Il corpo al centro. In 8 libri

Corpi statuari e spiriti disincarnati. Nudi su strada e organi di peluche. Mostri disumani e chiome vegetali. Se l’estate è stato il tempo della prova costume, noi vi diamo modo di studiare il corpo vostro e degli altri. Seriamente o col sorriso. Iniziando con otto libri a tema.

Andres Serrano. Uncensored Photographs – Silvana Editoriale
Andres Serrano. Uncensored Photographs – Silvana Editoriale

NANI SU GIGANTI
La modernità inizia con Duchamp. Ma inizia soprattutto quando il corpo torna al centro, così come lo era nell’antichità. Una bella mostra curata da Claudio Spadoni al MAR di Ravenna – e il suo catalogo – lo spiega per bene.
La seduzione dell’Antico – Mandragora – www.mandragora.it

Michela Beatrice Ferri – Sacro contemporaneo – Àncora
Michela Beatrice Ferri – Sacro contemporaneo – Àncora

TEO-DIALOGHI
La più corporale delle religioni monoteiste è il Cristianesimo, col Figlio di Dio che s’incarna e scende fra gli uomini. Perché ha poi prevalso lo spirito? Perché si è allontanata dall’arte, dopo secoli di magnificenti committenze?
Michela Beatrice Ferri – Sacro contemporaneo – Àncora – www.ancoralibri.it

Daido Moriyama in Color – Skira
Daido Moriyama in Color – Skira

OBIETTIVO GIAPPONE
Corpi quotidiani, su strada, magari sfocati e nudi, raramente in posa. A colori, inconsueto per Daido Moriyama. In un libro d’artista raffinato e prezioso. Chapeau a Filippo Maggia e alla Fondazione Fotografia di Modena.
Daido Moriyama in Color – Skira – www.skira.net

Riky Kiwy – Un train peut en cacher un autre – Aprime
Riky Kiwy – Un train peut en cacher un autre – Aprime

RAILWRITER
Non sono body artist ma ci mettono tutto il loro corpo nell’arte. A partire dall’adrenalina in circolo quando lavorano sui treni. Affascinanti le fotografie di Riky Kiwy, scattate dal 2003 al 2015 a writer di mezza Europa.
Riky Kiwy – Un train peut en cacher un autre – Aprime – http://rikykiwy.bigcartel.com

Jean Clair – Hybris – Johan & Levi
Jean Clair – Hybris – Johan & Levi

TERIOMORFÌE
Insopportabilmente restauratore, Jean Clair ha una penna affilata e una cultura enciclopedica. È quindi un piacere non condividerne le tesi. Facendosi trasportare, qui, fra omuncoli, giganti e acefali dell’arte moderna.
Jean Clair – Hybris – Johan & Levi – www.johanandlevi.com

Piero Gilardi – La mia biopolitica – Prearo
Piero Gilardi – La mia biopolitica – Prearo

POLITICHE DELL’ARTE
Un titolo così foucaultiano poteva funzionare soltanto per un artista come Piero Gilardi. Da quarant’anni impegnato anima e corpo nelle lotte più difficili e complicate, dall’antipsichiatria al NOTAV. Tutta la sua storia è qui.
Piero Gilardi – La mia biopolitica – Prearo – www.prearoeditore.it

Andres Serrano. Uncensored Photographs – Silvana Editoriale
Andres Serrano. Uncensored Photographs – Silvana Editoriale

FLUIDI CORPOREI
Sperma che disegna traiettorie astratte, urina nella quale sono immersi crocefissi, cadaveri all’obitorio, feci freudiane, nudi grinzosi. Tutte le fotografie del caustico Andres Serrano, in un libro e in mostra a Brussels.
Andres Serrano. Uncensored Photographs – Silvana Editoriale – www.silvanaeditoriale.it

Sarah Gordon – Indecent Exposures – Yale U.P.
Sarah Gordon – Indecent Exposures – Yale U.P.

SEQUENZE INDECENTI
Si inginocchia e prende la mira, un altro attende la palla e la colpisce con la mazza da baseball. Il tutto fissato in rigorose sequenze fotografiche scattate da tre punti di vista. Ma perché son nudi i modelli di Muybridge?
Sarah Gordon – Indecent Exposures – Yale U.P. – www.yalebooks.com

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #32

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.