La scrittura come arte. Salvatore Garzillo e Luca Barcellona in mostra a Milano

La galleria Patricia Armocida ospita le opere di Salvatore Garzillo e Luca Barcellona. Fra cronaca e calligrafia

In una traversa discreta, a pochi passi dal Naviglio Grande a Milano, la galleria Patricia Armocida ospita la doppia personale di Salvatore Garzillo (Napoli, 1987) e Luca Barcellona (Milano, 1978). I due artisti sono accomunati dal gesto impellente della scrittura come atto meditativo.

Salvatore Garzillo, E quando riparti , 2018, ink on paper, 7x11 cm
Salvatore Garzillo, E quando riparti , 2018, ink on paper, 7×11 cm

GARZILLO E BARCELLONA IN MOSTRA A MILANO

Per Salvatore Garzillo, in arte Salgar, il ruolo di artista si sovrappone a quello di giornalista di cronaca nera. Le sue opere sono riflessioni materializzate, così istintive e urgenti da essere create con qualsiasi tipo di elemento a disposizione: biglietti della metro o tovagliolini del bar possono fare da supporto, così come pigmenti di suolo possono essere utilizzati per colorare i disegni. Questi attingono dal mondo degli identikit, come se prendessero vita dai faldoni degli archivi di una caserma.
Luca Barcellona è un graphic designer e calligrafo a livello internazionale. Nella mostra Lost in strokes, sintesi della sua ricerca artistica degli ultimi trent’anni, le lettere vengono ripetute come in un mantra astraendosi dal loro significato per diventare puro segno.

Martina Massimilla

Eventi d'arte in corso a Milano

Evento correlato
Nome eventoLuca Barcellona / Salvatore Garzillo
Vernissage21/10/2021 ore 19
Duratadal 21/10/2021 al 14/01/2022
AutoriLuca Barcellona, Salvatore Garzillo
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoGALLERIA PATRICIA ARMOCIDA
Indirizzovia Argelati 24 20143 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Martina Massimilla
Martina Massimilla è un’archivista e critica d’arte. Frequenta l’Università degli Studi di Firenze laureandosi in Lettere Moderne (laurea triennale) e poi in Scienze Archivistiche e Biblioteconomiche (laurea magistrale) con una tesi sullo storico lucchese Guglielmo Lera. Iscritta nell’Elenco dei professionisti della Provincia di Lucca nella categoria “Archivisti e catalogatori dei beni librari e documentari e conservatori dei beni culturali”, svolge le sue prime esperienze professionali presso l’Archivio di Stato di Lucca e poi presso il Gabinetto Vieusseux (Palazzo Strozzi, Firenze). Continua il suo percorso professionale specializzandosi negli archivi di moda, partecipando alla digitalizzazione dell’Archivio Gucci presso l’omonimo museo in Piazza della Signoria a Firenze, per poi spostarsi a Roma, lavorando presso l’Archivio Valentino, dove si è occupata della digitalizzazione e metadatazione della rassegna stampa. Ha conseguito un Master in Curatorial Management presso l’Istituto Marangoni di Firenze e dal 2016 è contributing author per Artribune.