In occasione della sfilata inaugurale della Paris Fashion Week 2020, Maria Grazia Chiuri, direttore creativo di Dior, ha citato tra le sue ispirazioni il lavoro di Nanni Strada, fashion designer milanese, pioniera di un linguaggio “indemodabile” fondato sulla cultura del progetto. Questa intervista ne racconta pensiero, percorso professionale e insospettabili passioni.
È il regista americano Harmony Korine l'autore dell’ultima campagna di Gucci. Con dei video che mettono in scena il trionfo dell’eccesso contemporaneo senza smettere di volgere lo sguardo al passato
Il primo grande progetto di Dior dopo la pandemia si svolge a Lecce, con la regia di Maria Grazia Chiuri e l’arte di Marinella Senatore all’interno della cui installazione spuntano delle realizzazioni di Maria Grazia Pontorno
Modello, icona di stile, personaggio cult amato da star del pop come Lady Gaga, Zombie Boy si è spento giovanissimo. Un caso di suicidio che, inevitabilmente, richiama la trama di una storia personale controversa, sconfinata in una dimensione artistica ed estetica singolare.
A una settimana dalla serata inaugurale, torniamo sull’insediamento di Fendi al Palazzo della Civiltà Italiana. Siamo a Roma, precisamente all’Eur. E le polemiche non si sono fatte attendere.
Nonostante la confusione dettata dalle norme per arginare la pandemia, la recente settimana della moda parigina ha regalato qualche momento memorabile. Eccone alcuni.
Accessorio raccomandato dall’OMS per arginare la diffusione della pandemia, la mascherina è diventata oggetto d’uso quotidiano. Come ha reagito il mercato (anche quello della moda)?
Un marchio giovane dello streetwear collabora con uno storico produttore di pasta. Italianissimi entrambi. Uno eccentrico e l’altro fedele alla tradizione, in fatto di stile ma anche di famiglie. Nascono una collezione e un packaging audace.
La parabola creativa di Jacquemus, nome d’arte dello stilista Simon Porte. Fra determinazione e minimalismo.
L’abbinamento è inconsueto, ma riuscito. Cappelli e mobili: tutto in un’atmosfera d’antan, perchè gli arredi in questione sono pezzi da cucina vintage (dagli anni Quaranta ai Settanta) e i copricapi hanno foggia d’altri tempi e la medesima cura del...
È stata ritratta in migliaia di scatti. E ha portato avanti con Spazio Forma un progetto di auto-narrazione per immagine, concedendosi a una serie dei selfie ante litteram. Per Martina Colombari il rapporto con la fotografia è qualcosa di fortemente viscerale: che va oltre la consuetudine. Come è cambiato il lavoro di modella con le nuove tecnologie? Cosa significa posare per maestri come Giovanni Gastel o David Bailey? Ce lo spiega passeggiando a Milano per i corridoi di MIA Fair.
Storia di Coco Chanel. Storia, cioè, di una bambina povera cresciuta dalle suore. E che mai si è fatta abbattere dalla realtà, o presunta tale. Una storia di conti e marinai, di incidenti e profumi. Così, se con questo caldo volete vestirvi solo con due gocce, saprete meglio cosa avrete addosso.

I PIÙ LETTI