Memorie private. Simone Mussat Sartor a Torino

Galleria Aberto Peola, Torino ‒ fino al 18 maggio 2019. I ricordi familiari sono protagonisti degli scatti di Simone Mussat Sartor nella galleria torinese.

Come dei flashback lineari, le fotografie della serie Private Memories di Simone Mussat Sartor (Torino, 1972) rappresentano i ricordi, raccolti nel corso di due anni, che hanno come protagoniste le figlie dell’artista – Nina, Zoe e Phoebe; 17, 10 e 7 anni oggi. Principalmente Polaroid ed essenzialmente abbinamenti di tre istantanee per volta: Mussat Sartor esemplifica i diversi momenti della crescita individuale imitando e richiamando pose e gestualità di sorella in sorella, quasi a dimostrare che il barlume originario del genitore si riverbera inevitabilmente nel figlio, con variazioni apparentemente impercettibili ma visibili, con il senno di poi, in un’ottica d’insieme.
Una coinvolgente storia d’amore nel nome del padre, che in questo caso rappresenta l’artista in mostra e allo stesso tempo il primo grande modello – il padre del padre, Paolo Mussat Sartor – al quale orgogliosamente Simone si affianca, più dimesso formalmente ma altrettanto incisivo nei contenuti.

Federica Maria Giallombardo

Evento correlato
Nome eventoSimone Mussat Sartor - Memorie private
Vernissage14/03/2019 ore 19
Duratadal 14/03/2019 al 18/05/2019
AutoreSimone Mussat Sartor
CuratoreMarco Rainò
Generifotografia, personale
Spazio espositivoALBERTO PEOLA - ARTE CONTEMPORANEA
IndirizzoVia Della Rocca 29 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Federica Maria Giallombardo
Federica Maria Giallombardo nasce nel 1993. Consegue il diploma presso il Liceo Scientifico Tradizionale “A. Avogadro” (2012) e partecipa agli stage presso l’Assessorato alla Cultura della Provincia di Biella (2009-2012). Frequenta la Facoltà di Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Torino, laureandosi nel 2016 con una tesi di ricerca di Filologia Italiana sull’epistolario di Vittorio Alfieri. Partecipa come relatrice alla X edizione della Scuola di Alta Formazione “Cattedra Vittorio Alfieri” nel settembre 2016. Collabora con la Fondazione Centro Studi Alfieriani e con Palazzo Alfieri. È associata alla Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze. Scrive recensioni per la webzine «OUTsiders». In occasione di Artissima 2016, partecipa al progetto “Ekphrasis 21”. Collabora con diversi artisti, tra cui Giuseppe Palmisano, Massimo Brunello e Stefania Fersini, dei quali cura il portfolio e i comunicati stampa.