Bando per artisti under 35 in Biennale. In palio mostra nel Padiglione Venezia

Su iniziativa del Comune, in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia, nasce il concorso Artefici del nostro tempo, dedicato ai giovani artisti emergenti. In palio un posto alla prossima Biennale Arte

Padiglione Venezia
Padiglione Venezia

Giovani artisti emergenti avranno un posto di rilievo alla Biennale di Venezia. Succederà durante la prossima edizione, grazie ad un concorso nato su iniziativa del Comune in collaborazione con la Fondazione Musei Civici di Venezia. “Un progetto ed un impegno concreto” ha dichiarato il sindaco Luigi Brugnaro, annunciando il bando Artefici del nostro tempo, rivolto a quei giovani artisti emergenti che abbiano voglia “di affrontare, attraverso l’arte, il tema dell’attualità del tempo che stiamo vivendo in linea con ‘May You Live in Interesting Time’, titolo della prossima Biennale Arti Visive 2019“.

LARGO AI GIOVANI

La più prestigiosa vetrina mondiale sull’arte contemporanea riserverà, dunque, uno spazio speciale all’interno del Padiglione Venezia ai sei vincitori di Artefici del nostro tempo, e le loro opere saranno allestite a Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna. “Viviamo davvero in tempi interessanti e i giovani ne sono i principali protagonisti. Vogliamo sentire la loro voce, vedere la loro creatività all’opera e sostenerli nelle loro espressioni, fino a farli entrare nei grandi circuiti dell’arte”, ha commentato la Presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia Mariacristina Gribaudi. “Bene quindi l’idea del Sindaco Brugnaro di dare un’occasione a tanti giovani. A loro il compito di raccogliere la sfida“.

LE SEZIONI

Il concorso è diviso in sei sezioni – poesia visiva, video clip musicali, street art, pittura, fumetto e fotografia – e prevede la selezione di 10 opere di giovani artisti – di età compresa tra i 18 e i 35 anni che sono o nati o residenti o che studiano o lavorano in Italia -, realizzate da singoli artisti o collettivi di artisti per ciascuna delle sei discipline. Oltre all’occasione espositiva il concorso offre ai vincitori un premio in denaro: il primo classificato per ciascuna categoria riceverà un premio pari 3mila euro; il secondo classificato pari ad 2mila euro e il terzo classificato pari a 1000 euro. Potrà essere attribuito un premio speciale in denaro a tre artisti che, pur non risultando vincitori nella propria disciplina, si sono comunque distinti e sono stati particolarmente apprezzati dalla giuria. C’è tempo fino al 21 marzo 2019 per partecipare.

-Claudia Giraud

http://jobs.artribune.com/competitions/artefici-del-nostro-tempo-concorso-giovani-artisti/2858.php

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).