I musei riaprono in zona gialla. Ma proseguono le loro attività sul web

I musei iniziano finalmente a riaprire in zona gialla, ma le loro attività sul web continuano con mostre, tutorial e approfondimenti. Eccone una selezione

Anche se la maggior parte del Paese si è tinta di giallo, portando la tanto attesa riapertura dei musei, questo continuano comunque a promuovere eventi e attività sul web. Artribune quindi continua a dedicare un appuntamento settimanale a tutti i progetti che prendono vita tra canali social e appositi siti, segnalandovi gli appuntamenti più interessanti da fruire attraverso il proprio pc o smartphone. Ecco una selezione di iniziative previste nei prossimi giorni.

– Valentina Muzi

1. PALAZZO STROZZI E I TUTORIAL DI MARINELLA SENATORE DA RIFARE A CASA

Marinella Senatore, We Rise by Lifting Others

L’artista Marinella Senatore insieme a Palazzo Strozzi invitano il pubblico da casa a prendere parte al progetto We Rise by Lifting Others: a seguito dei workshop online condotti dalle coreografe Nandhan Molinaro ed Elisa Zucchetti, sono nati alcuni tutorial dove il nome, le parole e il paesaggio sono i tre elementi che ispireranno i movimenti degli utenti digitali, a partire da qualunque corpo e qualsiasi contesto, finalizzati ad attivare i processi creativi col corpo. Gli incontri sono avvenuti via Zoom e hanno creato una comunità virtuale coinvolgendo molte persone. Per partecipare, si possono seguire le azioni proposte sul sito di Palazzo Strozzi, registrare un video e condividerlo tramite un apposito format.

2. LE PROIEZIONI INUTILI DI SILVANO REPETTO IN MOSTRA – ONLINE – AL MASI DI LUGANO

Silvano Repetto Performance inutile n.4400 Tentare di diventare un fossile in un minuto©2020Silvano Repetto

Il Museo d’arte della Svizzera italiana ha aperto la prima esposizione interamente digitale fruibile sul sito del museo assieme ai virtual tour 3D delle altre mostre, sviluppandosi all’interno del ciclo di mostre pop-up. L’esposizione è dedicata a Silvano Repetto, artista poliedrico capace di interpretare diversi linguaggi, dalla videoarte alla pittura, dalla fotografia alla performance. Repetto celebra l’importanza delle cose inutili, ma di cui, paradossalmente, abbiamo bisogno. Per l’esposizione digitale al MASI, Repetto ha documentato le sue 10 Performance inutili, registrandole per la prima volta in brevi video e catturando scatti fotografici per poi trasformarli in serie di cartoline. Durante il periodo di “apertura virtuale” della mostra, sui canali social Facebook e Instagram. del museo saranno pubblicati vari approfondimenti sull’artista e sarà ospitato un dialogo tra Repetto e il critico d’arte Guglielmo Gigliotti.

3. I GIOVEDÌ FIRMATI #MAXXIlive

MAXXILive, Mauro Covacich ph. Simona Caleo

Continua il palinsesto online #nonfermiamoleidee del Museo MAXXI di Roma con i suoi #MAXXIlive ogni giovedì alle ore 18 sui canali Facebook e Instagram del Museo. Il protagonista che aprirà le porte del web giovedì 4 febbraio è lo scrittore Mauro Covacich con il quale si andrà alla scoperta della “biblioteca invisibile” che Claudio Parmiggiani ha ideato appositamente per il MAXXI. È l’opera Senza titolo, una delle sue famose delocazioni, opere che rivelano sagome di oggetti assenti, realizzate impiegando fuoco, fumo e fuliggine. Uno dei soggetti che più di frequente l’artista tratta con questa tecnica è il libro, simbolo della memoria umana e di tutto ciò che nel nostro presente rischia di scomparire e incenerirsi.

4. ARTE FIERA ARRIVA ALLA GALLERIA DE’ BONIS (VIA WEB)

Arte Fiera Bologna Playlist

“In questi lunghi mesi di limitata mobilità”, racconta il gallerista Stanislao de’ Bonis, “abbiamo sentito fortemente la mancanza della natura e degli spazi aperti: questo ci ha portato ad esaminare meglio il rapporto uomo-ambiente, anche attraverso le opere di Guttuso, Ligabue e Pirandello, gli artisti ormai più rappresentativi della nostra Galleria”. Ecco allora che la Galleria de’ Bonis, dopo aver partecipato alla “Playlist” di Arte Fiera (online fino al 28 febbraio 2021), propone una mostra nei suoi spazi in Viale dei Mille a Reggio Emilia: un progetto che prevede una fruizione a tutto tondo, tant’è che per approfondire la conoscenza dei tre artisti, ogni settimana (il martedì, il venerdì e il sabato), saranno pubblicati sui canali Facebook, Instagram e YouTube, una serie di contenuti, immagini e video inediti con la presentazione delle singole opere a cura del Gallerista de’ Bonis, come ad esempio Guttuso, Tre persone che guardano l’eruzione dell’Etna, 1983, Ligabue, Semina con cavalli, 1953 (III° periodo), olio su faesite, 43,3 x 55,2, e Pirandello, Bagnanti, 1972, olio su cartone, 72 x 101,5. Contattando inoltre il 338 3731881, sarà possibile prenotare una visita guidata… in videochiamata!

5. IL NUOVO CAPITOLO DI FINITE RANTS SI APRE CON IL VISUAL ESSAY DI SHUMON BASAR SUL CANALE YOUTUBE DI FONDAZIONE PRADA

Finite Rants Season Ending_(The Day Of Forver)

Lo scrittore e critico Shumon Basar è l’autore di Season Ending (The Day Of Forever,) il nuovo visual essay di “Finite Rants”.“Season Ending (The Day Of Forever) è un ritratto del paesaggio contemporaneo, in cui la fantascienza è solo tardo realismo”, così parla lo scrittore, e aggiunge “È la storia di Mia e Abdallah, l’ultima coppia, nell’ultima notte di sempre. La fine della storia è andata e venuta. Da allora, è il giorno senza fine. I finali possono offrire una promessa di salvezza, di redenzione, persino di libertà. Così, ci raccontiamo i finali per vivere, per evitare che accadano davvero. Cosa viene dopo? Andrà tutto bene?”. Insomma, la natura di Season Ending sembra proprio assimilare quel carattere evanescente capace di dissolvere i limiti della forma saggistica della narrativa, esprimendo una visione personale delle ossessioni collettive. Con l’opera di Basar si apre il nuovo capitolo di “Finite Rants”, che riunisce una serie di saggi visuali frammentati e commissionati da Fondazione Prada a cineasti, artisti, intellettuali e studiosi a cura di Luigi Alberto Cippini e Niccolò Gravina. Tutti i video sono pubblicati sul sito di Fondazione Prada e sul canale YouTube dedicato.

6. CONTINUA IL #QUIZDARTE PER VINCERE UN INGRESSO IN MOSTRA CON APE PARMA MUSEO E LA GALLERIA NICCOLI

APE Parma Museo

L’idea di #QUIZDARTE è nata da APE Parma Museo e Galleria Niccoli, grazie alla partnership con Adacto Digital Agency, e prende forma sui social, più precisamente sulle storie condivise dal profilo Instagram di @ape_parma_museo, a partire da mercoledì 13 gennaio 2021. Alla fine del mese sarà pubblicata la classifica con i nomi dei 5 utenti che hanno ottenuto il maggior numero di risposte esatte. Cosa c’è in palio? Al primo classificato verrà dato un ingresso omaggio per la mostra Attraverso le avanguardie, non appena sarà possibile la riapertura dei musei.

7. COLLEZIONI E PATRIMONI CULTURALI, GLI INCONTRI DI FONDAZIONE MORRA GRECO

Ryan Mendoza. Almost Home The Rosa Parks House Project. Installation view at Palazzo Reale, Napoli 2020. Courtesy Fondazione Morra Greco. Photo Camillo Ripaldi

Curatrice, studiosa dei fenomeni del collezionismo, docente di Economia della Cultura all’Accademia di Belle Arti di Napoli e di Economia e mercato dell’arte all’Accademia di Belle Arti di Bari, Marianna Agliottone è la curatrice del nuovo format di incontri online sviluppato dalla Fondazione Morra Greco, Collezionisti e patrimoni culturali, in diretta dalla sede del museo, nel prestigioso Palazzo Caracciolo. L’appuntamento è per sabato 6 febbraio 2021 alle 11.30 su Zoom a questo link, dove verranno condivise storie di collezionismo e racconti dei più noti collezionisti contemporanei del panorama italiano, lasciando uno spiraglio ampio per le riflessioni sull’economica e sul mercato dell’arte in riferimento a questo particolare periodo storico.

ID: 920 0291 2668
Passcode: 362800

8. 14 EPISODI PER UNA NARRATIVA PARALLELA CON I PROTAGONISTI DI ISIT.MAGAZINE

ISIT.serie

Cos’è ISIT.serie? La natura flessibile e dinamica della rivista ISIT, fondata dai giovani artisti Andrea Frosolini e Federica Di Pietrantonio, si trasferisce sul web con una serie di episodi su ISIT. online #002, da intendersi come una “parallax-narrative”. Ovvero? Un dialogo aperto e condiviso dove nessuno apre o chiude un argomento specifico ma, la varietà delle tematiche – dalla musica ai film, dalla sfera documentaristica ai tutorial di YouTube – creano un susseguirsi di stratificazioni che nella serie web ISIT.serie vengono remixati e mescolati per creare contenuti unici. Ad oggi siamo giunti alla terza puntata di questo elettrizzante palinsesto. I protagonisti del nuovo appuntamento sono tre, Alessandra Cecchini, Fabien Zocco e Ginevra Bria, ed il loro contributo è visibile cliccando comodamente a questo link. E per vedere i precedenti episodi? Basterà andare sul sito di ISIT.online.

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.