Hole. Il “temporary art peep show” nella vetrina di Adiacenze a Bologna

Come una vetrina oscurata, sei buchi e ventiquattro artisti possono trasformare i vincoli imposti dalla chiusura in spunti per nuove modalità espositive ed espressive. Lo racconta Giorgia Tronconi di Adiacenze.

Si conclude il 1° giugno Hole. Temporary art peep show, un progetto espositivo ideato e sviluppato dal team curatoriale di Adiacenze e dallo studio indipendente di progettazione grafica Tatanka [gli autori delle copertine di Artribune Magazine, N.d.R.], in collaborazione con Andrea Tinterri, critico e curatore indipendente, fondatore e direttore artistico della rivista d’arte La Foresta.
Il lancio del progetto (28 aprile) è coinciso con i giorni di Out Of Order, festival diffuso di arte contemporanea organizzato da un gruppo di associazioni attive a Bologna (Adiacenze, Dev, Nelumbo Open, Parsec, Tank, Elastico e Laboratorio l’Isola) per denunciare la disattenzione di cui gli spazi culturali non profit sono stati vittime nell’ultimo anno di pandemia.

Hole. Temporary art peep show. Giulia Zanet, Painting Box. Adiacenze, Bologna 2021
Hole. Temporary art peep show. Giulio Zanet, Painting Box. Adiacenze, Bologna 2021

UN PEEP SHOW CONTRO LA PANDEMIA

L’iniziativa è nata dall’esigenza di perseguire l’indagine artistica contemporanea attraverso il lavoro curatoriale ed espositivo, nonostante le restrizioni e la chiusura forzata imposte dalla pandemia. Come riavvicinare il pubblico all’arte contemporanea senza aprire lo spazio? Come stimolare e sostenere la creatività degli artisti, senza mostre?
La vetrina di Adiacenze è stata oscurata: sei piccoli fori dotati di una lente fisheye erano l’unica possibilità di “accesso” fornita al pubblico per spiare le opere esposte con il proprio occhio o la fotocamera del proprio smartphone. Ad attendere gli spettatori-voyeur, dall’altra parte della vetrina, sono state le opere di ventiquattro artisti, che si sono susseguite di settimana in settimana a gruppi di sei.

Hole. Temporary art peep show. Adiacenze, Bologna 2021
Hole. Temporary art peep show. Adiacenze, Bologna 2021

LE OPERE DEGLI ARTISTI AD ADIACENZE

Anche gli artisti coinvolti sono stati vincolati (e stimolati) da questa scelta espositiva e di fruizione: a ognuno di loro è stata fornita una scatola delle stesse dimensioni, entro cui sviluppare la propria installazione. Pittori, performer, videoartisti, fotografi e scultori hanno così composto un “condominio” in continuo mutamento.
Gli artisti hanno interpretato la condizione di essere “spiati” dal pubblico in modi diversi. C’è chi ha scelto di condividere un’ossessione privata, chi ha racchiuso dentro il box il proprio processo creativo, chi ha colto l’occasione per dare spazio a un’idea in attesa da tempo. Non sono mancate le riflessioni sul tempo presente, nostalgie per ciò che abbiamo perso e spunti per reagire. Spinto ad avvicinarsi dall’occultamento parziale della vetrina, il pubblico ha ritrovato il piacere di decodificare segni e tracce visive per fare conoscenza dell’intimo di ogni artista, riattivando lo scambio vitale tra spettatore e opera.

– Giorgia Tronconi

Eventi d'arte in corso a Bologna

Evento correlato
Nome eventoHole – Temporary art peep show
Vernissage28/04/2021
Duratadal 28/04/2021 al 01/06/2021
Autori PetriPaselli, Ester Grossi , Stefano Pasquini, Elisa Muliere , Giulio Zanet, Antonello Ghezzi, Allegra Martin, Alessandro Calabrese, Fratelli Broche, Alessandro Sambini, Silvia Rocchi, Caterina Morigi, Adonai Sebhatu, Sara Bonaventura, Marzia Avallone, Nicolò Lucchi, Silvia Bigi, Nicolò Cecchella, Jacopo Valentini, Irene Adorni, Giulia Querin, Luogo Comune, Francesco Fadani, Quatrième Paysage
Generiarte contemporanea, collettiva
Spazio espositivoADIACENZE
IndirizzoVicolo Spirito Santo 1/B - Bologna - Emilia-Romagna
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.