Sonic Succulents, al Brooklyn Botanic Garden di New York in mostra i suoni che emettono le piante

L’artista Adrienne Adar ha realizzato all’interno dell’Orto Botanico newyorchese un’installazione che mette in relazione le piante e gli esseri umani attraverso particolari sensori…

Visitors interact with living sound artworks in the Sonic Succulents installation by Adrienne Adar. Photograph by Elizabeth Peters
Visitors interact with living sound artworks in the Sonic Succulents installation by Adrienne Adar. Photograph by Elizabeth Peters

Le piante emettono suoni? Se sì, di che tipo di suoni si tratta? Sono suoni percepibili dall’orecchio umano? Le risposte a tutte queste domande è sì, stando a quanto l’artista Adrienne Adar sostiene in Sonic Succulents: Plant Sounds and Vibrations, mostra in corso fino al 27 ottobre 2019 al Brooklyn Botanic Garden di New York.

LA MOSTRA SONIC SUCCULENTS A NEW YORK

La mostra consiste in un’installazione di opere sonore interattive che vede protagoniste le piante presenti all’interno del Brooklyn Botanic Garden, a cui l’artista ha collegato speciali sensori fatti a mano. In questo modo, i visitatori hanno la possibilità di interagire con le piante: i sensori infatti rilevano le vibrazioni che le piante producono quando vengono toccate dall’uomo, e che il pubblico può ascoltare attraverso particolari cuffie. Alla base del lavoro condotto da Adrienne Adar per questa mostra, è la convinzione che le piante siano esseri senzienti, dotati di intelligenza e in grado di sentire proprio come gli animali.

Visitors interact with living sound artworks in the Sonic Succulents installation by Adrienne Adar. Photograph by Elizabeth Peters
Visitors interact with living sound artworks in the Sonic Succulents installation by Adrienne Adar. Photograph by Elizabeth Peters

ARTE E BOTANICA. LA MOSTRA ALLA TRIENNALE DI MILANO

L’“intelligenza” delle piante è un tema che è stato già affrontato in ambito museale, attraverso mostre mirate all’approfondimento di aspetti legati all’ecologia, all’urgenza ambientale, al rapporto tra Uomo e Natura. Ne è un esempio La Nazione delle Piante, mostra curata dal neurobiologo vegetale Stefano Mancuso in occasione della HYPERLINK XXII Esposizione Internazionale della Triennale di Milano. La mostra immersiva vuole spingere i visitatori a vedere le piante come esseri viventi da cui possiamo trarre insegnamento: “sono in grado di percepire i suoni attraverso le vibrazioni del terreno e hanno sviluppato strategie raffinate per difendersi o riprodursi: alcuni alberi della famiglia delle acacie possono contare per esempio sulla collaborazione delle formiche per tenere lontani eventuali aggressori, mentre la pianta del caffè utilizza la caffeina come incentivo per ricompensare gli impollinatori più efficaci”, come scrive Giulia Marani.

– Desirée Maida

New York // fino al 27 ottobre 20
Adrienne Adar – Sonic Succulents: Plant Sounds and Vibrations
Brooklyn Botanic Garden
1000 Washington Avenue
www.bbg.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.