Archaeology Now: aperta la grande mostra di Damien Hirst alla Galleria Borghese di Roma

Oltre 80 opere – provenienti dalle serie Treasures from the Wreck of the Unbelievable e Colour Space – dialogano con i capolavori della collezione capitolina, in un continuo rimando tra storia e narrazione, realtà e finzione, passato e presente. Ecco le immagini della mostra

Cerberus (Temple Ornament), Collezione privata / Private collection Ph. by A. Novelli © Galleria Borghese – Ministero della Cultura © Damien Hirst and Science Ltd. All rights reserved DACS 2021/SIAE 2021
Cerberus (Temple Ornament), Collezione privata / Private collection Ph. by A. Novelli © Galleria Borghese – Ministero della Cultura © Damien Hirst and Science Ltd. All rights reserved DACS 2021/SIAE 2021

È stata inaugurata Archaeology Nowl’attesa personale di Damien Hirst alla Galleria Borghese di Roma, visitabile fino al 7 novembre 2021. Curata da Anna Coliva e Mario Codognato e realizzata grazie al supporto di Prada, la mostra si compone di oltre 80 opere della serie Treasures from the Wreck of the Unbelievable, allestite in tutte le sale accanto ai capolavori del museo, per creare un inedito dialogo tra l’arte del passato e i lavori contemporanei dell’artistar britannico, già esposti nel 2017 nella grande mostra di Palazzo Grassi e Punta della Dogana. All’interno del percorso si trovano anche i dipinti Colour Space, in Italia per la prima volta, mentre nello spazio esterno del Giardino Segreto dell’Uccelliera è stata collocata la scultura colossale Hydra and Kali. “La bellissima mostra di Damien Hirst che apre alla Galleria Borghese è un segno di ripartenza“, ha commentato il ministro della Cultura Dario Franceschini, presente all’evento di apertura. “La cultura è ripartita, è tornata con iniziative straordinarie. L’originalità di questa mostra, è una prova di quello che succederà nei prossimi mesi. Passata l’epidemia ci sarà un grande ritorno delle iniziative culturali e della capacità dei musei di innovare. I turisti stanno tornando, quelli italiani e anche quelli stranieri e il governo è al lavoro per modificare le norme e favorire il ritorno del turismo internazionale”. E ha concluso, “c’è una grande voglia di turismo, di cultura, di bellezza. Sarà un nuovo rinascimento per l’Italia“. Ecco alcune immagini della mostra.

-Giulia Ronchi

Eventi d'arte in corso a Roma

Evento correlato
Nome eventoDamien Hirst - Archaeology now
Vernissage08/06/2021 no
Duratadal 08/06/2021 al 07/11/2021
AutoreDamien Hirst
CuratoriMario Codognato, Anna Coliva
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoGALLERIA BORGHESE
IndirizzoPiazzale Scipione Borghese 5 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.