L’arte che non ragiona. La mostra di Faita e Scherffig a Milano

Porta la firma del gallerista Franco Toselli la mostra di Elisabeth Scherffig a Milano. Una ricognizione sulle sue opere al confine tra disegno e fotografia.

Chi altro, oltre al poetico Franco Toselli, storico gallerista milanese, potrebbe intitolare una mostra L’arte che non ragiona? Forse nessuno. Nel suo testo, Toselli afferma che molte vite scorrono nella mostra, dallo sguardo di Piranesie al pennello di Watteau. L’arte che non ragiona ha le sue buone ragioni.

LE OPERE DI FAITA E SCHERFFIG

Toselli ci ha abituato ai disegni di fiaba dell’artista bresciano Bonomo Faita (1955), popolati da lupi e formiche, tutti buoni, presenti nelle diverse puntate di Portofranco.
Per la prima volta sulle pareti delle sua galleria nomade, questa volta in via Tortona 31, sono invece allestiti i ragionati disegni di Elisabeth Scherffig (Düsseldorf, 1949), artista tedesca che da ormai cinquant’anni vive a Milano. I suoi sono lavori complessi in cui le trame dello sguardo si incrociano con quelle della natura e dell’architettura. Opere che nascono da un’osservazione insistita. Scherffig prende appunti attraverso la macchina fotografica e poi disegna dettagliatamente, con piccoli tratti. Le opere in mostra rappresentano palazzi in costruzione, cave dalle quali l’artista è particolarmente attratta, e vigne. Opere raffinate che trovano spazio anche nella bellissima collezione di Massimo e Francesca Valsecchi al Palazzo Butera di Palermo.

– Angela Madesani

Eventi d'arte in corso a Milano

Evento correlato
Nome eventoElisabeth Scherffig / Bonomo Faita
Vernissage15/04/2021
Duratadal 15/04/2021 al 15/05/2021
AutoriElisabeth Scherffig, Bonomo Faita
Generiarte contemporanea, doppia personale
Spazio espositivoGALLERIA TOSELLI
Indirizzovia Tortona 31 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Angela Madesani
Storica dell’arte e curatrice indipendente, è autrice, fra le altre cose, del volume “Le icone fluttuanti. Storia del cinema d’artista e della videoarte in Italia”, di “Storia della fotografia” per i tipi di Bruno Mondadori e di “Le intelligenze dell’arte” (Nomos edizioni). Ha curato numerose mostre presso istituzioni pubbliche e private italiane e straniere. È autrice di numerosi volumi di prestigiosi autori fra i quali: Gabriele Basilico, Giuseppe Cavalli, Franco Vaccari, Vincenzo Castella, Francesco Jodice, Elisabeth Scherffig, Anne e Patrick Poirier, Luigi Ghirri. Ha recentemente curato un volume sugli scritti d’arte di Giuseppe Ungaretti. Insegna all’Accademia di Brera e all’Istituto Europeo del Design di Milano.