6 libri per 6 anelli del sistema dell’arte

Achille Bonito Oliva l’ha definito una catena di Sant’Antonio. Da allora il sistema dell’arte si è complicato parecchio, ma i fondamentali sono sempre quelli. Alcuni, non tutti, sono raccontati in questi sei libri.

Mancano gli artisti, che sono l’alfa e l’omega di ogni sistema dell’arte. Chiarissimo. Proprio per questo non potevamo inserirli in questa panoramica, perché meritano uno – anzi: parecchi – articoli specificamente dedicati a loro. Qui invece abbiamo considerato sei momenti e figure del sistema dell’arte. In altrettanti libri che ne analizzano il ruolo o ne tratteggiano incarnazioni eccellenti.

– Marco Enrico Giacomelli

1. LA TEORIA

Giovanni Ferrario (a cura di) – Estetica dell’arte contemporanea (Meltemi, Milano 2019)

Non c’è nulla da fare: ogni tanto occorre tornare ai concetti basilari, per ritrovare i fondamenti e riattualizzarli. Magari è impopolare, ma va fatto. Qui lo si fa in maniera eccellente, coinvolgendo penne e menti sopraffine come Fulvio Carmagnola e Maddalena Mazzocut-Mis, Roberto Diodato e Stefano Velotti, che lavorano sui concetti-valigia di gusto, bello, brutto, percezione, mimesi, forma, tecnica, media, immaginazione, tempo.

Giovanni Ferrario (a cura di) – Estetica dell’arte contemporanea
Meltemi, Milano 2019
Pagg. 266, € 24
ISBN 9788883538575
www.meltemieditore.it

2. IL CURATORE

Gianni Romano (a cura di) – Become a Curator (Postmedia Books, Milano 2019)

Ammesso che veramente vogliate imbarcarvi in questa “carriera” così complicata e che vogliate farlo con cognizione di causa – insomma, se volete fare i curatori, questo libro curato (appunto!) da Gianni Romano va letto. Con saggi di tredici professionisti (fra cui Massimiliano Gioni, Boris Groys, Hans Ulrich Obrist) e una chiusa di Adrian Paci.

Gianni Romano (a cura di) – Become a Curator
Postmedia Books, Milano 2019
Pagg. 262, € 29
ISBN 9788874902071
www.postmediabooks.it

3. IL GALLERISTA

Alan Jones & Laura De Coppet – I galleristi di New York (Castelvecchi, Roma 2019)

Trentacinque voci da altrettante storiche gallerie newyorchesi. Non le classiche interviste domanda-e-risposta, ma una decina di pagine per ogni interlocutore in testi scorrevoli, in prima persona, frutto dell’editing di ore di conversazione. Ci sono tutti? Quasi. Larry Gagosian, lo “squalo”, si è sottratto.

Alan Jones & Laura De Coppet – I galleristi di New York
Castelvecchi, Roma 2019
Pagg. 334, € 29
www.castelvecchieditore.com

4. LE MOSTRE

Bruno Bandini & Beatrice Buscaroli – Le 100 mostre che sconvolsero il mondo (24 Ore Cultura, Milano 2019)

Disciplina giovane e vivace, la storia delle mostre. Dal saggio di Roberto Pinto (Nuove geografie artistiche, Postmedia Books 2012) al monumentale lavoro di Bruce Altshuler (Salon to Biennial, 2008; Biennials and Beyond, 2013 – entrambi per Phaidon), mancava uno strumento agile e divulgativo, che andasse dal Salon des Refusés del 1863 al XXI secolo. È l’impresa in cui si sono imbarcati, riuscendo anche ad attraccare, Bruno Bandini e Beatrice Buscaroli.

Bruno Bandini & Beatrice Buscaroli – Le 100 mostre che sconvolsero il mondo
24 Ore Cultura, Milano 2019
Pagg. 224, € 29
ISBN 9788866484134
www.24orecultura.com

5. IL COLLEZIONISTA

Irina Zucca Alessandrelli (a cura di) – Disegno italiano del XX secolo. Opere su carta della Collezione Ramo (Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2019)

È scomparso il 25 agosto 2018 Giuseppe Rabolini, fondatore dell’azienda orafa Pomellato e animatore della straordinaria Collezione Ramo, interamente dedicata al disegno (inteso come opera realizzata su carta, a matita, guazzo, tempera, pennarello e collage) e per diverso tempo curata dall’ottima Irina Zucca Alessandrelli. Una collezione riservata quanto il suo proprietario, che però negli ultimissimi anni si era aperta al pubblico godimento, con una progressiva distensione che è andata da mostre riservate ai guest durante i giorni della fiera milanese miart fino alla importante rassegna Chi ha paura del disegno?, allestita al Museo del Novecento. Degna chiusura (metaforica, s’intende) del cerchio è questo importante tomo che ripercorre la collezione, in immagini e saggi. Libro che si apre con Medardo Rosso e Adolfo Wildt e arriva alle soglie degli Anni Ottanta in esattamente 560 opere.

Irina Zucca Alessandrelli (a cura di) – Disegno italiano del XX secolo. Opere su carta della Collezione Ramo
Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo 2019
Pagg. 408, € 70
ISBN 9788836641161
www.silvanaeditoriale.it

6. LA DIDATTICA

Antonello Tolve – Istruzione e catastrofe. Pedagogia e didattica dell’arte al tempo dell’analfabetismo strumentale (Kappabit, Roma 2019)

Sono in gran parte minisaggi scritti per la (ex) rubrica Educational di Artribune, quelli qui raccolti dal suo autore. Il filo rosso è, come recita il sottotitolo, pedagogia e didattica dell’arte al tempo dell’analfabetismo strumentale. Un viaggio che porta da Giulio Carlo Argan a Leo Lionni, dalla Biennale di Venezia all’H-Campus.

Antonello Tolve – Istruzione e catastrofe. Pedagogia e didattica dell’arte al tempo dell’analfabetismo strumentale
Kappabit, Roma 2019
Pagg. 96, € 15
ISBN 9788894361841
edizionikappabit.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.