Der Blaue Reiter. Al Museo Franz Marc grande mostra sulle varie anime dell’espressionismo tedesco

L’arrivo di un dipinto del 1913 di August Macke al Museo Franz Marc a Kochel am See in Baviera, è l’occasione per un confronto tra le varie forme di astrazione sviluppate dagli artisti del Blaue Reiter 

August Macke, Cafe am See, 1913, Dauerleihgabe aus Privatbesitz, Courtesy Thole Rotermund Kunsthandel, Hamburg, Foto Walter Bayer, München
August Macke, Cafe am See, 1913, Dauerleihgabe aus Privatbesitz, Courtesy Thole Rotermund Kunsthandel, Hamburg, Foto Walter Bayer, München

Il Museo Franz Marc a Kochel am See, comune della Baviera, è dedicato al lavoro di uno dei massimi esponenti dell’espressionismo tedesco, Franz Marc, sin dalla sua fondazione nel 1986, mentre risale al 2008 l’ampliamento dell’edificio che lo ospita, inclusa l’aggiunta della collezione Etta e Otto Stangl Foundation. Ora, l’arrivo di un nuovo importante prestito permanente, il dipinto di August Macke, Café am See del 1913, è l’occasione per una mostra che mette a confronto le varie forme di astrazione sviluppate dagli artisti del Blaue Reiter (Il Cavaliere Azzurro, dal titolo di un dipinto del suo fondatore Vassily Kandinsky) negli anni immediatamente precedenti la prima guerra mondiale. Nonostante la diversità degli approcci, che si basano sulle varie considerazioni teoriche dell’avanguardia pittorica europea – il fauvismo, il cubismo, il semisconosciuto orfismo, le prime avvisaglie dell’astrattismo – c’è una stessa visione che accomuna gli artisti ed è la ricerca dello “spirituale nell’arte”, ovvero il tentativo di trovare e rappresentare il “nucleo essenziale” dietro l’apparenza delle cose. La mostra al Museo Franz Marc, che si basa in gran parte sulle sue collezioni, presenterà dipinti, disegni e grafica, quaderni di schizzi e schizzi ad olio dei molti artisti contemporanei a Franz Marc e ad August Marc. Le immagini…

– Claudia Giraud

Der Blaue Reiter. Das Moment der Abstraktion
Fino al 16 febbraio 2020
Franz Marc Museum, Franz Marc Park 8-10, 82431 Kochel am See
https://www.franz-marc-museum.de

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).