Vistamarestudio, Milano – fino al 9 novembre 2019. Gli scatti di Mimmo Jodice vanno in mostra nella galleria milanese. Testimoniando il linguaggio visivo dell’artista napoletano.
Palazzina di Caccia di Stupinigi – fino al 12 gennaio 2020. Gli scatti “segreti” di una fotografa-non fotografa. Vivian Maier, una tata speciale, dall’animo colto e raffinato. Per la sua 15esima mostra personale in tre anni in Italia…
Sebbene i suoi soggetti siano esplicitamente ispirati alla sfera della sessualità, il loro carattere provocatorio è attenuato dal ricorso alla tecnica ottocentesca della gomma bicromata. E i risultati lasciano il segno.
Il Santa Maria della Scala di Siena ospita una enorme retrospettiva sul fotografo giapponese.
Tante antologiche di fotografia caratterizzeranno l’anno che sta per arrivare. Da Nord a Sud, ecco cinque mostre da tenere d’occhio in Italia
Nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne pubblichiamo le immagini della mostra “L’invisibilità non è un superpotere”, allestita all’ospedale San Carlo di Milano.
Gallerie Nazionali di Arte Antica – Galleria Corsini, Roma ‒ fino al 30 giugno 2019. Nella quadreria del cardinale Neri Corsini trovano spazio le opere fotografiche di Robert Mapplethorpe.
Trent’anni e una carriera spezzata. Il fotografo cinese Ren Hang è scomparso all’improvviso. Una star emergente, osteggiata in Patria e acclamata all’estero, capace di unire poesia e trasgressione.
Ma un edificio è soggetto a copyright? Come al solito, dipende. Dipende se ha “evidenti profili architettonici e urbanistici”. E un discorso analogo vale per la riproduzione fotografica. Ma le cose si complicano con le varianti al progetto…
In una Berlino decadente si aggiravano due leggende della musica. Esther Friedman le ha immortalate negli anni in cui diedero alla luce dei dischi diventati capisaldi della storia della musica pop. La mostra fotografica a Bologna.
Per la prima volta Luigi Ghirri è protagonista di una grande retrospettiva all’estero. Al Museo Reina Sofía di Madrid sono esposti oltre duecento scatti che raccontano il mondo a colori di una piccola Italia scomparsa negli Anni Settanta.
Il fotografo canadese Edward Burtynsky è protagonista, insieme ai registi Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier, della mostra allestita al MAST di Bologna. Una riflessione visiva sulle conseguenze e i contorni dell’Antropocene.

I PIÙ LETTI