Open Spaces Magazine. Una finestra sul mondo della natura

Uscito il primo numero di Open Spaces. Si tratta di magazine semestrale incentrato sull’intersezione tra arte, viaggi e vita all’aria aperta.

Open Space Magazine
Open Space Magazine

Open Spaces debutta con la sua prima uscita in un anno difficile. Un anno di ripartenza e di consapevolezza. Un periodo in cui la natura è tornata a mancarci, così come la voglia di stare fuori, all’aperto, nel verde. Il potere degli spazi all’aperto – spiega Yara Akkari, l’editor del nuovo magazine – non è assolutamente da sottovalutare, anzi, la sua rivista nasce proprio dall’esigenza e dalla volontà di esplorare la connessione tra arte, natura ed esseri umani. Il magazine è strutturato come un viaggio, attraverso il quale possiamo osservare come la complessa bellezza della natura sia di ispirazione per la generazione di artisti della Land art. Ed è proprio la Land art, una forma d’arte contemporanea sorta negli Stati Uniti d’America negli anni Sessanta, ad essere al centro del primo numero del magazine.

LA NUOVA RIVISTA OPEN SPACES. I CONTENUTI

Open Spaces viene introdotta da Jenni Stablein, che ci racconta della sua grande passione per le nuvole e della creazione del suo account Instagram Cloudbusters nato dalla necessità di muovere una forte critica nei confronti dell’utilizzo del social media, utilizzando le nuvole – protagoniste di altri tre articoli del magazine – come via di fuga dal contesto. La rivista vuole anche fornire consigli di viaggio ai suoi lettori, attraverso articoli, interviste e testimonianze. Tra queste ritroviamo l’esperienza della stessa editor, Yara Akkari, che descrive alcune delle mete montane più belle d’Italia. Nel magazine viene dato poi spazio ad una descrizione più accademica della Land Art: al confine tra arte e natura incontaminata.

Open Space Magazine
Open Space Magazine

LA NUOVA RIVISTA OPEN SPACES. LO STILE

Open Spaces si caratterizza per un stile di scrittura attuale, rivolto principalmente ad un target giovane, interessato a tematiche artistiche e di viaggio. La rivista, che viene pubblicata con cadenza semestrale, ospita articoli con format variegati: interviste, report di viaggi e approfondimenti. Leggermente diverso, invece, l’articolo Landscape of color, che indaga la tematica razziale riferita all’ambiente; la scelta di inserire un articolo a sfondo più sociale si distacca dalla linea generale del magazine.

Open Space Magazine
Open Space Magazine

LA NUOVA RIVISTA OPEN SPACES. LE IMMAGINI

Open Spaces Magazine, attraverso le fotografie d’autore presenti al suo interno, offre al lettore un viaggio immersivo nello spazio e nel tempo del nostro pianeta. Le diverse immagini, infatti, permettono di immedesimarsi nella lente dell’artista, lasciando un forte desiderio di scoperta e di viaggio verso nuove mete. Sicuramente non si tratta di una rivista con dei confini delineati. Anzi, come gli immensi paesaggi che racchiude nelle sue pagine, Open Spaces è un viaggio che punta alla scoperta. Mantenendo un bel bilanciamento tra arte, natura e attenzione ad argomenti più sociali. In attesa del numero 2 della pubblicazione.

– Giulia Di Artoni, Ludovico Fardelli, Camilla Nardini, Caterina Stanizzi

Articolo-esercitazione del corso “Arte ed Editoria Digitale” presso IULM – anno accademico 2021/22

https://openspacesmag.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.