Villa Pignatelli, Napoli - fino al 1° giugno 2014. Con la mostra di Paolo Gioli curata da Giuliano Sergio, la Casa della Fotografia propone un nuovo importante percorso. Che celebra un altro grande innovatore del secondo Novecento.
Il misticismo panico della fotografa del Wisconsin, Beth Moon, alla galleria veronese Ph Neutro. Fino al 7 gennaio, una temporalità tutta diversa da quella, convulsa, quotidiana.
Fotografo, art director, musicista. Oltre che rivoluzionario delle riviste di moda. Harri Peccinotti è il protagonista di una mostra alla Tethys Gallery di Firenze. Sono esposte fino al 4 luglio una serie di opere fondamentali sul fascino femminile.
È l'esperimento di un filmmaker francese appassionato di lenti vintage e rarità legate alla fotografia. Ecco come appare il mondo, e nello specifico la città di Vienna, attraverso un obiettivo vecchio di oltre cento anni
Nella città emiliana, tre giorni all’insegna della riapertura di spazi abbandonati. Un festival contro i luoghi comuni, che si inserisce dentro a luoghi comuni, presenti e spesso dimenticati. Un’occasione per ascoltare storie di persone e di spazi che non vogliono cadere nell’oblio.
Duecento metri quadrati, quattro grandi aperture vetrate sull’Arno, schermi giganti e dotazioni tecnologiche di alto livello: così si presenta il nuovo Spazio A, “un luogo dedicato all’incontro e al dialogo tra ambiti diversi, l’architettura e il design, la fotografia...
Realizzare una vibrante animazione usando un'unica immagine di partenza. E riuscire a far ballare le statue di una cattedrale gotica. L'idea è dello spagnolo Ismael Sanz-Pena, ora docente del Kansas City art Institute
Chiude il 28 marzo la mostra dedicata dal Museo Novecento di Firenze al genio di Medardo Rosso. Una mostra che è stata occasione per tornare a riflettere sul secondo amore dell’artista: dopo la scultura, la fotografia. Anzi, insieme. Non dimenticando nemmeno la pittura. Un universo complesso, dalla forte natura intellettuale, esplorato nel segno della luce.
Gerd Danigel, fotografo autodidatta, ha documentato per anni la vita quotidiana nella DDR, seguendo le vite degli Ost-Berliner fino al disfacimento del Paese. Tra incontri con la Stasi, ricordi e delusioni, lo sfortunato fotografo resta sconosciuto ai più e si mantiene oggi vendendo ai turisti al mercatino delle pulci stampe e scatti che per qualità e sensibilità sarebbero potuti diventare iconici.
Trasformare un semplice scatto in un'opera d'arte pittorica. È quello che fa Prisma, la nuova app fotografica che sta spopolando sui social network. E tra i filtri ci sono anche quelli ispirati ai grandi artisti del passato
Inizia nel peggiore dei modi il 2015 per l'arte italiana: a Roma, dove era nata nel 1944, se ne è andata Elisabetta Catalano, fra le maggiori fotografe italiane del dopoguerra, oltre che animatrice della scena creativa e testimone –...
Manca ancora qualche mese al debutto su Sky Arte HD del nuovo format internazionale dedicato alla fotografia, ma nell'attesa il canale ha già reso noti alcuni interessanti dettagli sul programma. Sarà l’attrice Isabella Rossellini a condurre la prima edizione...

I PIÙ LETTI