Street Art chiama ambiente. I due nuovi interventi di Corn79 e Mrfijodor a Torino

Guardano all’ambiente e alle minacce di cui è vittima i due interventi degli street artist Corn79 e Mrfijodor sulle superfici esterne del Museo A Come Ambiente ‒ MAcA e del Comando Territoriale della Polizia Municipale di corso Umbria a Torino. Un dialogo visivo che sottolinea il carattere complementare dei due lavori, realizzati a brevissima distanza geografica l’uno dall’altro.

Presenza ormai familiare nel tessuto urbano di Torino, la Street Art ha contribuito alla trasformazione del capoluogo piemontese, specie negli ultimi decenni. Basti pensare a MurArte, il progetto lanciato nel 1999 dal Servizio Politiche Giovanili del Comune di Torino e tuttora in essere, con l’obiettivo di riqualificare alcune aree cittadine mescolando slancio creativo e partecipazione sociale.
Finalità condivise anche dagli street artist Corn79 e Mrfijodor dell’Associazione Il Cerchio E le Gocce, autori dei due nuovi interventi che campeggiano sulle pareti esterne del Museo A Come Ambiente ‒ MAcA e del Comando Territoriale della Polizia Municipale di corso Umbria, nel quartiere Parella. A emergere è infatti l’attenzione rivolta ai fragili equilibri di un ecosistema a rischio, resi ancora più evidenti dalla pandemia nella quale siamo immersi – e, guarda caso, proprio al di là della Dora Riparia c’è l’Amedeo di Savoia, il complesso ospedaliero dedicato alle malattie infettive.

GLI INTERVENTI DI CORN79 E MRFIJODOR

Se il murale sui tre lati del MAcA esplicita il terreno di indagine nel quale agisce il museo – il primo in Europa interamente votato ai temi ambientali ‒, chiamando in causa riciclo, economia circolare, acqua ed energia, l’intervento ideato per la sede della Polizia Municipale sposta lo sguardo sul legame uomo-natura, in bilico tra sfruttamento massivo e cieca inconsapevolezza. Il tutto nella cornice post industriale del Parco Dora, a riprova del dialogo con il territorio e la sua identità e della fiducia in un domani all’insegna di filiere economiche e produttive a misura di collettività.

Arianna Testino

Dati correlati
Autori Corn79 , Mrfijodor
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Arianna Testino
Nata a Genova nel 1983, Arianna Testino si è formata tra Bologna e Venezia, laureandosi al DAMS in Storia dell’arte medievale-moderna e specializzandosi allo IUAV in Progettazione e produzione delle arti visive. Dal 2015 lavora nella redazione di Artribune. Attualmente dirige l’inserto cartaceo Grandi Mostre ed è content manager per il sito di Sky Arte, curato da Artribune.