Studi legali appassionati d’arte. Nctm compra 75mila euro di opere: il bando

Nctm e l’arte, progetto internazionale dello studio legale Nctm, lancia una open call per l’acquisizione di opere volte a riflettere sulla pandemia e sui suoi effetti.

Mantova, Scuola Palazzo Te, Virgilio Sieni, courtesy of Accademia sull'Arte del Gesto - nctm e l'arte
Mantova, Scuola Palazzo Te, Virgilio Sieni, courtesy of Accademia sull'Arte del Gesto - nctm e l'arte

Essenziale. Questo il titolo della open call lanciata da Nctm e l’arte per coinvolgere gli artisti italiani, o residenti in Italia, a riflettere sulle lacerazioni lasciate dalla pandemia. Un titolo che racchiude in sé una indagine in relazione a cosa sia davvero fondamentale nell’esistenza umana, soprattutto a fronte dello stravolgimento, a tutto campo, messo in atto dal Covid-19. Un invito a ponderare l’importanza dei valori che reggono una civile società, senza più permettere che vengano ignorati dalla velocità frenetica del quotidiano.

IL BANDO

Gli artisti di qualsiasi generazione, con percorso già attestato nel campo dell’arte contemporanea, potranno presentare le loro proposte, relative al tema della open call, entro il 30 luglio 2021. Le proposte includono sia le opere in corso di ideazione o produzione, le quali devono essere ultimate entro il mese di ottobre 2021, sia le opere di recente realizzazione. L’opera o le opere selezionate dalla commissione, verranno acquisite, per un contributo complessivo di 75mila euro, da Nctm ed entreranno a far parte della già ricca collezione dello studio legale.

NCTM E L’IMPEGNO PER L’ARTE

Lo studio legale Nctm, con sedi a Milano, Roma, Londra, Bruxelles e Shanghai, ha sempre mostrato la sua vocazione a sostegno dell’arte. Un esempio concreto di questo impegno è il reintegro dell’iconico Teatro Continuo di Alberto Burri. Una storia che vede l’artista, nel 1973, concepire un teatro urbano all’interno del Parco Sempione a Milano in occasione della XV edizione della Triennale. Nel 1989, necessitando interventi di manutenzione, l’opera viene demolita. Nel 2012, a distanza di più di vent’anni dalla demolizione, Nctm e Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri propongono di reintegrare l’opera nel tessuto urbano milanese. Dopo anni di lavori, nel 2015 arriva il lieto fine con la restituzione a Milano di un suo pezzo di storia, oggi fruibile lì dove era stato originariamente realizzato. Lo studio legale, inoltre, con il progetto Nctm e l’arte, diretto da Gabi Scardi, organizza incontri e tavole rotonde con artisti e soggetti specializzati nel campo, al fine di promuovere messaggi di sostenibilità, equità sociale, diritti e giustizia. Parte di questo progetto è anche la corposa collezione dello studio che vanta opere di Kiki Smith, Adrian Paci e Marinella Senatore e di cui entreranno a far parte le opere selezionate a seguito della open call Essenziale.

-Antonio Mirabelli

Dati correlati
AutoreAlberto Burri
CuratoreAdrian Paci
Spazi espositiviNCTM - STUDIO LEGALE ASSOCIATO, NCTM STUDIO LEGALE
Indirizzo
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Antonio Mirabelli
Antonio Mirabelli si è laureato in giurisprudenza presso la Luiss Guido Carli di Roma e nello stesso ateneo ha frequentato la Scuola di Specializzazione per un biennio. Avvocato e appassionato di arte, matura esperienza nel campo del Wealth management come consulente nella pianificazione patrimoniale e curando la gestione di prestigiose collezioni private. A Milano frequenta il Master in Arts Management presso l’Università Cattolica di Milano, dove affina le doti manageriali. Elabora progetti per l’implementazione dell’offerta culturale di soggetti pubblici e privati, si occupa di CSR (Corporate Social Responsibility) e lavora come Art Advisor.