigliere designato da un partecipante  principale  o  da  un  partecipante  qualora  si  verifichino  le  condizioni  di  cui rispettivamente all’articolo4, comma 3 o all’articolo 4, comma 4 dello Statuto”.

LA NOMINA DI VALENTINA TANNI NEL CDA DELLA QUADRIENNALE DI ROMA

Dopo la nomina da parte del MiBACT di Umberto Croppi in qualità di presidente, avvenuta il 7 agosto 2019 e l’elezione a presidente onorario di Franco Bernabè, già presidente del precedente CdA, La Quadriennale di Roma si arricchisce di un’altra preziosa risorsa. “Sono piacevolmente sorpresa e onorata di questa nomina. Roma è la città dove sono nata e dove ho vissuto gran parte della mia vita, per questo sono felice di dare il mio contributo all’attività di un’istituzione come La Quadriennale”, ha commentato Valentina Tanni, “Una realtà radicata nel territorio che getta però il suo sguardo anche sul panorama internazionale; che ha una storia antica e prestigiosa ma non smette di cercare nuove vie per rinnovarsi e perseguire la sua missione di sostegno e promozione dell’arte contemporanea nel nostro paese. Una missione da sempre cruciale per lo sviluppo culturale e sociale”.
“La nomina di Valentina Tanni nel cda della Fondazione Quadriennale”, ha dichiarato Croppi, “completa il quadro delle rappresentanze dei tre partner istituzionali (Mibact, Regione Lazio e Comune di Roma). Sono molto felice sia per il profilo professionale e le doti personali della designata, sia perché questo atto avviene in un momento delicato e importante per l’istituzione, pronta ad affrontare un futuro di crescita, a partire dalla mostra in corso al Palazzo delle Esposizioni”.

LA QUADRIENNALE DI ROMA

La Fondazione La Quadriennale di Roma è, infatti, l’istituzione per l’arte italiana legata alla storica esposizione della Quadriennale d’arte, fondazione partecipata dallo Stato attraverso il MiBACT, la Regione Lazio e Roma Capitale. Oltre alla Quadriennale d’arte – la grande rassegna espositiva che dal 1931 si tiene ogni quattro anni nella sede di Palazzo delle Esposizioni – e all’archivio aperto al pubblico presso la sede di Villa Carpegna, l’istituzione nell’ultimo triennio 2018-2020, con la nomina di Sarah Cosulich alla direzione artistica, ha allargato la sua missione di promozione dell’arte italiana a due nuove funzioni focalizzate sulla formazione di giovani artisti e curatori attraverso i workshop itineranti di Q-RATED e il sostegno all’arte italiana all’estero attraverso il fondo Q-INTERNATIONAL. Ora la nuova mostra FUORI della Quadriennale di Roma, chiusa per decreto a pochi giorni dal vernissage, è migrata online con un programma ricco di video, podcast, visite guidate, performance, playlist musicali, gallerie fotografiche e rubriche di approfondimento: una dimensione virtuale che trarrà sicuramente beneficio da un’esperta del settore come Valentina Tanni.

CHI È VALENTINA TANNI

Nata a Roma e laureata presso La Sapienza con una tesi sulla Net Art, Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente del rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Nel 2001 ha fondato Random Magazine, una delle prime rubriche online interamente dedicate alla Net Art e ha partecipato alla fondazione di Artribune, progetto editoriale a cui partecipa tuttora come membro dello staff di direzione, social media strategist e responsabile dei contenuti video. Ha curato numerose mostre collettive, tra cui la sezione di Net Art di Media Connection (Roma e Milano, 2001), Netizens (Roma, 2002), L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati (Siracusa, 2003), Maps and Legends. When Photography Met the Web (Roma, 2010), Datascapes (Roma, 2011), Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing (Roma, 2012), Nothing to See Here (Milano, 2013), Eternal September (Lubiana, 2014), Stop and Go. The Art of Animated Gifs (Roma, 2016 / Lubiana 2018) e molte mostre personali. Collabora con diversi festival di arti digitali, in veste di curatore, consulente o giurato, ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione Fotografia e Nuovi Media (edizioni 2010-11-12). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private (Università di Roma La Sapienza, LUISS, Istituto Europeo di Design, Fondazione Modena Arti Visive). Attualmente è docente di Digital Art nel corso di Laurea in Digital and Interaction Design al Politecnico di Milano e docente di Culture Digitali alla NABA – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma.

– Claudia Giraud

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).