Cortona On The Move. Nuovo corso e nuovi direttori per il festival di fotografia in Toscana

Sotto la nuova direzione di Veronica Nicolardi e del fotografo Paolo Woods, promette di diventare un centro culturale internazionale per la produzione fotografica il festival nato in provincia d’Arezzo oltre 10 anni fa

©The Anonymous Project
©The Anonymous Project

Produzione, internazionalizzazione e contaminazione (con nuovi pubblici e media). Sono le tre parole d’ordine del nuovo corso di Cortona On The Move, il festival nato nel borgo medievale in provincia di Arezzo, che ideato nel 2011 dall’Associazione Culturale ONTHEMOVE, promuove la fotografia contemporanea, la ricerca di visioni e forme originali di comunicazione visiva e ora giunge alla sua dodicesima edizione – in programma dal 14 luglio al 2 ottobre – con un cambio ai vertici direzionali. 

Dalla serie Constant Bloom © Lucas Foglia
Dalla serie Constant Bloom © Lucas Foglia

LA NUOVA DIREZIONE DI VERONICA NICOLARDI E PAOLO WOODS 

Veronica Nicolardi e il fotografo Paolo Woods vanno a sostituire (a ruoli invertiti) Antonio Carloni – ora Vicedirettore delle neonate Gallerie d’Italia di Torino di Intesa Sanpaolo (dal 2015 uno dei partner del festival) – e Arianna Rinaldo, rispettivamente Direttore e Direttrice artistica fino all’edizione 2021: due professionisti che hanno messo al centro dell’interesse del festival la narrazione documentaristica contemporanea, con particolare attenzione all’incessante evoluzione del linguaggio visivo, rendendo Cortona On The Move un punto di riferimento internazionale. Questa filosofia continuerà, anche se con nuovi obiettivi: “Il festival rafforza la sua caratterizzazione territoriale ed estende le collaborazioni internazionali, porta Cortona nel mondo e il mondo a Cortona”, dichiara la nuova direttrice Veronica Nicolardi che lavora al festival fin dal terzo anno della sua nascita e ha dato un primo assaggio di questa nuova internazionalizzazione con lo sbarco del festival ad AlUla, in Arabia Saudita. “Crea e offre opportunità professionali uniche ai fotografi e a chi vuole diventarlo (con il nuovo premio Cortona On The Move Award N.d.R.). Presenta produzioni originali e inedite, con l’ambizione di affermarsi sempre più nella produzione fotografica a livello internazionale. Rende la sua ricerca sul linguaggio fotografico accessibile e comprensibile al grande pubblico, facendone un fattore di scambio e accrescimento culturale”. 

Dalla serie Covid 19 Face Wear © Niccolò Rastrelli
Dalla serie Covid 19 Face Wear © Niccolò Rastrelli

“ME, MYSELF AND EYE”: IL TEMA DI CORTONA ON THE MOVE 2022 

Per me, assumere la direzione artistica di Cortona On The Move significa tornare in una veste diversa in un luogo che conosco bene, come spettatore e come fotografo”, interviene il nuovo direttore artistico Paolo Woods che si definisce fotografo appassionato alla fotografia. “Credo che Cortona On The Move non sia solo un luogo dove si espongono lavori fotografici, ma possa affermarsi ancor di più come fucina internazionale di produzione culturale e penso che la fotografia non abbia un significato univoco, ma plurale. Da questa riflessione nasce l’idea di ‘Me, Myself and Eye’, il tema di questa dodicesima edizione. Ispirandomi al titolo di una tra le più note ballate di Billie Holiday, ‘Me, Myself and I’, desidero che gli spettatori si interroghino su come la fotografia non sia mai assoluta, ma acquisisca diversi significati in base a chi la produce e chi la consuma. Il mio obiettivo è che vengano infranti i muri artificiosi tra fotografia ‘alta’ e ‘bassa’ e che i visitatori del festival ripartano da Cortona con la convinzione che la fotografia sia il linguaggio più adatto per decifrare il mondo che ci circonda”. 

CITIZENS
CITIZENS

LE MOSTRE DI CORTONA ON THE MOVE 

Dopo le giornate inaugurali (14-17 luglio), quando si daranno appuntamento a Cortona i più grandi esperti nazionali e internazionali del mondo della fotografia, impegnati in eventi, presentazioni, talk, workshop e letture portfolio insieme a giornalisti, registi, scrittori e musicisti, il festival ospiterà decine di mostre. Tutte dislocate tra il centro storico della città, la Fortezza medicea del Girifalco e la nuova location “Stazione C” a Camucia, frazione del Comune di Cortona: un ex magazzino del grano, un tempo delle Ferrovie dello Stato, e ora recuperato per fare da biglietto da visita del festival. Con nomi che vanno da Walter Niedermayr, con il progetto sul cantiere delle Gallerie d’Italia di Torino Transformations / Il dialogo tra il self e il luogo in partnership con Intesa Sanpaolo, a Martin Parr, qui in conversazione con gli scatti di anonimi fotografi: per riflettere su quanto cambi il significato di un’immagine a seconda dell’osservatore e del contesto. 

-Claudia Giraud 

 

Evento correlato
Nome eventoCortona On The Move 2022
Vernissage14/06/2022 ore 18.30 piazza Signorelli
Duratadal 14/07/2022 al 02/10/2022
Generifotografia, festival
Spazio espositivoFORTEZZA DEL GIRIFALCO
Indirizzo - Cortona - Toscana
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).