Damien Hirst a Frieze con il marchio LG: in mostra opere fisiche, digitali e NFT

Le opere tratte dalla serie Kaleidoscope, i lavori di Spin, i suoi coloratissimi pois: LG porta nella fiera londinese una selezione di lavori di Hirst che saranno visibili sia in versione reale che digitale. E, dal 14 ottobre 2021, sarà possibile acquistare uno dei suoi ultimi NFT.

Damien Hirst with The Currency artworks, 2021. Photographed by Prudence Cuming Associates Ltd © Damien Hirst and Science Ltd, DACS 2021
Damien Hirst with The Currency artworks, 2021. Photographed by Prudence Cuming Associates Ltd © Damien Hirst and Science Ltd, DACS 2021

Anche l’ex enfant terrible britannico sarà presente alla fiera d’arte più importante del paese. A Frieze, in programma da mercoledì 13 a domenica 17 ottobre 2021 a Regent’s Park, sarà possibile visitare LG X Damien Hirst: A History of Painting, una ricognizione delle più importanti opere dell’artista riprodotte sulle TV OLED di LG, la compagnia leader dell’home entertainment, che ha deciso di dedicarsi con questo nuovo progetto all’arte contemporanea. Se il Damien Hirst (Bristol, 1965) degli ultimi anni ci aveva abituato a esposizioni fisiche e muscolari del calibro di Treasures from the Wreck of the Unbelievable a Palazzo Grassi – Punta della Dogana di Venezia (di cui una parte è stata esposta durante l’estate alla Galleria Borghese di Roma), nella capitale inglese si presenta anche in versione digitale e smaterializzata, ma non per questo meno accattivante.

 Damien Hirst, Beautiful, Simple, Child's Play, Tasteless, Primary Eye Candy Catching Painting with Undeniable Power, 2006-2007 Household gloss on canvas 108 inches 108 inches (2743 mm) diameter Photographed by Prudence Cuming Associates Ltd © Damien Hirst and Science Ltd. All rights reserved, DACS 2021
Damien Hirst, Beautiful, Simple, Child’s Play, Tasteless, Primary Eye Candy Catching Painting with Undeniable Power, 2006-2007 Household gloss on canvas 108 inches 108 inches (2743 mm) diameter Photographed by Prudence Cuming Associates Ltd © Damien Hirst and Science Ltd. All rights reserved, DACS 2021

DAMIEN HIRST: LA MOSTRA A LONDRA CON LG

LG X Damien Hirst: A History of Painting, ideata da Jason Kim, ceo dell’agenzia BESIGN, porta nella fiera londinese le più note opere di Hirst – tra cui quelle tratte dalle serie Kaleidoscope e Spin – esposte accanto alle versioni digitali riprodotte sui televisori LG OLED. Grazie alla tecnologia “self-lit” (autoilluminante) i pixel che compongono le immagini si accendono e si spengono individualmente, dando vita a colori intensi e contrasti dall’effetto inedito e immersivo. Si tratta di un’esperienza visiva completamente nuova che permette di ottenere un risultato digitale simile a un avatar. Per l’occasione, sarà presentato anche The Currency, il primo NFT di Damien Hirst composto da 10 mila lavori su carta, uno diverso dall’altro (che rappresentano i suoi famosi “dots”). Mentre la versione fisica di queste opere è conservata in un caveau del Regno Unito, quella digitale viene presentata sugli schermi di LG. Inoltre il 14 ottobre – primo giorno di apertura al pubblico della fiera – sancisce l’inizio della compravendita, che durerà dieci mesi: in questo periodo, gli acquirenti delle opere di Hirst potranno decidere se conservare l’opera in versione NFT oppure in quella reale. Qualsiasi opzione si scelga, l’altra verrà eliminata (bruciata, nel caso dell’opera su carta). Un aut aut drastico al quale l’artista britannico costringe il compratore, inducendolo forse implicitamente a riflettere, in quest’era di rapidi cambiamenti, sulle priorità dell’atto stesso di collezionare.

– Giulia Ronchi

LG X Damien Hirst: A History of Painting
Dal 14 al 17 ottobre 2021 (13 ottobre: preview)
Frieze
Regent’s Park, Londra

Catalogo Damien Hirst. Galleria Borghese

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.