John Constable ad Haarlem. Prima retrospettiva nei Paesi Bassi del maestro del romanticismo

Al Teylers Museum di Haarlem sarà possibile perdersi nelle opere del grande paesaggista inglese che traduceva la sua tumultuosa vita emotiva in dipinti pieni di luce e improvvisi cambi meteo.

È in arrivo in Olanda una grande mostra su John Constable (East Bergholt, 1776 – Londra, 1837), uno dei più importanti pittori di paesaggi di tutti i tempi. Si tratta della prima retrospettiva nei Paesi Bassi di questo maestro del romanticismo che una volta ha scritto ad un amico: “Pittura non è che un’altra parola per indicare il sentimento”. La sua acuta osservazione della natura nascondeva, infatti, una tumultuosa vita emotiva che traduceva sapientemente in luce, aria e nei repentini cambiamenti meteorologici del paesaggio tanto amato della sua giovinezza: la costa orientale dell’Inghilterra vicina Harwich. Affascinato dai colori e dalle forme delle nuvole, dagli arcobaleni e da altri fenomeni atmosferici, Constable dipingeva all’aperto per poter registrare il tempo e le condizioni di luce da riportare meticolosamente nelle sue opere. Al Teylers Museum di Haarlem sarà, così, possibile perdersi nei suoi travolgenti paesaggi inglesi attraverso una serie di disegni, acquerelli e dipinti provenienti dal Canada, Londra e Oxford. Ecco le immagini…

– Claudia Giraud

John Constable – Retrospective exhibition of the great English master of Romanticism
Dal 19 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
Teylers Museum Haarlem, Spaarne 16, 2011 CH Haarlem
https://www.teylersmuseum.nl

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).