La 16. Mostra Internazionale di Architettura in 10 cataloghi

Ancora una manciata di settimane per visitare “Freespace”, la Biennale Architettura 2018 curata da Yvonne Farrell e Shelley McNamara. Per approfondire alcune delle esperienze presentate, abbiamo scelto i libri associati a dieci padiglioni nazionali.

1. GRAN BRETAGNA

Adam Caruso, Peter St John, Marcus Taylor (a cura di) – Island (The Store X The Spaces, Londra 2018)

Non devi aver paura. L’isola è piena di rumori, Suoni e dolci arie che danno piacere e non fanno male. È da questo passaggio della Tempesta di Shakespeare che è nato il coraggioso concept di Island, piattaforma–zattera sorretta da un sistema di impalcature al di sopra del Padiglione britannico. Non stupisce dunque che una riproduzione del capolavoro shakespeariano sia al centro, letteralmente, del catalogo che accompagna la partecipazione britannica a questa Biennale. Un elegante volume di 240 pagine in cui il trio di curatori Adam Caruso, Peter St John e Marcus Taylor ha raccolto poesie, racconti, immagini e saggi che hanno ispirato il progetto. Il tutto impreziosito dalla raffinata veste grafica pensata da John Morgan in omaggio alla prima edizione dell’Ulisse di Joyce, la cui copertina dal titolo in bianco su sfondo blu fu descritta come “una catena di isole bianche nel mare blu”.

Adam Caruso, Peter St John, Marcus Taylor (a cura di) – Island
The Store X The Spaces, Londra 2018
Pagg. 238, £ 30
ISBN 9780957391468
venicebiennale.britishcouncil.org
www.thespaces.com
www.thestores.com

2. SVIZZERA

Adam Jasper (a cura di) – House Tour. Views of the Unfurnished Interior (Park Books, Zurigo 2018)

Alzi la mano chi non si è fatto immortalare aprendo una delle porte lillipuziane di Svizzera 240: House Tour, surreale successione di comuni interni domestici in scale diverse. Eppure, dietro l’installazione più instagrammata della Biennale Architettura 2018, premiata con il Leone d’Oro per la migliore partecipazione nazionale, c’è una ricerca rigorosa sull’ubiquità degli alloggi contemporanei e delle loro immagini diffuse dai media. Come testimonia il ricco catalogo pubblicato da Park Books in collaborazione con Adam Jasper e Studio Martin Stoecklin. L’introduzione è affidata a un essay fotografico sugli appartamenti svizzeri contemporanei, ossessivo atlante di “volumi di 240 cm con pareti bianche, battiscopa, pavimento in legno o piastrelle e componenti standardizzati” tratti dai siti internet di studi di progettazione. Sedici saggi, firmati da storici dell’architettura, ricercatori e antropologi, approfondiscono poi il paesaggio dell’interno contemporaneo, svelando le logiche nascoste dietro la loro estetica standardizzata, la rappresentazione senza arredi e il rito della “visita della casa”.

Adam Jasper (a cura di) – House Tour. Views of the Unfurnished Interior
Park Books, Zurigo 2018
Pagg. 168, € 38
ISBN 9783038601142
www.svizzera240.ch
www.prohelvetia.ch
www.park-books.com

3. GIAPPONE

Momoyo Kaijima, Laurent Stalder, Yu Iseki (a cura di) – Architectural Ethnography – Japanese Pavilion Venice Biennale 2018 (TOTO Publishing, Tokyo 2018)

Curato dalla co-fondatrice di Atelier Bow-Wow Momoyo Kaijima insieme a Laurent Stalder e Yu Iseki, Architectural Ethnography esplora la relazione tra ambiente costruito, comportamenti e usi dei suoi utenti in una serie di disegni realizzati da 42 autori internazionali. Se per osservare i dettagli costruttivi, i diagrammi, i fumetti, le mappe e gli studi urbani in mostra nella wunderkammer allestita nel padiglione giapponese è necessario l’ausilio di lenti di ingrandimento o binocoli, le loro riproduzioni si possono invece comodamente sfogliare nell’agile volume edito da Toto. Con tanto di ingrandimenti e descrizioni critiche. E tre saggi sulle origini e gli sviluppi del concetto di etnografia architettonica e sul ruolo del disegno come suo strumento di studio e documentazione.

Momoyo Kaijima, Laurent Stalder, Yu Iseki (a cura di) – Architectural Ethnography – Japanese Pavilion Venice Biennale 2018
TOTO Publishing, Tokyo 2018
Pagg. 200, £ 19.50
ISBN 9784887063716
jp.toto.com
www.ideabooks.nl

4. OLANDA

Marina Otero Verzier e Nick Axel (a cura di) Work, Body, Leisure (Het Nieuwe Instituut, Rotterdam _ Hatje Cantz Verlag, Berlin 2018)

L’emergere delle tecnologie dell’automazione e le sue dirompenti implicazioni sul paesaggio fisico e sociale del lavoro sono il tema di Work, Body, Leisure, partecipazione dei Paesi Bassi impeccabilmente curata da Marina Otero Verzier. La direttrice del Dipartimento di Ricerca dell’Het Nieuwe Instituut di Rotterdam ha concepito il progetto come una ricerca corale, presentata in una serie di coinvolgenti installazioni a Venezia e in un importante catalogo edito da Hatje Cantz. Oltre 300 pagine di riflessioni, casi studio e proposte di architetti, storici e critici internazionali, tra cui AMO, Beatriz Colomina e Mark Wigley. Fra paradigmi passati e presenti, cyborg e parametri di efficienza, lavoro domestico e possibili New Babylon. Per chi ne volesse un assaggio immediato, sul sito web del Nieuwe Instituut sono disponibili alcuni estratti.

Marina Otero Verzier e Nick Axel (a cura di) – Work, Body, Leisure
Het Nieuwe Instituut, Rotterdam | Hatje Cantz Verlag, Berlin 2018
Pagg. 320, € 38
ISBN 9783775744256
work-body-leisure.hetnieuweinstituut.nl
www.hatjecantz.de

5. FINLANDIA

Anni Vartola, Miina Jutila (a cura di) – Mind Building (Printers Aldus, Finlandia 2018)

Le biblioteche sono “simboli di cittadinanza attiva, democrazia e libertà di espressione”, recita la legge finlandese. Per celebrare questo “monumento popolare” nazionale la curatrice di Mind-Building Anni Vartola ha trasformato il Padiglione Alvar Aalto in una temporary library in cui ripercorrere oltre cento anni di evoluzione di questa tipologia. Diciassette i progetti in mostra, dalla prima biblioteca pubblica del Paese, costruita nel 1881, alla Biblioteca Centrale di Helsinki, in apertura a dicembre. A documentarli, insieme a modelli, disegni e video, gli stessi cataloghi, fissati da tiranti su pannelli fonoassorbenti. Se non siete tra i fortunati che si sono portati a casa una delle copie a scaffale, niente paura: in perfetta sintonia con lo spirito civico del padiglione, la versione eBook è disponibile in free download dal sito dell’ente commissario Archinfo Finland.

Anni Vartola, Miina Jutila (a cura di) – Mind-Building
Printers Aldus, Finlandia 2018
ISBN 9789529404087
ISBN 9789529404094 (PDF)
archinfo.fi/en/venice-biennale/mind-building/

6. LIBANO

Hala Younes (a cura di) – The Place that Remains. Recounting the Unbuilt Territory (Skira, Milano 2018)

Nella sua prima partecipazione alla Biennale di Architettura di Venezia, il Libano guarda al paesaggio, soffermandosi sul fiume Beirut e il suo bacino minacciato dallo sprawl urbano. Se nel Padiglione all’Arsenale l’attenzione gravita attorno a un grande modello 3D su cui sono proiettate in loop mappe tematiche, nel catalogo è il lavoro di sei fotografi locali a conquistare la scena. Un intenso viaggio da Borj Hammoud a Jabal el Knaissé, attraverso giardini sacri, rovine contemporanee, paesaggi agricoli abbandonati e i loro orgogliosi abitanti. Ottima stampa, carta patinata e grande formato impreziosiscono il volume edito da Skira, perfetto complemento a una fra le più interessanti novità di questa edizione.

Hala Younes (a cura di) – The Place that Remains. Recounting the Unbuilt Territory
Skira, Milano 2018
Pagg. 216, € 50
ISBN 885723902
lebanesepavilionvenice2018.com
www.skira.net

7. BELGIO

Traumnovelle, Roxane Le Grelle, Bruce Bégout – Journey to Eurotopie (Cellule architecture, Bruxelles 2018)

In una Biennale definita “poco politica”, i giovanissimi curatori di Bruxelles Traumnovelle e Roxane Le Grelle invadono gli spazi immacolati del Padiglione del Belgio con un’agorà pubblica per discutere e immaginare una nuova Europa. Ad alimentare la riflessione, il volume corale Journey to Eurotopie. Dietro l’accattivante copertina argentata con le immancabili stelle EU, le parole del filosofo Bruce Bégout accompagnate dai collage di Claire Trotignon e gli scatti di Philippe Braquenier danno forma al racconto di Eurotopia, ideale meta-nazione nata dalle ceneri di una guerra civile europea tra nazionalisti e super nazionalisti. Una fiaba contemporanea in cinque atti, specchio dei nostri tempi inquieti.

Traumnovelle, Roxane Le Grelle, Bruce Bégout – Journey to Eurotopie
Cellule architecture, Bruxelles 2018
Pagg. 200, € 25
ISBN 9782930705378
www.architecture.cfwb.be

8. FRANCIA

AA.VV. – Infinite Places (Lieux Infinis) ‒ Constructing Buildings Or Places_ (Publisher Editions B42, Parigi 2018)

La scelta della doppia lingua – francese e inglese – per il catalogo del Padiglione Francia 2018, affidato allo studio Encore Heureux, acquisisce un ruolo chiave nell’identità grafica della pubblicazione. La compresenza dei due idiomi, infatti, fraziona le (numerose) pagine destinate a testi, analisi e report sui luoghi riconosciuti come “infiniti”, ovvero aperti a un’ampia gamma di possibilità. Il libro è un supporto fondamentale, arricchito da infografiche, interviste, fotografie e dati numerici, per chiunque desideri approfondire le esperienze francesi scelte dal team curatoriale, testimonianza tangibile di “altri modi di vivere, usare e condividere lo spazio urbano”.

Fazette Bordage, Gilles Clément, Jade Lindgaard, Jochen Gerner, Joëlle Zask, Luc Gwiazdzinski, Pascal Nicolas-Le Strat, Patrick Bouchain, Patrick Perez, Patrick Viveret, Raphaël Besson‒Infinite Places (Lieux Infinis) Constructing Buildings Or Places?
Publisher Editions B42, Parigi 2018
Pagg. 356, € 30.10
ISBN 9782490077014
www.editions-b42.com

9. SANTA SEDE

Francesco Dal Co (a cura di) Vatican _ Chapels (Electa, Milano 2018)

Non lascia a bocca asciutta gli specialisti del settore la poderosa pubblicazione, contraddistinta dal progetto grafico di Tassinari/Vetta, che affianca l’esordio della Santa Sede alla Mostra Internazionale di Architettura. Ciascuna delle dieci (più una) cappelle collocate sull’isola di San Giorgio Maggiore viene infatti dettagliatamente esaminata: dagli schizzi dei progettisti invitati, passando per il coinvolgimento delle aziende incaricate della costruzione, fino alla campagna fotografica di Alessandra Chemollo e Ginevra Formentini, che si conclude con le immagini a colori – a tutta pagina ‒ dei singoli interventi ultimati.

Francesco Dal Co (a cura di) – Vatican / Chapels
Electa, Milano 2018
Pagg. 252, € 25.50
ISBN 9788891820204
www.electa.it

10. ITALIA

Mario Cucinella (a cura di) ‒ Arcipelago Italia. Progetti per il futuro dei territori interni del Paese. Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018 (Quodlibet, Macerata 2018)

Nonostante il maxi-formato, il catalogo del Padiglione Italia curato da Mario Cucinella potrebbe essere uno di quei volumi da acquistare e conservare stabilmente in automobile, proprio come un tempo si faceva con gli ormai desueti stradari cartacei. Dell’operazione corale condotta sul territorio nazionale, tra aree interne, incompiute d’autore, luoghi in cerca di riscatto e nuovi progetti per “liberare il potenziale” della più consistente parte del Paese, il libro offre un’approfondita narrazione, supportata da apparati fotografici, infografiche e disegni. È tuttavia la densissima porzione dedicata agli otto percorsi italiani, inclusi nel progetto espositivo, che conquista il lettore. Stimolando in lui il desiderio di intraprendere in prima persona un viaggio attraverso l’Italia meno battuta, ma ugualmente meritevole di essere conosciuta.

Mario Cucinella (a cura di) ‒ Arcipelago Italia. Progetti per il futuro dei territori interni del Paese. Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018
Quodlibet, Macerata 2018
Pagg. 288, € 29.75
ISBN 9788822901767
www.quodlibet.it

Marta Atzeni e Valentina Silvestrini

Evento correlato
Nome evento16. Mostra Internazionale di Architettura - Freespace
Vernissage26/05/2018 ore 11 cerimonia di premiazione (solo su invito)
Duratadal 26/05/2018 al 25/11/2018
CuratoriShelley McNamara, Yvonne Farrell
Generearchitettura
Spazio espositivoPADIGLIONE CENTRALE
IndirizzoFondamenta dell'Arsenale - Venezia - Veneto
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Atzeni
Interessata alle intersezioni fra l'architettura e le arti, si è laureata in Architettura presso l’Università degli Studi Roma Tre con una tesi teorica sui contemporanei sviluppi delle collaborazioni fra artisti e architetti. Collabora con l’AIAC nell’organizzazione di eventi, mostre e workshop; è parte del network di GVultaggio Architecure & Design.