La cultura continua online. Tutte le iniziative in programma di fondazioni e musei italiani

In attesa di capire come e quando musei e luoghi della cultura potranno riaprire al pubblico, proseguono le loro attività virtuali rivolte al pubblico della rete. Ecco gli appuntamenti in programma questa settimana

Il mondo della cultura stringe i denti e attende con speranza le nuove disposizioni dettate dal governo per capire come e quando organizzarsi per accogliere il proprio pubblico. Nel frattempo, continuano le programmazioni online di musei e fondazioni, tentando di accorciare le distanze imposte dall’emergenza sanitaria. Artribune ha deciso di dedicare un appuntamento settimanale a tutte le attività culturali che prenderanno vita tra canali social e appositi siti, così da restare sempre aggiornati e segnare in agenda i diversi appuntamenti da fruire davanti al proprio pc o smartphone. Ecco una selezione di iniziative previste nei prossimi giorni.

– Valentina Muzi 

1. IL DIARIO DI PRENDER-SI CURA VA ONLINE E RACCONTA UN ANNO DI RESIDENZE AL MATTATOIO DI ROMA

Mattatoio Anna Maria Ajmone Ph.Monkeys VideoLab © 2020 Azienda Speciale Palaexpo

Un racconto tra parole e immagini, così si presenta il Diario online di Prender-si cura, il progetto di residenze artistiche che ha animato gli spazi del Mattatoio di Testaccio, a Roma. Il progetto è stato ideato e curato da Ilaria Mancia, negli spazi della Pelanda, e avrà seguito anche nel 2021 con una programmazione che vedrà i protagonisti della scena contemporanea produrre e fare ricerca a fianco delle attività formative del Master PACS – Arti Performative e Spazi Comunitari. Nonostante le difficoltà incontrate nel corso del 2020, il Mattatoio ha tenuto viva la relazione con gli artisti protagonisti della prima edizione del progetto e il diario è proprio il racconto delle riflessioni, delle azioni di Giuseppe Vincent Giampino, Jacopo Jenna, Michele Rizzo, Luigi Presicce, Sara Leghissa, Annamaria Ajmone, Cristina Kristal Rizzo, Marina Donatone, Alexia Sarantopoulou. Sono presenti anche gli scambi intercorsi prima della residenza tra gli artisti e le curatrici Ilaria Mancia e Paola Granato, assieme ad una documentazione fotografica del lavoro svolto in sala, lasciando parlare le immagini dei corpi colti nel momento della creazione. Ma chi saranno i prossimi protagonisti delle residenze di Prender-si cura? Roberto Fassone, Valentina Furian, Silvia Calderoni, Jacopo Benassi con Lady Maru. Ci saranno anche ritorni di artisti, che svolgeranno una nuova fase di ricerca negli spazi de La Pelanda, tra cui Sara Leghissa e Michele Rizzo, ospite proprio nel corso del 2020 per la produzione del suo lavoro Rest, in mostra alla Quadriennale d’arte 2020.

https://www.mattatoioroma.it/

2. POMPEI SI RACCONTA IN UN PODCAST

Cover Pompei. La città viva

In occasione della tanto attesa apertura al pubblico dell’Antiquarium di Pompei nasce Pompei. La città viva, un podcast prodotto da Piano P – piattaforma italiana dei podcast giornalistici- per il Parco Archeologico di Pompei, assieme alla collaborazione con Electa. Attraverso sei episodi si ripercorre la storia e l’evoluzione di una delle più grandi ricchezze del patrimonio nostrano, accompagnati da ventisei guide ‘vocali’ tra accademici, archeologi, artisti e scrittori come Valeria Parrella, Pappi Corsicato, Catharine Edwards, Maurizio De Giovanni, Andrea Marcolongo e molti altri, insieme al direttore Massimo Osanna. La narrazione inizia dal 79 d.C. quando l’eruzione del Vesuvio fece scomparire un’intera città, passando dal 1748, quando grazie ad una scoperta casuale si diede inizio agli scavi, fino all’ultimo e straordinario rilancio del Parco Archeologico. L’uscita dei podcast avrà una cadenza settimanale e saranno disponibili sulle piattaforme dedicate, come Spotify, Spreaker, Apple Podcast e tutte le app gratuite per l’ascolto.

3. LA COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM CONTINUA IL SUO PROGRAMMA DI WORKSHOP ONLINE

© Collezione Peggy Guggenheim. Photo Matteo De Fina

La Collezione Peggy Guggenheim propone una serie di eventi per entrare in contatto – seppur virtuale – con le mille e più sfumature di cui si colora l’arte. Come? Intanto c’è da segnare in agenda il prossimo 15 gennaio con VIS – À – VIS, ovverosia il dialogo tra i capolavori della Collezione Peggy Guggenheim e della Pinacoteca di Brera, condotto dai rispettivi direttori. Il secondo incontro metterà idealmente a confronto Lo sposalizio della Vergine di Raffaello e La vestizione della sposa di Max Ernst. Dove? I video saranno disponibili sulle piattaforme social di entrambi i musei.

4. #QUIZDARTE PER VINCERE UN INGRESSO IN MOSTRA (NON APPENA SI RIAPRIRÀ)

Alberto Biasi, Triangolo equilatero_1965 Giuseppe Teofilo, Senza titolo (natura) 2012 Riccardo De Marchi, Senza titolo, 2004 2005

Mentre si attendono le nuove disposizioni dal Governo rispetto alla riapertura di mostre e musei, perché non dilettarsi con un #QUIZDARTE? Questa è l’idea nata da APE Parma Museo e Galleria Niccolini grazie alla partnership con Adacto Digital Agency che prende forma sui social, più precisamente sulle storie condivise dal profilo Instagram di @ape_parma_museo, a partire da mercoledì 13 gennaio 2021. Alla fine del mese sarà pubblicata la classifica con i nomi dei 5 utenti che hanno ottenuto il maggior numero di risposte esatte. Cosa c’è in palio? Al primo classificato verrà offerto un ingresso omaggio per la mostra Attraverso le avanguardie, non appena saranno riaperti i musei.

5. LE OGR DI TORINO CONTINUANO IL LORO PALINSESTO OPEN

OGR Open Sessions Credits Luigi De Palma

Con le rubriche OGR Art Corner, OGR Good Vibes, OGR Tech & Social District e OGR Public Program, le Ex Officine Grandi Riparazioni di Torino continuano a essere vicini al proprio pubblico con una serie di contenuti diversificati, passando dalle arti visive alla musica, dal tech ai talk fino ai podcast. Cosa ci aspetta per la seconda settimana di gennaio? Da segnarsi in agenda lunedì 11 gennaio alle ore 12 è OGR Open Session/ Tech & Social District #3 con l’incontro Mixed Bag – Mauro Fanelli, trasmesso in streaming su piattaforma gratuita, previa registrazione sul sito delle OGR.

6. LA GAMEC DI BERGAMO E LE SUE LEZIONI IN AULA MAGNA

Ti Bergamo Ph. Lorenzo Palmieri

Continuano le lezioni (online) nell’Aula Magna della GAMeC di Bergamo, un programma di insegnamento dove arte, cittadinanza e costituzione si uniscono e si esprimono grazie alla voce di personalità di spicco su Zoom, ogni sabato alle ore 10. Di cosa si parlerà sabato 16 gennaio? Questa volta a far suonare la campanella è Nando Pagnoncelli, Presidente di Ipsos, che parlerà della Costituzione entrando in dialogo con l’opera La parola è sempre l’avanguardia dell’azione (2018) di Julian Rosefeldt. È possibile iscriversi attraverso il sito della GAMeC.

Dati correlati
Spazi espositiviMATTATOIO, GAMEC - GALLERIA D'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA, SCAVI DI POMPEI, COLLEZIONE PEGGY GUGGENHEIM, APE PARMA MUSEO
Indirizzo
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC - Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.