Il Met organizza una mostra con le opere realizzate dai suoi dipendenti

Fino al 19 giugno il museo newyorchese presenta una mostra che vede protagonisti, in veste di artisti, i propri lavoratori: bibliotecari, guardie, archivisti, tecnici, educatori, ingegneri, per una collettiva di opere di pittura, scultura, fotografia e non solo

Addetti alla sicurezza, archivisti, bibliotecari, volontari, tecnici, designer, educatori, ingegneri: sono solo alcune delle professionalità che compongono lo staff del Metropolitan Museum di New York, e fino al prossimo 19 giugno coinvolti in una mostra che li vede protagonisti. Art Work: Artists Working at The Met è il titolo dell’esposizione in corso al museo che presenta opere di disegno, pittura, fotografia, scultura e media digitali realizzate proprio dai dipendenti del Met. Questa mostra non rappresenta una novità: dal 1935 il museo organizza, ogni due anni, un evento per presentare opere realizzate dal proprio staff, solitamente fruibile soltanto dagli stessi addetti ai lavori. Quest’anno invece la mostra è aperta al pubblico, ed è stata allestita negli ambienti adiacenti alla sala delle sculture dell’Antica Grecia. Le opere spaziano dal figurativo all’astratto, ripercorrendo stili e generi ispirati al vasto repertorio della storia dell’arte, da quella del passato a quella di oggi. Senza dubbio i lavoratori del Met non avranno avuto difficoltà a trovare ispirazione tra le gallerie del museo. Ecco le immagini della mostra.

– Desirée Maida

New York // fino al 19 giugno 2022
Art Work: Artists Working at The Met
Metropolitan Museum of Art
https://www.metmuseum.org/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.