7 libri per sapere tutto sulle mappe

Tutti pazzi per infografiche, data visualization e giornalismo grafico. Ma come comincia la storia? Con la rappresentazione del proprio ambiente, ovvero con le mappe.

1. COME DOVE QUANDO

Map. Exploring the World (Phaidon, Londra 2015)

Si fa presto a dire mappa, ma sono 5mila anni che le innoviamo da ogni punto di vista: basti pensare a come è cambiata la mappa “politica” del mondo negli ultimi due secoli. Da Gerardus Mercator a Google Earth, qui ne trovate 300 magnifici esempi.

Map: Exploring the World
Phaidon, Londra 2015
Pagg. 352, € 49,95
ISBN 9780714869445
www.phaidon.com

2. COME DOVE QUANDO – CHILDREN VERSION

Aleksandra & Daniel Mizielinski – Mappe (ElectaKids, Milano 2016)

Come spiegare ai bambini che le mappe non sono per sempre? Questo immarcescibile longseller è stato aggiornato nel 2016 con ben 16 nuovi Paesi. Per non parlare di quelli che scompaiono…

Aleksandra & Daniel Mizielinski – Mappe
ElectaKids, Milano 20162
Pagg. 144, € 25
ISBN 9788891808660
www.electa.it

3. ALTRO CHE TERRAPIATTISTI

Guillaume Duprat – Il libro delle terre immaginate (L’Ippocampo Ragazzi, Milano 2009)

Dilettanti: ecco cosa sono i terrapiattisti. Basta guardare cosa ci siamo inventati nel corso dei secoli. Ad esempio: la Terra concepita come un vassoio poggiato sul dorso di tori… blu!

Guillaume Duprat – Il libro delle terre immaginate
L’Ippocampo Ragazzi, Milano 2009
Pagg. 64, € 19,90
ISBN 9788895363318
www.ippocampoedizioni.it

4. CARTE DELLA FANTASIA

Laura Miller (a cura di) – Atlante dei luoghi letterari (Rizzoli, Milano 2018)

Le terre possono essere leggendarie, mitologiche, fantastiche, e possono essere dotate di inaudite caratteristiche morfologiche e architettoniche. Come le 99 narrate in altrettanti testi letterari, che Laura Miller ha pazientemente raccolto.

Laura Miller (a cura di) – Atlante dei luoghi letterari
Rizzoli, Milano 2018
Pagg. 320, € 35
ISBN 9788891814654
www.electa.it

5. CONCENTRATEVI

Lorenza Pignatti (a cura di) – Mind the Map (Postmedia Books, Milano 2011)

Vogliamo anche studiare un poco? Qui trovate brevi e intelligenti saggi sul tema mappe-e-dintorni. Consiglio spassionato: cominciate dal fondo, dalle pagine uscite dalla penna di Trevor Paglen.

Lorenza Pignatti (a cura di) – Mind the Map
Postmedia Books, Milano 2011
Pagg. 96, € 12,60
ISBN 9788874900589
www.postmediabooks.it

6. E GLI ARTISTI?

Hans Ulrich Obrist (a cura di) – Mapping It Out (Thames & Hudson, Londra New York 2014)

Molti artisti contemporanei hanno accettato la sfida cartografica, che è una sfida anche e soprattutto estetica, concettuale, politica. Cos’ha fatto il mitico Hans Ulrich Obrist? Beh, li ha… mappati.

Hans Ulrich Obrist (a cura di) – Mapping It Out
Thames & Hudson, Londra-New York 2014
Pagg. 239, £ 24,95
ISBN 9780500239186
thamesandhudson.com

7. CHI SE NON LUI?

Alighiero Boetti, Mappa, 1984. Courtesy Christie’s

Se diciamo “mappe” e ci occupiamo d’arte, a chi pensiamo? Ad Alighiero Boetti, naturalmente. Questo è il libro più giusto per approfondire il tema: breve, preciso, esauriente.

Luca Cerizza – Le mappe di Alighiero e Boetti
Electa, Milano 2009
Pagg. 96, € 15
ISBN 9788837068233
www.electa.it

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #47

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.