Roxy In The Box, Storie che hanno fatto storia

Con Roxy In The Box rivivono 10 icone di Napoli

Con l’azione pittorica e performativa “Storie che hanno fatto storia”, l’artista partenopea dà corpo e voce a nove personaggi legati all’identità artistica della città. All’ombra degli ulivi di piazza Montesanto.
Anna Maria Maiolino. O amor se faz revolucionário. Installation view at PAC, Milano 2019. Photo Nico Covre, Vulcano (205)

Amore rivoluzionario. Anna Maria Maiolino a Milano

PAC, Milano – fino al 1° settembre 2019. Il Padiglione d'Arte Contemporanea ospita la prima e completa antologica – curata da Diego Sileo – dedicata al percorso eclettico e rivoluzionario di Anna Maria Maiolino.
Laurie Anderson, To the Moonvideo

Sei artisti parlano del proprio rapporto con lo spazio

Trevor Paglen, Laurie Anderson, Alicja Kwade, Tom Sachs, Rachel Rose e Hiroshi Sugimoto. Sei personalità del mondo dell'arte, intervistate dal Louisiana Museum di Copenhagen, spiegano perché hanno affrontato il tema dello spazio nelle loro opere. Dalla luna, al cielo notturno, ai viaggi interestellari
Antonio Della Guardia, Esercizi di scrittura per un prossimo reale, 2018. Still da video

Linguaggio e potere. Antonio Della Guardia a Napoli

Galleria Tiziana Di Caro, Napoli ‒ fino al 17 novembre 2018. Per la sua prima mostra personale ospitata presso la galleria Tiziana Di Caro, Antonio Della Guardia costruisce un percorso visivo che entra nello spazio ambiguo della comunicazione politica contemporanea. Tentando di smascherare, con l’uso della grafologia e della simbologia, la sottile relazione che lega il potere al linguaggio.
Erik Saglia, Ceiling 1, 2016 - courtesy Tile Project Space, Milano - photo © Marco Schiavone

Il mosaico astratto di Erik Saglia. A Milano

Tile Project Space, Milano – fino al 15 luglio 2016. Erik Saglia si cimenta un intervento di pittura monumentale negli spazi di Tile. Un’opera che modifica la percezione dello spazio, lo completa valorizzandolo, e allo stesso si muove nella striscia della produzione caratterizzante dell’intera opera dell’artista.
Installation view of Kiss My Genders at Hayward Gallery, 2019. Photo Thierry Bal

Kiss My Genders. Apre a Londra una mostra sulla fluidità di genere

Pittura, fotografia, video e installazioni site-specific per raccontare il tema della fluidità di genere dagli Anni Cinquanta a oggi. Trenta artisti e oltre cento opere sono in mostra alla Hayward Gallery di Londra fino all'8 settembre 2019.
Musia, Roma

Inaugura a Roma Musia, il nuovo spazio per l’arte fondato dall’imprenditore Ovidio Jacorossi

Aprirà le sue porte al pubblico il prossimo 1 dicembre lo spazio polifunzionale ideato dall’imprenditore e collezionista Ovidio Jacorossi. Un tempo bottega del nonno, oggi Musia si appresta a ospitare una mostra sulle arti plastiche e il nuovo lavoro di Studio Azzurro.
Anush Hamzehian & Vittorio Mortarotti. Most were silent. Exhibition view at Galleria Alberto Peola, Torino 2018. Photo Beppe Giardino

Raccontare la memoria. Hamzehian e Mortarotti a Torino

Galleria Alberto Peola, Torino ‒ fino al 1° giugno 2018. Il duo composto da Anush Hamzehian e Vittorio Mortarotti ripercorre un tragico capitolo della storia recente. Ponendolo in dialogo con l’attualità.

Ancora Allora&Calzadilla: ecco video e foto per completare la visita virtuale del Padiglione USA…

Dopo le anteprime di Track and Field 2011 dove un atleta della Federazione Statunitense di Atletica Leggera corre su un tapis roulant montato su...
Maria Gagliardi, Biografia L.G., 2018, foto d’epoca e tecnica mista su copertina antica, cm 26 x 34

Presenza dell’antico. Maria Gagliardi a Napoli

Room Gallery O’ Vascio, Somma Vesuviana ‒ fino al 30 marzo 2019. Le “Biografie” di Maria Gagliardi nella galleria campana presentano un corpus di opere che evocano l’idea di un tempo lontano e perduto.
Joerg Lozek, Tunnel, 2016

Vedutismi futuristi. Joerg Lozek a Milano

Galleria Mimmo Scognamiglio, Milano – fino al 15 marzo 2017. Alla sua seconda personale, Lozek presenta la serie "White paintings", grandi quadri in cui è possibile immergersi. Passeggiando nei meandri dell'inconscio.

Quattro galleristi alla riscossa

Nelle vetrinette niente cristalli e porcellane, ma teschi e animali impagliati. In soffitta nessun baule polveroso, ma monitor ingabbiati e croci alle pareti. Tra wunderkammer e galleria d’arte contemporanea, Quadrilegio chiama a raccolta il contemporaneo in una Parma austera e immobile. A Parma fino al 31 luglio.

I PIÙ LETTI

require(["mojo/signup-forms/Loader"], function(L) { L.start({"baseUrl":"mc.us10.list-manage.com","uuid":"dac4a3f480ace15f828415bfc","lid":"dc515150dd"}) })