Le icone del cinema italiano nelle foto di Pino Settanni. Oltre 50 scatti a Roma

In coincidenza con gli 80 anni di Cinecittà, una mostra presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale celebra un lato del genio fotografico di Pino Settanni: quello di ritrattista delle stelle del cinema italiano.

Nell’anno in cui Cinecittà festeggia i suoi primi 80 anni di vita – era il 28 aprile 1937 quando venivano inaugurati gli studi della città del cinema a Roma – una mostra omaggia l’opera più nota e inimitabile di Pino Settanni: quella di ritrattista delle stelle, delle icone, dei protagonisti del cinema italiano. Dopo l’esposizione della scorsa primavera che ne ha celebrato il lavoro di grande reporter in giro per il mondo, l’Istituto Luce Cinecittà torna così a promuovere il celebre fotografo di Grottaglie, amico di Mario Monicelli, scomparso sette anni fa, di cui ha acquisito il fondo fotografico nel 2015: un tesoro di oltre 60mila scatti, di cui il Luce va completando digitalizzazione e catalogazione, e organizzando eventi espositivi. Proprio come questo presso il Teatro dei Dioscuri al Quirinale, dal titolo Primi Piani – Le icone del cinema italiano fotografate da Pino Settanni che riunisce in oltre 50 scatti i più celebri ritratti di attrici, attori, divi, registi che risultano sempre se stessi, anche se in pose e panni inattesi. Da Federico Fellini colto in una deflagrazione di matite a Monica Vitti ipnotica dietro un uovo di struzzo, passando per Robert Mitchum e Sergio Leone scolpiti come nei piani ravvicinati dei loro film. Ecco le immagini.

– Claudia Giraud

Evento correlato
Nome eventoPino Settanni - Primi piani. Le icone del cinema italiano
Vernissage25/07/2017 su invito
Duratadal 25/07/2017 al 24/09/2017
AutorePino Settanni
Generifotografia, personale
Spazio espositivoCOMPLESSO DEI DIOSCURI
IndirizzoVia Piacenza 1 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).