Le fiere si stanno trasformando in qualcosa di virtuale? E il...

Il 2011 verrà ricordato come l’anno della nascita delle fiere online. Dopo VIP Art Fair di gennaio e in attesa di Art.sy che verrà...

La giornata è domani. E se dopo il grande terremoto di...

Ormai la notizia fluisce fino al bancone dell’ultimo bar di periferia, fino alle casse del peggior minimarket di banlieue su su fino a scomodare...

Origami ittici. Quel che si può fare della cellulosa in un...

Per tutto il mese di maggio, la cornice liberty dell'Acquario Civico di Milano ospita la collettiva “C'Arte”. Ovvero le mani di artisti, designer e architetti alle prese con la carta e i suoi derivati.

Quando le esigenze “green” si sposano con la sostanza architettonica. In...

Un imponente blocco materico, quasi appoggiato per caso nelle campagne di Bure-Saudron, in Francia. Un parallelepipedo alto 19 metri in cemento e arenaria rossa...

E alla Biennale di Venezia tutti con Christie’s nel telefonino. A...

Già nel 2009 fu pioniera nel lanciare la prima App per iPhone e iPod Touch che permette agli utenti di essere informati in tempo...

Domanda: alternative per la Media Art? Risposte in polacco

Nel dicembre 1989, a un mese dal crollo del Muro di Berlino (e a cinque dalla vittoria elettorale di Lech Walesa in Polonia) nasceva il W.R.O. Art Festival. Diventato Biennale, ha trovato nel 2008 una sede permanente a Wroclaw, il Wro Art Center, per archivi, ricerca, pubblicazioni e attività espositive. Dopo un quarto di secolo, è arrivato il momento di “fare i conti” con la Media Art, per vedere se ha mantenuto le sue promesse. Ne abbiamo parlato con il direttore artistico, Piotr Krajevski, in occasione dell’inaugurazione di "Alternative Now", la WRO Bienniale 2011 che apre martedì prossimo al pubblico. E venerdì spazio all'Italia, con "Guarda che luna! New Italian Video", selezione curata da Andrea Bruciati.

Un labirinto di ponti, la nuova installazione dei West 8 alla...

Un titolo ironico: Garden of 10.000 Bridges. Sono appena cinque, infatti, i ponti rossi che svettano nella fitta distesa di canne di bambù in...

Volete dire la vostra sul paesaggio? Basta che sia nel nome...

Un compleanno prestigioso per un volume raffinato e rivoluzionario, che negli anni è divenuto un classico impareggiabile per la ricerca nell’ambito del paesaggio. Compie...

Officine Saffi. Un tuffo nel mondo della ceramica

Artribune si getta d’impeto nel mondo delle “arti applicate” e, ormai è un vizio, va per voi a curiosare le mostre prima ancora che inaugurino. Ci aprono la porta, in esclusiva, le Officine Saffi di Milano. Con il loro progetto ceramico a 360 gradi, che al pubblico apre domani, giovedì 5 maggio.

Decorazione barocca? Minimalismo intimista? Dilemmi a Bologna

Luigi Carboni torna alla Otto Gallery con una serie di quadri e nuove sculture. E anche a Bologna si respira aria di design. Ancora pochi giorni per vedere una mostra che pone domande-trabocchetto.

La creatività in tempi di new media e internet? È al...

La mostra rientra nel ciclo Lithium, un progetto editoriale della Lithium NOTgallery, “dedicato alla video-animazione d’autore che, attraverso l’interazione delle nuove tecnologie, dei nuovi...

Ceci n’est pas architecture

Dieci masterplan che restano su carta. Colpa della crisi, lo sappiamo. Ma l’occasione è buona per riflettere su cosa vuol dire progettare. Adesso. Alla British School di Roma, il 4 maggio è dedicato ad una mostra e una lecture di Reineir De Graaf, partner del mitico OMA di Rem Koolhaas. Per raccontare a che punto è l’architettura contemporanea. E per domandarsi se si può fare architettura senza costruire manco un metro cubo.

I PIÙ LETTI