La geografia del nulla. Tommy Malekoff a Milano

In uno scenario post-industriale, nella periferia sud di Milano, la prima personale italiana dell’americano Tommy Malekoff delinea una nuova “geografia del nulla” attraverso lavori scultorei e serigrafici, pensati come controparti notturne della nota opera “Desire Lines”.

Negli ultimi anni Tommy Malekoff (South Boston, 1992) ha viaggiato spesso in auto lungo tutto il Paese, scoprendo il fascino nascosto di certi edifici all’angolo delle strade. Tuttavia, quando la scorsa primavera il virus ha iniziato a espandersi negli Stati Uniti, Malekoff si è trovato costretto a fermarsi. Dall’osservazione delle poche attività essenziali rimaste aperte sono nati nuovi lavori scultorei e serigrafici, ora esposti nella prima personale italiana dell’artista. The Geography of Nowhere, inaugurata negli spazi della galleria ZERO… di Milano, è una pura esperienza estetica di non-luoghi, volta a svelare la doppia vita che quegli ambienti, in apparenza banali e anonimi, conducono. Se la serie Exit Shelter (2020) raffigura fast food o stazioni di servizio come apparizioni di luce accecante nel cuore della notte, i modellini architettonici simboleggiano un atto di riappropriazione che l’artista americano compie nei confronti di alcuni centri commerciali della sua città natale, oggi trasformati in pizzerie o strip club.

Tommy Malekoff, Desire lines, 2019. Installation view. Courtesy of the artist and ZERO..., Milano. Photo credits Roberto Marossi
Tommy Malekoff, Desire lines, 2019. Installation view. Courtesy of the artist and ZERO…, Milano. Photo credits Roberto Marossi

DESIRE LINES DI TOMMY MALEKOFF

Al piano inferiore della galleria, in un vasto hangar buio, è possibile osservare la nota installazione video a due canali Desire Lines (2019), girata tra l’agosto 2017 e il marzo 2019. Con quest’opera Malekoff non vuole raccontare alcuna storia, piuttosto crea atmosfere attraverso sequenze infinite di azioni deliranti, accompagnate da rombi di pneumatici e suoni orchestrati. Un loop continuo di immagini surreali, senza un inizio né una fine, dove cavalli, iguane, persone e automobili vivono individualmente lo spazio pubblico di un parcheggio.

Erica Massaccesi

www.tommymalekoff.com

Eventi d'arte in corso a Milano

Mostre a Milano, vai all'elenco completo di eventi d'arte in corso →
Evento correlato
Nome eventoTommy Malekoff
Vernissage04/02/2021 ore 11
Duratadal 04/02/2021 al 27/03/2021
Generipersonale, arte contemporanea
Spazio espositivoZERO...
IndirizzoVia Carlo Boncompagni 44 20139 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Erica Massaccesi
Erica Massaccesi, marchigiana di nascita, vive a Milano. Laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica del Sacro Cuore, nel 2018 inizia a lavorare per Cittadellarte - Fondazione Pistoletto, dove affianca l’artista Nico Angiuli nella produzione e direzione della sua opera, “The Human Tools”, vincitrice della terza edizione di Italian Council. Successivamente assiste l’artista emergente Reverie per la realizzazione della performance “Sogno 1: archetipo del sé” alla Fondazione VOLUME! di Roma. Nel luglio 2020, in seguito alla collaborazione con l’Archivio Vincenzo Agnetti, conclude la specialistica in Arti, Patrimoni e Mercati all’Università IULM con una tesi sperimentale in forme di archiviazione dell’arte. Ad oggi, porta avanti la sua ricerca all’interno dell’Archivio e scrive per diverse riviste online.