The Art Chapter 2019. A BASE Milano la terza edizione della fiera dell’editoria d’arte

Nata dalla sinergia del progetto culturale BASE e di Studio Boîte, la fiera indaga il rapporto tra arte ed editoria, attraverso incontri, mostre e il lavoro di oltre 30 espositori provenienti da tutto il mondo

The Art Chapter 2018 - ph. ROAR studio
The Art Chapter 2018 - ph. ROAR studio

Continua a indagare e sperimentare il rapporto tra arte ed editoria The Art Chapter, fiera a cura di Studio Boîte dedicata al libro d’arte e la cui terza edizione si svolgerà dal 15 al 17 novembre presso BASE Milano, spazio dedicato alla creatività contemporanea nato nel 2016 negli storici spazi dell’ex Ansaldo, riqualificati in tempi record da Comune di Milano e Arci Milano, Avanzi, esterni, h+, Make a Cube³ – vincitori del bando pubblico – su progetto architettonico di Onsitestudio. BASE ospita e incuba imprese nell’ambito del design, del cinema, dell’arte, della moda e della tecnologia, con l’obiettivo di promuovere l’innovazione nelle industrie creative, incentivare la contaminazione fra arti, linguaggi e pubblici. E in linea con la visione di BASE è anche la fiera d’editoria d’arte che quest’anno si svolge durante Book City Milano e Photo Vogue Festival.

THA ART CITY CHAPTER E BASE MILANO 

“Base è un centro culturale che va a posizionarsi in maniera ‘non verticale’ sulle discipline con lo scopo di scoprire nuovi linguaggi, creando così connessioni tra diversi ambiti dell’arte e della cultura”,racconta ad Artribune Giulia Cugnasca, Project Manager di BASE Milano. “Nella costruzione di BASE, una parte importante l’ha avuta la definizione delle community e delle industrie creative e culturali, riuscendo così a costruire un mondo dedicato all’editoria e all’illustrazione. Il nostro desiderio infatti era quello di analizzare i linguaggi che andassero alla ricerca delle proprie origini, allontanandosi dal mondo digitale. Da qui arriva quindi l’idea di creare una fiera del libro d’arte che andasse ad analizzare tutte le declinazioni che il binomio ‘arte-editoria’ fa trasparire: l’autoproduzione, la free press, la tipografia. E tutto questo nasce attraverso la community che abbiamo costruito negli ultimi anni”.

THE ART CHAPTER 2019

L’edizione di quest’anno di The Art Chapter conta della partecipazione di 30 espositori nazionali e internazionali (qui l’elenco completo), oltre a un programma di incontri con editori, artisti e professionisti del settore (Per un’editoria condivisa: i canali di diffusione e circolazione dell’editoria d’arte; Progettazione Condivisa: nuovi modelli di creazione editoriale; Chippendale Studio: Un’esperienza di editoria partecipata; Magazine d’arte e di fotografia: pratiche e prospettive; Fuoriregistro. Può l’arte rendere l’educazione più creativa?). Tra gli eventi in programma, è anche la mostra Per que neau? – esercizi di stile. Sperimentazioni editoriali omaggianti l’opera di Raymond Queneau, a cura degli studenti della Facoltà di Design e Arti della Libera Università di Bolzano con Pietro Corraini, Gianluca Camillini e Valerio Burgio.

 – Desirée Maida

Milano // dal 15 al 17 novembre 2019
The Art Chapter – Milano art book fair
BASE
Via Bergognone 34
www.base.milano.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.