Videoarte in Italia. A Roma una grande mostra al Palaexpo e alla Galleria d’Arte Moderna

Un’unica grande mostra a Roma, due luoghi per la videoarte: a Palazzo delle Esposizioni le trasformazioni del formato installativo. Alla GAM le sperimentazioni e i programmi TV fatti da artisti

L’Italia è da sempre un punto di riferimento per la sperimentazione video. Così è in arrivo a Roma una grande mostra in due sedi che vuole celebrare questo primato fin dagli anni ’60. Stiamo parlando del progetto espositivo, promosso da Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura, Roma Culture, Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali e Azienda Speciale Palaexpo, Il video rende felici. Videoarte in Italia, a cura di Valentina Valentini, in programma dal 12 aprile al 4 settembre al Palazzo delle Esposizioni e alla Galleria d’Arte Moderna. Tra video monocanale, installazioni video, multimediali, interattive, sono in mostra in tutto 19 installazioni a cui si aggiungono oltre 300 opere raccolte all’interno di rassegne dedicate come Lo schermo dell’arte, per un totale di oltre 100 artiste e artisti coinvolti, con lo scopo di evidenziare le interferenze del video con il cinema, la tv, il teatro, la danza, la fotografia, le arti plastiche. Alle opere esposte si affiancano i numerosi documenti, bozzetti, disegni, locandine, manifesti, fotografie e cataloghi, che ne ripercorrono il processo produttivo e il contesto storico. Ecco le immagini in anteprima…

Claudia Giraud

Eventi d'arte in corso a Roma

Evento correlato
Nome eventoIl video rende felici. Videoarte in Italia
Vernissage11/04/2022 su invito
Duratadal 11/04/2022 al 04/09/2022
Generevideo
Spazio espositivoGALLERIA D'ARTE MODERNA DI ROMA
IndirizzoVia Francesco Crispi 24 - 00187 - Roma - Lazio
Evento correlato
Nome eventoIl video rende felici. Videoarte in Italia
Vernissage11/04/2022 su invito
Duratadal 11/04/2022 al 04/09/2022
Generevideo
Spazio espositivoPALAZZO DELLE ESPOSIZIONI
IndirizzoVia Nazionale 194 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).