Bauhaus Week a Berlino. Le anticipazioni

Dal 31 agosto all’8 settembre prossimi, Berlino sarà un grande palcoscenico per celebrare i cento anni del Bauhaus. Mostre, performance, workshop, open day negli studi di architettura e nei laboratori di design, La settimana sarà aperta dalla “Lunga notte dei Musei” e chiusa dalla “Giornata dei Monumenti e dei Memoriali”.

Bauhaus in 20 pictures, Bauhaus Week, 2019. Berlin. Courtesy Kultuprojekte Berlin
Bauhaus in 20 pictures, Bauhaus Week, 2019. Berlin. Courtesy Kultuprojekte Berlin

Spiegare il Bauhaus al di là delle ovvie implicazioni nell’architettura e nel design: questo lo scopo della settimana dedicata, voluta dalla città di Berlino e organizzata da Kulturprojekte, l’organo municipale della programmazione culturale cittadina, in collaborazione con la Kunst Biblioteke, il Werkbund Arkiv, la Staats Biblioteke. Il programma generale, ancora in fase di completamento, sarà comunque articolato su varie tipologie di eventi, a cominciare da quello ospitato lungo la Kantstrasse, fra Savignyplat e Potsdamerstrasse: Bauhaus in 20 pictures, una mostra diffusa fra venti vetrine scelte fra quelle dei negozi di arredamento e design che si affacciano lungo il percorso. Attraverso grandi collage di immagini significative sul Bauhaus, nascerà un itinerario per immagini a carattere didattico, volto a far scoprire al grande pubblico i luoghi simbolo del movimento dislocati in città.

OLTRE L’ARCHITETTURA

Il razionalismo architettonico del Bauhaus non fu soltanto una questione estetica, ma anche e soprattutto una ricerca dell’armonia. Lo prova il fatto che sul tetto della sede del movimento, a Dessau, si tenevano ogni mattina lezioni di yoga: allo stesso modo, ogni giorno alle 9, a rotazione, uno degli edifici simbolo del gruppo (come la Mies van der Rohe Haus) ospiterà analoghe lezioni tenute da Sarah Elsing, seguite da brevi conferenze sull´architettura, che Gropius e colleghi intendevano come una disciplina tesa a creare armonia fra l´individuo e lo spazio abitato, il quartiere, la città. Nei medesimi edifici, alle 5 del pomeriggio, saranno proiettati, nel corso della settimana, documentari realizzati da membri del Bauhaus, oppure di epoche successive ma dedicati all’argomento.

Bauhaus in 20 pictures, Bauhaus Week, 2019. Berlin. Courtesy Kultuprojekte Berlin
Bauhaus in 20 pictures, Bauhaus Week, 2019. Berlin. Courtesy Kultuprojekte Berlin

UNA FESTA PER LA CITTÀ

Tutta Berlino sarà animata dalle celebrazioni: l’area pedonale della Ernst Reuter Platz sarà adibita a luogo per reading e performance, che si terranno alla Kunst Biblioteke, al Werkbund Arkiv, alla Staats Biblioteke e anche al Temporary Bauhaus (lo spot provvisorio in attesa della fine della ristrutturazione del Bauhaus Archiv). Infine, sarà proiettata in anteprima al Podewill, sede del Kulturprojekte, la nuova serie televisiva sul Bauhaus, prodotta dall´emittente ZDF.
Tutti gli eventi saranno a ingresso gratuito, per una rassegna voluta dalla municipalità allo scopo di riportare fra la gente la cultura di un movimento che non fu soltanto estetico o tecnico, ma che concepiva l’architettura come una disciplina indispensabile al progresso della società: costruire pensando ai bisogni degli abitanti, dare loro opportunità di vivere nel bello e nell’utile, educare al rispetto del proprio palazzo, del proprio quartiere, dei vicini, e, per estensione, dello Stato e degli altri.

Niccolò Lucarelli

www.bauhaus100.de/programm/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Niccolò Lucarelli
Laureato in Studi Internazionali, è curatore, critico d’arte, di teatro e di jazz, e saggista di storia militare. Scrive su varie riviste di settore, cercando di fissare sulla pagina quella bellezza che, a ben guardare, ancora esiste nel mondo.