The Phair e Photo Days. Torino riparte dalla fotografia: eventi diffusi in tutta la città

È la prima fiera a tenersi in Italia dall’inizio della pandemia, ed è completamente dedicata alla fotografia. The Phair si terrà dal 18 al 20 giugno 2021, e sarà affiancata da Torino Photo Days, art week che coinvolgerà numerose istituzioni artistiche della città

Davide Bramante, Torino Celestiale, 2020, Esposizione multipla non digitale - edizioni 5 - cm 100x150 courtesy FABBRICA EOS
Davide Bramante, Torino Celestiale, 2020, Esposizione multipla non digitale - edizioni 5 - cm 100x150 courtesy FABBRICA EOS

La ripartenza del mondo dell’arte e della cultura in Italia passa anche – e soprattutto – dalle fiere di settore, attività tra le più colpite dalla pandemia che, da oltre un anno, si sono avvalse delle piattaforme online per portare avanti vendite e programmi espositivi. In questo scenario, assume quindi un particolare significato l’inaugurazione di The Phair, rassegna dedicata alla fotografia che si terrà dal 18 al 20 giugno a Torino, nel suggestivo Padiglione Nervi di Torino Esposizioni. The Phair è la prima fiera a tenersi in Italia da quando è iniziata la pandemia, con la partecipazione di 40 gallerie nazionali e internazionali e un evento che fa cornice e completa la tre giorni dedicata alla fotografia, ovvero Torino Photo Days: una sorta di mini art week che mette in rete tutte le iniziative organizzate in città incentrate sull’immagine, coinvolgendo così numerose istituzioni torinesi come il Museo del Castello di Rivoli, la GAM – Galleria d’arte moderna, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Camera, Fondazione Merz, OGR, Paratissima, La Venaria Reale, TAG Torino Art Galleries, Fondazione Videoinsight®.

THE PHAIR E TORINO PHOTO DAYS: COSÌ RIPARTE L’ARTE A TORINO

“The Phair è un punto di ripartenza per un settore che ha molto sofferto. La manifestazione, dedicata non solo ai fotografi ma anche e soprattutto agli artisti che si esprimono utilizzando il mezzo fotografico, presenterà a un pubblico nazionale e internazionale la progettualità e la forza delle gallerie italiane”, spiega Roberto Casiraghi, ideatore insieme a Paola Rampini di The Phair. “Torino si vestirà di un nuovo abito tutto a colori: musei, gallerie, fondazioni, spazi pubblici e privati, faranno vivere la Città di una nuova e più brillante luce. L’arte contemporanea, come tutto il Paese, ha bisogno di ripartire e dobbiamo farlo insieme, ciascuno con il proprio ruolo”. E The Phair vestirà un abito d’eccezione, l’iconico padiglione progettato da Pier Luigi Nervi di 4mila metri quadrati, caratterizzato dalle sue volte ardite. Il padiglione ha già ospitato, in precedenza, anche il Salone Internazionale dell’Automobile e le Olimpiadi invernali del 2006. Tra gli artisti presentati dalle gallerie partecipanti alla fiera, spiccano i nomi di Luigi Ghirri, Letizia Battaglia, Paolo Pellegrin, Marinella Senatore e Marcel Duchamp.

– Desirée Maida

Torino // dal 18 al 20 giugno 2021
The Phair
Torino Esposizioni – Padiglione 3
Parco del Valentino
Via Francesco Petrarca 39/b 
www.thephair.com

Eventi d'arte in corso a Torino

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.