Alle origini delle luminarie pugliesi. La mostra di Franco Dellerba in Salento

Pioniere dell’impiego delle luminarie nell’arte contemporanea, Franco Dellerba è in mostra al Castello di Copertino, in provincia di Lecce.

La poetica di Franco Dellerba (Rutigliano, 1949), in mostra al Castello di Copertino, è una miscela ben dosata di diversi elementi: la memoria della dimensione infantile, espressa attraverso l’originale rappresentazione del ludus; il costante riferimento alla cultura tradizionale della Puglia e alla società contadina; la ricerca antropologica sulle radici del Sud Italia; la libertà della fantasia resa attraverso la visione utopica, sprigionata in un percorso artistico che spazia tra differenti linguaggi – dalla pittura al disegno alla scultura, sperimentando, tra l’altro, l’uso della ceramica e della terracotta.

L’ARTE DI DELLERBA

Usando, fin dagli Anni Settanta, le lumiarie tipiche delle feste patronali, Dellerba valorizza, in chiave concettuale, il folklore della sua terra d’origine: la Puglia. E lo fa rappresentando, in modo essenziale e traslato, cavalli a dondolo, scale, sedie, oggetti impressi nella memoria del suo percorso esistenziale, che adorna, appunto, con luminarie, privandoli della loro funzionalità reale. Anche attraverso la serie di animali intagliati in legno, dalle vivaci cromie, presenti in mostra, Dellerba crea un mondo sostanzialmente ludico, nell’ottica della “fantasia al potere”, ma anche profondo e intenso, generando riflessione attraverso l’evocazione mnemonica.

Franco Dellerba. La Fuga. Exhibition view at Castello di Copertino, 2021. Photo Beppe Gernone. Courtesy l’artista
Franco Dellerba. La Fuga. Exhibition view at Castello di Copertino, 2021. Photo Beppe Gernone. Courtesy l’artista

ARCHITETTURE DI LUCE

È una sintesi estetica, quella di Dellerba, che risulta elegante, magnetica e dinamica. Lo si evince soprattutto nella serie dei cavalli a dondolo (privati del dondolo) che ‒ nivei e luminosi ‒ si rincorrono nella sala centrale del castello. Delle autentiche “architetture di luce”, come sottolinea il curatore Lorenzo Madaro. Coinvolgente è anche il video proiettato in una delle sale del castello, in cui la gallerista di fama internazionale Marilena Bonomo ‒ scomparsa nel 2017, alla quale si deve la fondazione della storica galleria Bonomo a Bari e la scoperta artistica di Dellerba ‒ descrive il lavoro dell’artista pugliese con entusiasmo e poesia.

Cecilia Pavone

Eventi d'arte in corso a Lecce

Evento correlato
Nome eventoFranco Dellerba - La Fuga
Vernissage29/07/2021 ore 19
Duratadal 29/07/2021 al 30/10/2021
AutoreFranco Dellerba
CuratoriLorenzo Madaro, Pietro Copani
Generipersonale, arte moderna
Spazio espositivoCASTELLO DI COPERTINO
IndirizzoPiazza Castello - Copertino - Puglia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Cecilia Pavone
Giornalista professionista, Cecilia Pavone è nata a Taranto e ha conseguito la laurea in Filosofia con specializzazione in Storia delle Dottrine Politiche all'Università degli Studi di Bari. Nel suo percorso professionale giornalistico ha lavorato per il quotidiano "Nuovo Corriere Barisera" di Bari specializzandosi nel settore cultura e spettacoli. Tra le sue collaborazioni: "Il Settimanale" di Bari, "Il Resto del Carlino" di Bologna, "Exibart" dal 2007 fino al febbraio 2011, quando ha seguito Massimiliano Tonelli e Marco Enrico Giacomelli alla nuova testata d'arte "Artribune". Attualmente scrive anche su "Lobodilattice.com" e "Metalwave.com".