80 anni di Corrente a Museo del Novecento, Biblioteca Sormani e Museo Boschi Di Stefano

Tre istituzioni milanesi celebrano gli autori, lo spirito e le idee del movimento artistico Corrente, a 80 anni dalla sua nascita

80 anni di Corrente a Milano
80 anni di Corrente a Milano

Si chiama 80 anni di Corrente il progetto che coinvolge il Museo del Novecento, la Biblioteca Sormani e la Casa Museo Boschi Di Stefano di Milano con tre diverse esposizioni: un racconto corale dei protagonisti e delle vicende di Corrente, movimento culturale che ha inciso profondamente sulla storia dell’arte non solo milanese ma anche italiana.

CORRENTE

Era il 1938, anno dell’emissione delle terribili leggi razziali in Italia, quando il giovane Ernesto Treccani decise di fondare la rivista Vita Giovanile, coinvolgendo un gruppo di giovani artisti, letterati e filosofi attivi a Milano. Inizialmente il giornale ebbe un approccio di “fascismo critico”, che si trasformò negli anni successivi in un aperto dissenso al regime e si tradusse in un’attività di impegno militante, cambiando così il nome in Corrente. La rivista ebbe vita breve, chiudendo nel 1940, ma le attività culturali promosse dai suoi aderenti continuarono con diverse iniziative: la pubblicazione delle Edizioni di Corrente, l’attività teatrale di Palcoscenico e l’attività espositiva della Bottega di Corrente. Quest’ultima segnò il prestigio degli artisti dell’epoca, contrassegnati da una straordinaria apertura a uno stile europeo a discapito dell’arte di propaganda fascista: tra questi, Arnaldo Badodi, Renato Birolli, Renato Guttuso, Ennio Morlotti, Gabriele Mucchi, Aligi Sassu, Italo Valenti ed Emilio Vedova.

Emilio Vedova, Figura, 1943, foto Postini
Emilio Vedova, Figura, 1943, foto Postini

IL PROGETTO

Oggi, grazie a una sinergia tra gli enti istituzionali e civici, le opere sono raccolte in un circuito di mostre inedito. Come ha dichiarato l’Assessore alla Cultura di Milano Filippo Del Corno: “Il progetto ha una grande importanza all’interno di quello che è stato Novecento Italiano promosso dall’amministrazione per l’intero 2018. Un palinsesto di iniziative dedicate al 900 italiano, che ha visto il coinvolgimento e la collaborazione di moltissime istituzioni pubbliche e private della città e l’organizzazione di una serie di iniziative di grande valore, stimolatrici di dibattito pubblico su quello che ha rappresentato il Novecento in termini di produzione di pensiero creativo”.

LE MOSTRE

Il focus espositivo al Museo del Novecento prende il nome di Corrente 1938 e illustra, tramite una raccolta di dipinti, documenti d’archivio e qualche numero della rivista, gli esordi del movimento intellettuale. Tra le opere in mostra, provenienti dai depositi delle Civiche Raccolte d’Arte di Milano e da collezioni private, spiccano due quadri di Guttuso, concessi in comodato d’uso al museo grazie ai coniugi Feierabend.
Leggere Corrente a Casa Boschi Di Stefano è invece l’iniziativa promossa dalla casa museo di Via Jan 15, i quali spazi, in via eccezionale, vengono riallestiti a formare un percorso che testimonia la sensibilità dei collezionisti Antonio Boschi e Marieda Di Stefano, i quali valori furono sempre aderenti a quelli promossi dal gruppo artistico. Acquisizioni significative furono quindi effettuate nel 1939, in occasione della prima e della seconda mostra del movimento, e si traducono in un’ampia collezione di dipinti, grafiche e sculture.
Infine, la Biblioteca Sormani propone Gli anni di Corrente, un percorso espositivo sia fotografico sia storico-documentario: venti pannelli raccolgono una ricca produzione di fotografie, riproduzioni di manoscritti, dipinti e sculture, poesie e riviste dell’epoca che, con il loro apporto culturale hanno alimentato lo spirito ideologico e militante degli aderenti.

– Giulia Ronchi

Milano// fino al 3 marzo 2019
Museo del Novecento, Corrente 1938
Piazza Duomo 8, Milano
lunedì 14.30 -19.30
martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 -19.30
giovedì e sabato 9.30 – 22.30
[email protected]
www.museodelnovecento.org/it/
Casa Museo Boschi Di Stefano, Leggere Corrente a Casa Boschi Di Stefano
Via Giorgio Jan 15, Milano
ingresso libero
da martedì a domenica, 10.00 – 18.00
[email protected]
http://www.fondazioneboschidistefano.it/
Milano// fino al 19 gennaio 2019
Biblioteca Sormani, Gli anni di Corrente
Corso di Porta Vittoria 6, Milano
ingresso libero
dal lunedì al venerdì, 9.00 – 19.15
sabato 9.00 – 18.00
[email protected]
www.fondazionecorrente.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Attualmente collabora con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne. Cura la rubrica “Le curatrici donne più influenti nel mondo” per Marie Claire e “Storie d’amore nella storia dell’arte” per Elle.